L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Esclusiva da Roma: «Michael Palin non sarà Don Chisciotte», parola di Terry Gilliam

Di Marco Triolo

DSC01095

Torniamo a bomba su Terry Gilliam, perché dopo la proiezione del suo Parnassus, ci ha dedicato non una, ma ben due conferenze stampa! La prima, canonica, ha visto anche la partecipazione di Lily Cole, che nel film interpreta la bella Valentina, figlia di Parnassus. La seconda è stata invece organizzata da Ciak per il pubblico e soprattutto per i giovani. Gilliam si è rivelato una persona simpaticissima e terribilmente intelligente. Ma è uno dei Monty Python, poteva essere altrimenti?

Prima di tutto, partirei con lo scoop a opera del vostro carissimo blogger preferito: ho chiesto a Gilliam se sono vere le voci secondo cui ci sarebbero state delle trattative tra lui e il suo ex-compagno Python, Michael Palin, per il ruolo di Don Chisciotte nel suo prossimo film, The Man Who Killed Don Quixote. Gilliam ha risposto: “assolutamente no, è una ‘falsa realtà’. Non ho mai chiesto a Michael se voleva la parte di Don Chisciotte, e anzi la cosa è diventata fonte di imbarazzo quando io e Michael ci trovavamo a cena!”. Direi che questo chiude il caso Michael Palin, dato che Gilliam ha già detto di aver trovato il suo Don Chisciotte. O forse non lo vuole ammettere?

DSC01097

Per il resto, entrambe le conferenze hanno visto parecchie domande su Heath Ledger e su quale impatto la sua morte abbia avuto sulle vite delle persone a lui vicine e sulla lavorazione del film. “Non abbiamo cambiato molto lo script”, ha detto il regista, “abbiamo solo aggiunto l’idea di cambiare il volto del protagonista, quando entrava nello specchio magico di Parnassus”. Su Ledger come persona, ha avuto parole da grande amico: “Heath era straordinario come persona e come attore, e penso che sarebbe stato il più grande della sua generazione, e forse anche delle seguenti”.

Riguardo alla scelta dei tre attori per sostituire Ledger, Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law, Gilliam ha dichiarato: “il personaggio di Tony entrava nello specchio tre volte. Quindi dovevamo prendere tre attori. Ho cercato tre amici di Heath, perché volevo che restasse tutto in famiglia. Johnny è stato il primo a dirmi di sì. Colin lo avevo incontrato durante una cerimonia alla memoria di Ledger e ho scoperto che era suo amico. Jude lo avevo considerato per la parte di Tony prima di Heath, quindi è stato facile“.

Ma qual era il vero scopo di Gilliam mentre girava Parnassus? “Volevo stupire il pubblico. Ogni volta che si torna dentro lo specchio tutto è diverso, nuovo. Oggi si tende a fare film tutti uguali, mentre io volevo sorprendere il pubblico come si faceva un tempo con il cinema“.

DSC01089

Si è infine parlato di Brazil, il suo capolavoro (“ho letto 1984 di Orwell solo dopo aver finito il film“), della sua vera identità (“non so chi sono, o se esisto davvero. Vengo ai festival per farmelo ricordare“) e della contrapposizione tra cinema commerciale, supportato da battage pubblicitari esagerati, e indipendente. Gilliam ha raccontato l’originale strategia di marketing da lui utilizzata per Tideland: dato che a due giorni dall’uscita non c’erano cartelloni a New York che pubblicizzassero il film, Gilliam ha girato per le strade della metropoli con un cartello che recitava più o meno “Regista indipendente alla ricerca di uno studio, famiglia da mantenere, dirigerei per un po’ di cibo”! Il video dell’impresa è finito su YouTube, il film ha aperto bene e lui ha racimolato 25 dollari! “Ci chiamano registi indipendenti, ma noi siamo molto dipendenti dalla vostra buona volontà“. Un appello al pubblico, dunque: non perdete Parnassus per nessun motivo!

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

John Carpenter pubblica una nuova canzone e annuncia l’arrivo di Lost Themes III: Alive After Death 27 Ottobre 2020 - 18:45

John Carpenter ha annunciato che il 5 febbraio 2020 arriverà un nuovo album: Lost Themes III: Alive After Death. Ecco una nuova canzone.

Given the Movie su Crunchyroll nel 2021, trailer sottotitolato in italiano 27 Ottobre 2020 - 18:20

Grazie ai fan brasiliani, Given the Movie arriverà sulla piattaforma Crunchyroll Italia nel 2021, ecco il trailer sottotitolato in italiano

Selena: The Series, il trailer della serie Netflix con Christian Serratos 27 Ottobre 2020 - 18:00

Il biopic della cantante texana Selena Quintanilla arriverà il 4 dicembre

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).