Condividi su

01 ottobre 2009 • 09:54 • Scritto da Marco Triolo

Roman Polanski: una rivelazione mette la difesa a rischio

Il caso Roman Polanski si complica, a seguito di una sconcertante rivelazione, che ha fatto crollare uno dei capisaldi della difesa e reso non attendibile un testimone chiave del processo...
Post Image
4

polanski

Nuovi sviluppi nel caso Roman Polanski: pare che uno dei capisaldi della difesa del regista sia crollato miseramente nei giorni scorsi, a seguito di una sconcertante rivelazione. In soldoni, Polanski, ai tempi del processo originale, aveva chiesto la libertà condizionata; il giudice Rittenband gli concesse di scontare, su consiglio dell’avvocato dell’accusa David Wells, un breve periodo (90 giorni) di detenzione, rinviati perché Polanski stava girando un film a Parigi. Durante il suo soggiorno in Europa, Polanski si recò anche all’Oktoberfest, dove gli venne scattata una foto che fece il giro del mondo.

A questo punto, entra in scena una rivelazione fatta dall’avvocato Wells nel documentario Roman Polanski: Wanted and Desired, su cui praticamente di basava tutta la difesa: stando al documentario, Wells si sarebbe recato dal giudice portando con sé la foto, e lo avrebbe spinto a negare la richiesta di libertà condizionata. Essendo questo tipo di consiglio illegale, il “caso Polanski” si sarebbe potuto risolvere a tarallucci e vino.

Ma così non sarà, pare: ora Wells dice infatti di aver mentito nel documentario, perché pensava che nessuno avrebbe mai visto il film in America (dove in effetti non è stato distribuito) e, siccome credeva che a nessune fregasse più di Polanski e che non sarebbero mai riusciti a riportarlo in USA, pensò che avrebbe reso la storia più interessante dichiarando un episodio mai accaduto.

In ogni caso, che menta ora o che abbia mentito allora, Wells non può essere più utile per la difesa, perché è un testimone non attendibile. Vedremo quali altri sviluppi ci saranno sul caso, ma dubito che alla fine della fiera Polanski andrà in prigione. Voi che ne pensate?

(Fonte: /Film)

Condividi su

4 commenti a “Roman Polanski: una rivelazione mette la difesa a rischio

  1. Penso che non riuscirò più a guardare i suoi film con gli stessi occhi. Mi spiace dirlo, ma troppe ombre si proiettano nel privato di questa persona. E’anche per questo che preferisco non addentrarmi troppo nella vita privata dei grandi artisti che amo, ma di basarmi solo sui film che fanno.
    Si rischia di rimanere amaramente delusi.

  2. Io penso che la legge non sia uguale per tutti.
    Cioè non è andato in prigione perchè stava girando un film???
    Spero che il giudice l’abbiano licenziato per incapacità,e speriamo che venga licenziato anche questo avvocato.
    Poi è meglio non parlare di quelli attori che lo vogliono vedere libero solo perchè è un bravo regista e un’intellettuale.

  3. Che intellettualità dimostra uno che pratica pedofilia e stupro?
    Stando nel ghetto non ha imparato niente, questa persona.

  4. Ma anche gli attori che dicono che deve stare libero per queste 2 cose,non mi sembrano tanto intelligenti.
    Ma poi non parlaimo della ragazzina che lo ha perdonato e vuole che le accuse cadino in trascrizione,credo che si dica così ma potrei sbagliarmi.
    Lui dovrebbe saperlo che cosi significhi soffrire per mano di un altro.
    E te che fai??? Droghi la ragazzina e la violenti.
    Però c’è una cosa che non capisco,questa cosa è successa in casa di Jack Nicholson e come mai a lui non succede nulla???
    Ma anche ai genitori della bambina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *