Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2009/10/21/Broderskab-Poster-Internazionale.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Broderskab, la recensione da Roma

Broderskab, la recensione da Roma

Di Marco Triolo

Broderskab Poster Internazionale

Broderskab potrebbe essere facilmente paragonato ad American History X: entrambi descrivono una realtà ai margini, quella del neo-nazismo, ed entrambi mettono in scena le vite di personaggi che da questo mondo si stanno allontanando, volenti o nolenti. Il paragone sarebbe in parte azzeccato, ma forse un po’ riduttivo: perché l’idea geniale di Broderskab, splendidamente diretto da Nicolo Donato, è quella di raccontare la storia di due ragazzi che fanno parte di una cellula nazista danese e scoprono di essere innamorati l’uno dell’altro. Naturalmente, i “froci” non sono benvenuti in questa comunità, e la cosa è messa subito in chiaro all’inizio del film, quando un omosessuale viene pestato brutalmente dal “branco”. Ma per Lars (Thure Lindhardt) e Jimmy (David Dencik) non è questione di scegliere: si sono trovati e non possono negare i propri sentimenti.

La bellezza del film sta nel saper unire uno stile estremamente secco e realista con una storia anch’essa molto credibile, ma che unisce il cinema verità e una metafora fortissima. Broderskab non è infatti, semplicemente, “un film su due nazisti gay”, ma un’opera che parla di quanto le ideologie e le filosofie imparate a memoria sui libri siano destinate a scontrarsi con l’imprevedibilità e la complessità della vita reale.

Unito a ciò, c’è uno studio della sottocultura nazi-fascista, fatta di ciechi ideali e ignoranza, nonché chiusura e odio. Ma c’è anche posto per una riflessione un po’ più complessa sulle contraddizioni di un movimento che proclama una sorta di ritorno alla natura e all’equilibrio pacifico con l’ambiente, e cerca di applicarlo con la violenza e il razzismo. In una situazione così estrema, il rapporto tra i due protagonisti diventa un faro nella nebbia, e assume un significato profondo: ecco due che hanno davvero accettato la loro natura e l’hanno capita, a differenza dei loro “camerati”.

Broderskab è un film che sa commuovere, e anche tanto, senza però indugiare nella sofferenza e senza rinunciare a un barlume di speranza nel finale. Sarà difficile vederlo circolare da noi, ma in un momento storico come questo, in cui rabbia e frustrazione prendono la forma del cieco odio per il diverso, sarebbe una lezione mica da scherzo. Per questo, è molto probabile che strapperà alla giuria del Festival di Roma almeno un premio, se non IL premio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Henry Czerny entra nel cast di Scream 6 27 Giugno 2022 - 13:30

Henry Czerny (Mission: Impossible, Finché morte non ci separi) entra nel cast di Scream 6, le cui riprese cominceranno a breve.

Roe vs. Wade: il commento del produttore esecutivo di The Handmaid’s Tale 27 Giugno 2022 - 12:30

La revoca del diritto costituzionale all'aborto in USA ha scatenato reazioni da parte del mondo del cinema

Studio 666: un divertente regalo ai fan dei Foo Fighters – La recensione 27 Giugno 2022 - 11:45

Una commedia horror in cui la band di Dave Grohl si mette al servizio della storia e non viceversa

The Boys: com’è l’Herogasm dei fumetti 25 Giugno 2022 - 8:19

Com'è nata l'orgia di super-eroi di The Boys e cosa c'era di diverso nella sua versione originale a fumetti.

Ms. Marvel, episodio 3: guarda un po’ chi c’è… [SPOILER] 22 Giugno 2022 - 14:51

Qualche risposta, nuove domande e alcuni nomi conosciuti nel terzo episodio di Ms. Marvel.

Predator, i 35 anni dell’altro mostro alieno Fox… creato da Rocky Balboa (FantaDoc) 12 Giugno 2022 - 15:36

Com'è nato e cosa resta, trentacinque anni dopo, del primo film di Predator con Arnold Schwarzenegger.