L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il Cattivo Tenente, la recensione da Venezia

Di Gabriele Niola

Il cattivo tenente poster ItaliaRegia: Werner Herzog
Cast: Nicolas Cage, Eva Mendes, Val Kilmer, Jennifer Coolidge, Fairuza Alejandra Balk, Brad Dourif, Shawn Hatosy, Shea Whigham, Denzel Whitaker
Durata: 120 minuti
Anno: 2009

Dimenticate il film di Abel Ferrara, questo è un altro tenente cattivo di un’altra città che con quello di Keitel ha in comune unicamente la passione per il gioco d’azzardo e per le droghe. La religione non centra più nulla.
Nel mondo di Werner Herzog non c’è redenzione, passione e penitenza religiosa, la religione non è mai esistita nei suoi film e non c’è qui. C’è invece quella che lui chiama “l’estasi del male”, una sorta di compiacimento e gioia nel perpetrare malignità. Il suo cattivo tenente è cattivo quanto quello di Ferrara ma ha scopi diversi e una sorte diversa. Senza nessuna struttura precisa alle sue azioni non corrispondono automaticamente delle reazioni del mondo esterno, non gli portano benefici nè problemi, ma entrambe le cose casualmente e non segue un percorso preciso.

E’ infatti la casualità delle cose la componente più forte del film, come non esista nessun piano e nessun ordine vero ma solo uomini, donne, il male e gli animali. Animali a sfare! Ambientato a New Orleans con grande entusiasmo del regista il film è popolato di coccodrilli ed iguane che guardano gli uomi e vivono al margine di questa vicenda senza mai entrarvi.

Alcune delle scene migliori coinvolgono queste bestie che non hanno alcuna economia nella trama “Ho cercato di inquadrarle per farle sembrare stupide” ha detto Herzog. E ci riesce suscitando una fortissima ilarità. Proprio l’ilarità e la comicità del film sono la sua componente più insolita, considerando chi lo dirige. In questo film si ride tantissimo, le sporcature di commedia sono moltissime (e originali, non so se tutti rideranno) e nonostante il tono davvero cupo (e senza la minima speranza o il conforto della morale) lo stesso si ride di un umorismo nero e cinico, grottesco e caricaturale che sfrutta benissimo Nicolas Cage il quale , come sempre quando in mano a registi degni di questo nome, fa una signora prestazione.

Il Cattivo Tenente: Ultima Chiamata New Orleans è il primo film davvero americano di Herzog nonostante non sia il primo prodotto ad Hollywood. Ci sono stili e stilemi che non sono mai appartenuti al regista ma che vengono piegate alle sue esigenze. Ricorda molto alla fine la maniera in cui gente come Fritz Lang si muoveva nelle pieghe dei generi e degli stili americani.
Se sarà un edizione moscia questo film può vincere.

Herzog americano è ancora lui? Il sistema ha piegato il cineasta autoriale tedesco in un altro uomo americano oppure ha mantenuto la sua anima? Qui le altre recensioni


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Stranger Things: Joe Keery, Natalia Dyer e Maya Hawke pronti a combattere nelle nuove foto dal set 16 Giugno 2021 - 16:30

Le riprese della quarta stagione di Stranger Things sono ancora in corso, ed ecco che arrivano nuove foto dal set allestito ad Atlanta, in Georgia.

La Sirenetta: stop alle riprese in Sardegna per un focolaio di Covid 16 Giugno 2021 - 15:50

Le riprese de La Sirenetta, il live action Disney basato sul celebre classico d’animazione, sono state interrotte in Sardegna.

Monster Hunter, la terapia di coppia di Paul W.S. Anderson a Milla Jovovich 16 Giugno 2021 - 15:42

Paul W.S. Anderson continua a ritagliare i suoi film attorno a Milla Jovovich, creando un'eroina d'azione androgina e post-umana che ritorna anche in Monster Hunter.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.