L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Venezia: impressioni di settembre – parte 4

Venezia: impressioni di settembre – parte 4

Di Marco Triolo

Ethan Hawke se l’è squagliata per fare un giro in aereo, George Clooney è arrivato con una mano fasciata ed è stato verbalmente aggredito da un reporter delle Iene, e io ho avuto un colpo di sonno violento durante la visione di quello che potrebbe facilmente essere il Leone d’Oro di quest’anno, Lebanon. Anche questa è Venezia.

Ieri sera ho deciso di fare una cosa che finora avevo sempre evitato: appostarmi davanti al tappeto rosso per scattare un po’ di foto a Matt Damon e Steven Soderbergh, visto che mi ero perso la conferenza stampa e l’occasione di vederli “live”. Dopo una lunga attesa, sono arrivati con una mezz’ora di ritardo per bearsi della loro gloria. E io ero in prima fila a scattare foto. Quelle che si salvano le vedete qui sotto.

Dopo una lauta cena e una bella dose di sonno, la mattina mi ha sorriso con The Men Who Stare At Goats, divertentissima commedia con Clooney e Ewan McGregor. Contento del film, mi fiondo senza esitazione alla conferenza stampa, con un discreto anticipo. “Entro a quella prima”, mi dico, “così prendo un bel posto”. Che ingenuo. La mia stessa pensata l’hanno avuta altre 20 persone, già accalcate davanti all’ingresso, con i “buttafuori” (non posso che chiamarli così) impegnati a cazziare chiunque non avesse il pass della stampa quotidiana, che ha sempre la precedenza. Inutile dire che anche tutti quelli che già stavano dentro la sala avevano avuto la mia stessa idea, perciò alla fine della conferenza precedente non è uscito praticamente nessuno. Di conseguenza, la sala era stracolma e facevano entrare, appunto, solo in pass “rossi”.

Mi accontento di seguire la conferenza da uno schermo in sala stampa, e purtroppo mi perdo una scena geniale: uno delle Iene si denuda mentre professa il suo amore per George!

Per fortuna riesco successivamente a entrare alla conferenza di Fuqua, ma sorpresa sorpresa: l’annunciato Ethan Hawke non c’è e pare che sia fuggito per fare un giro di Venezia con l’aereo. Wesley Snipes si rivela comunque un grande affabulatore, capace di reggere la conferenza senza problemi insieme al regista. Alla fine mi avvicino al tavolo per fare un po’ di foto e assisto a un episodio geniale: una signora allunga a Snipes una foto per avere l’autografo. Snipes ride e la passa a Fuqua dicendo qualcosa tipo “hey, questa la devi vedere! Questo non sono io!!”. Probabilmente si trattava di una foto di Don Cheadle… Bella figura, signora. Davvero. Clap clap.

La giornata si conclude con la proiezione di Lebanon, che ha buonissimissime chance di vincere il Leone d’Oro. Gli elementi ci sono tutti: un’idea forte (il film è ambientato totalmente dentro un carro armato), un tema sempre popolare (la guerra, e per la precisione quella in Libano), un messaggio altrettanto amato dalle giurie (la pace). Peccato che un infausto panino mi abbia spinto a combattere Morfeo in più di un’occasione. Se vincerà, potrò dire di aver dormito durante il Leone d’Oro!

E questo è tutto. Domani per me è LA GIORNATA: perché mi vedrò il nuovo di George Romero, Survival of the Dead, e soprattutto lo incontrerò alla conferenza stampa. Evvai!!!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Avatar: La via dell’acqua – La famiglia di Jake e Neytiri nella nuova immagine 5 Luglio 2022 - 12:45

James Cameron spiega a Empire per quale motivo ha deciso di dare una grande famiglia a Jake e Neytiri in Avatar: La via dell'acqua.

Paul Haggis è libero: per la Gip di Brindisi non c’è stata violenza 5 Luglio 2022 - 11:45

Il regista è stato rilasciato dagli arresti domiciliari: per la Gip, la presunta vittima "ha confermato l'assenza di contegni violenti"

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Stranger Things 4: che mi hai portato a fare sulla collina di Kate Bush se non mi vuoi più bene? 2 Luglio 2022 - 15:42

Alcune considerazioni dopo aver visto per quasi quattro ore due episodi di una serie TV: il finale della quarta stagione di Stranger Things.

Come The Umbrella Academy mi ha venduto un’altra apocalisse 2 Luglio 2022 - 9:53

Cosa funziona, cosa no, e cosa mi spinge a restare a bordo del treno di Umbrella Academy, dopo la terza stagione.