L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Venezia: l’amore secondo Tom Ford e Colin Firth

Di Marco Triolo

Presentato questa mattina al Festival di Venezia, A Single Man ha conquistato la critica e destato ampie discussioni sulla condizione dei gay nella società moderna, grazie alla toccante storia dell’ultimo giorno di vita di un professore che ha da poco perso il compagno con cui stava da molti anni. Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto praticamente tutto il cast: dal regista Tom Ford agli interpreti Colin Firth, Julianne Moore, Matthew Goode e Nicholas Hoult. Tutti coinvolti in una sentita discussione appunto sull’argomento dei diritti gay, che si intersecava immancabilmente – e giustamente – con il film.

Tom Ford, ex-stilista, gay dichiarato, sente di aver fatto un film che possa parlare a chiunque: “Le storie di Christopher Isherwood [autore del romanzo da cui il film è tratto] sono state scritte negli anni ’30, quindi per l’epoca erano molto avanzate. Ma non danno peso al fatto che i personaggi siano gay, sono gay e basta. […] Si tratta dell’ultimo giorno nella vita di questa persona, quindi il protagonista vive la vita al massimo, e alla fine la capisce appieno”. Colin Firth è d’accordo sull’universalità del racconto, e in un perfetto italiano fa eco al regista: “questo film è un ottimo commento sociale sulla situazione degli omosessuali. Ma non si tratta di un film militante, quanto di una semplice storia d’amore che potrebbe funzionare anche se i protagonisti fossero eterosessuali”.

Ma da dove nasce l’idea di trarre un film dal romanzo di Isherwood? “Ho letto il libro nei primi anni ’80”, rivela Ford, che ha scelto di intraprendere la carriera registica perché trovava la moda eccessivamente volatile e commerciale. E prosegue: “poco tempo fa stavo cercando un progetto per realizzare un film, e rileggendo il romanzo ho capito che parlava della mia esperienza”. Ford si riferisce alla sua giovinezza nella New York anni ’70, periodo in cui ha scoperto e ha imparato a venire a patti con la sua omosessualità. Quindi, questo A Single Man è un lavoro molto personale, che però ha condiviso in maniera quasi simbiotica con Firth: “il fatto che Tom si fidasse di me per una cosa così personale, mi ha fatto capire che stavamo condividendo questa creazione. […] Bisogna tradire l’originale, per rendere personale un adattamento. Il personaggio di George nasce dunque da tre persone, [Isherwood, Tom Ford e me]”.

Curiosamente, Goode ha una volta per tutte ammesso l’omosessualità di Adrian Veidt, il suo personaggio in Watchmen: “ho girato una sorta di trilogia gay. Prima ho fatto il Charles di Ritorno a Brideshead, ambiguamente gay. Poi ho fatto Adrian Veidt in Watchmen, meno ambiguamente gay. E ora Jim, che è totalmente gay!”.

Il boato con cui il cast è stato accolto è un presagio di quello che il film potrebbe strappare se la giuria condividerà l’entusiasta opinione della stampa. Credevo che il nome di Lebanon fosse già impresso a fuoco sul Leone d’Oro, invece la gara è più aperta che mai.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bridgerton: in arrivo uno spin-off sulla regina Charlotte 15 Maggio 2021 - 19:00

In arrivo uno spin-off di Bridgerton incentrato sul passato della regina Charlotte, interpretata da Golda Rosheuvel.

UCI Cinemas: il 20 maggio la riapertura, arriva a Roma UCI Luxe Maximo 15 Maggio 2021 - 18:00

UCI Cinemas, il più importante Circuito cinematografico presente in Italia, annuncia la riapertura per il 20 maggio.

What If…? – La serie animata della Marvel da agosto su Disney+ 15 Maggio 2021 - 17:00

Entertainment Weekly rivela che What If...?, prima serie animata dei Marvel Studios, uscirà in agosto su Disney+, ma una data precisa non è ancora disponibile.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.