Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2009/9/5/Tetsuo-The-Bullet-Man-International-Poster.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tetsuo: The Bullet Man, la recensione da Venezia

Tetsuo: The Bullet Man, la recensione da Venezia

Di Marco Triolo

Tetsuo The Bullet Man International Poster

Shinya Tsukamoto torna al suo deforme universo cyberpunk con un film che come i precedenti prende a sberle i nostri centri dell’equilibrio. Non si capisce un cazzo, scusate il francese, delle sequenze d’azione in cui il nuovo Tetsuo stermina intere squadre di uomini armati. N-i-e-n-t-e. E la cosa sì, lo ammetto, mi ha dato fastidio. Però mi rendo anche conto che è tutto voluto da quel pazzo di Tsukamoto, l’unico uomo al mondo che è ancora credibile quando inserisce l’estetica del videoclip nel cinema. Una delle prime sequenze, che vede una morte violenta scatenare la belva biomeccanica nascosta nel nostro poveraccio di turno – stavolta un meticcio nippo-americano chiamato Anthony Ride – è un mega clippone con tanto di titoli di testa inseriti in sovraimpressione. E va bene così.

Perché quello che segue è un racconto viscerale, violento, che scardina le nostre sicurezze di spettatori pur introducendo un elemento di trama che rende il film coeso, in definitiva. E’ una storia di vendetta, The Bullet Man, ma è anche la storia di un assurdo addestramento, con un “maestro” che uccide il figlio di Anthony per spingerlo a lasciar libero il suo lato mostruoso, frutto di esperimenti al di là dell’umana comprensione. Una razza di uomini macchina, anzi di “uomini proiettile”, destinata a dominare il mondo quando l’ultimo umano sarà sparito.

Tsukamoto prende a pugni il nostro sguardo, recupera i temi del cyberpunk come se il genere non fosse mai sparito nel letargo delle coscienze, lo fonde con suggestioni manga e ci regala un’opera che forse non sarà all’altezza del primo e inimitabile Tetsuo, ma che di sicuro si farà apprezzare dagli appassionati del genere. Non per tutti, comunque.

Qui le nostre altre recensioni da Venezia:

Rec 2
Il cattivo tenente
My Son, My Son, What Have Ye Done
Life During Wartime e The Road
Metropia
Baarìa

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Luck dal 5 agosto su Apple TV+, il trailer ufficiale del film Skydance Animation 7 Luglio 2022 - 12:15

Luck, il nuovo film di animazione targato Skydance Animation, arriverà su Apple TV+ il prossimo 5 agosto. Ecco il trailer ufficiale.

The First Slam Dunk: Il teaser trailer del film diretto da Takehiko Inoue 7 Luglio 2022 - 12:00

Il teaser trailer di The First Slam Dunk il film diretto da Takehiko Inoue in arrivo in Giappone ai primi di dicembre

Sex Education – Patricia Allison (Ola) non tornerà nella stagione 4 7 Luglio 2022 - 11:30

Patricia Allison annuncia che non tornerà nella quarta stagione di Sex Education per seguire altre opportunità.

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Stranger Things 4: che mi hai portato a fare sulla collina di Kate Bush se non mi vuoi più bene? 2 Luglio 2022 - 15:42

Alcune considerazioni dopo aver visto per quasi quattro ore due episodi di una serie TV: il finale della quarta stagione di Stranger Things.

Come The Umbrella Academy mi ha venduto un’altra apocalisse 2 Luglio 2022 - 9:53

Cosa funziona, cosa no, e cosa mi spinge a restare a bordo del treno di Umbrella Academy, dopo la terza stagione.