L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Venezia: Sergio Castellitto ha un problema con il gioco!

Di Marco Triolo

Prima di spargere un pettegolezzo dannoso, sappiate che no, Sergio Castellitto non ha veramente un problema con il gioco d’azzardo. Lo ha invece Franco Campanella, il personaggio che l’attore interpreta in Tris di donne & abiti nuziali, film che Vincenzo Terracciano ha presentato oggi a Venezia. Si tratta della storia di un malato di gioco costretto a far fronte ai suoi problemi in un momento fondamentale della vita: il matrimonio della figlia. Per comprare un abito da sposa costoso, Franco ricorre però ancora una volta al gioco d’azzardo, convinto che stavolta la fortuna gli sorriderà.

“L’idea di raccontare la storia di un giocatore è nata diversi anni fa”, spiega Terracciano, “e con essa l’idea di parlare di una famiglia e dei rapporti interni che la regolano. Ma volevo che il giocatore fosse anche un uomo semplice, piccolo-borghese, però dotato della capacità di fare delle scelte. Non volevo trattare un certo ‘maledettismo’ che di solito contraddistingue i giocatori al cinema”.

Tris di donne “nasce dal finale. E’ stata l’idea di raccontare quel finale che mi ha spinto a realizzare il film”. Un finale tragico, “figlio della tradizione della grande commedia all’italiana”. “Dopo tutto, anche Il sorpasso finiva con una tragedia”, aggiunge Castellitto. E’ proprio questa capacità di alternare toni da commedia a sequenze più drammatiche che fa di Tris di donne un vero “omaggio alla commedia all’italiana”.

Castellitto approfondisce sulla rappresentazione di Napoli che Terracciano fa nel suo film: “La Napoli di Gomorra è ‘filmata’, quella di Tris di donne è ‘messa in scena’. E’ una città di luci e ombre, una Napoli di regia. Ed è piena di scale, si continua a scendere a salire. Sembra quasi che non sia una città di mare, sembra una Napoli di montagna”. La cosa interessante è che Terracciano ha evitato di rappresentare Napoli per estremi, come sempre si fa per questa città così difficile. Al contrario, ha scelto come setting il Vomero, questo quartiere residenziale che non ricorda l’immagine stereotipica della città partenopea. “Volevo rappresentare una famiglia piccolo-borghese, senza orpelli. Volevo far risaltare questa normalità”.

Quindi valori “normali”, rispecchiati anche dal personaggio della moglie di Franco, interpretato da Martina Gedeck. Nel ruolo di una donna tedesca trapiantata a Napoli, e portatrice di “valori perduti, e una fede nelle qualità umane come affidabilità e fiducia”.

Il film uscirà nelle sale il 18 settembre, distribuito da 01.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: un’inquietante visione al centro della prima clip 17 Maggio 2021 - 11:10

Nel corso degli MTV Movie & TV Awards 2021 è stata mostrata la prima clip di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan.

M.O.D.O.K., la recensione del primo episodio 17 Maggio 2021 - 10:23

Abbiamo visto in anteprima il nuovo, divertente show animato Marvel, dedicato al quel capoccione di M.O.D.O.K.

Box Office Italia: Nomadland si aggiudica un altro weekend 17 Maggio 2021 - 10:19

Nomadland, il lungometraggio Searchlight Pictures vincitore di tre Premi Oscar come Miglior film, si aggiudica un altro weekend. Seguono Rifkin's Festival e Minari.

M.O.D.O.K., la recensione del primo episodio 17 Maggio 2021 - 10:23

Abbiamo visto in anteprima il nuovo, divertente show animato Marvel, dedicato al quel capoccione di M.O.D.O.K.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.