L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Horde, la recensione da Venezia

Di Gabriele Niola

The Horde Teaser Poster FranciaRegia: Yannick Dahan, Benjamin Rocher
Cast: Eriq Ebouaney, Jo Prestia, Aurélien Recoing, Jean-Pierre Martins, Claude Perron
Durata: 90 minuti
Anno: 2009

Maledetti siano i francesi e il loro cinema bello e vario.
Drammi, film d’azione, horror e noir, i francesi continuano a fare tanti film ogni anno e ad un livello eccezionale. La Horde non fa eccezione, un horror teso, classico per molti versi ma avanzato e personale per altri. Debitore al cinema americano in gran parte ma anche capace di scavarsi una nicchia alla francese.

Si parla di zombie, cioè di un genere che ha tutta una sua precisa evoluzione e un suo rigore morale e politico. Gli zombie della Horde sono moderni, nel senso che non camminano lenti come quelli di Romero ma corrono voraci e sono vittime di un’infezione come quelli di 28 Giorni Dopo (che si sta rivelando sempre più un film seminale nel suo genere).
protagonisti sono un gruppo misto di poliziotti e criminali e tutto parte dal fatto che dopo la morte di uno di loro un gruppo di sbirri si mette alla ricerca dei responsabili per farsi giustizia da soli. Li trovano in un palazzo isolato, li vanno a prendere, cominciano a sparare e lì scoppia l’invasione degli zombie. I due gruppi dovranno allearsi.

Dahan e Rocher non tralasciano nulla. I personaggi sono complessi e tutti posti di fronte a dei bivi e a dei contrasti interiori interessanti, lo sviluppo della trama cambia le carte in tavola per le diverse parti in molti momenti e i topoi del genere sono rispettati (l’assedio in un luogo chiuso, il sacrificio, lo splatter, il contaminato che nasconde il morso ai compagni, gli agguati…). Eppure si respira una forte aria di modernità.
Sarà la messa in scena guerrigliera o sarà la scelta politica di dipingere i buoni come degli stronzi, simili nelle loro atrocità ai molti militari mandati dall’occidente nelle odierne guerra mediorientali, e gli zombie come il nemico senz’anima che l’establishment militare dipinge nelle menti dei soldati.

O sarà semplicemente che il modo francese di rielaborare il classico statunitense contaminandolo con la sensibilità contemporanea europea riesce da 50 anni a portare comunuqe un’aria di forte innovazione, nei ritmi e nei contrasti forzando come con un piede di porco gli schemi fissi del genere, per approdare a qualcosa di più.

Cinema francese o americano? Quanto i francesi stanno vendendo la loro anima e quanto invece conservano del loro modo di vedere le cose? Qui le altre critiche

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Knives Out 2: anche Janelle Monáe entra nel cast del film Netflix 12 Maggio 2021 - 20:45

Dopo Dave Bautista ed Edward Norton, anche la star di Antebellum affiancherà Daniel Craig nel sequel di Cena con delitto

Multiverso Marvel: Tutti gli universi cinematografici attualmente esistenti 12 Maggio 2021 - 20:00

Esiste già un multiverso Marvel cinematografico: ecco tutti i diversi universi narrativi che negli anni abbiamo visto al cinema e in tv, in attesa di una possibile unione futura!

Star Wars Celebration: anticipata l’edizione 2022 12 Maggio 2021 - 19:44

Arrivano aggiornamenti sulla prossima edizione della Star Wars Celebration, che come sappiamo è stata posticipata al 2022 a causa della pandemia di Covid-19.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.