L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Frankenstein: il piacere di essere Dio

Di

Frankenstein James Whale Boris Karloff 01

Morto un mostro, se ne fa un altro. Dopo il successo di Dracula, capite le potenzialità che le storie terrificanti potevano avere, la Universal cominciò a sfornare pellicole di genere con un ritmo vertiginoso, portando alla ribalta nuove creature e nuovi interpreti.
Diretto successore – anche per motivi di importanza letteraria – del famoso conte vampiro fu Frankenstein, film diretto da James Whale, praticamente contemporaneo a quello di Tod Browning.


Seguendo un possibile filo logico/cinematografico, anche in questo caso il ruolo principale – quello della Creatura – fu offerto a Bela Lugosi, ma l’attore rifiutò per vanità (il trucco copriva in maniera determinante il suo volto). Come la storia ci ha insegnato, sono azioni come questa a determinare il destino delle persone. La rinuncia dell’attore ungherese permise a Boris Karloff (caratterista che poteva vantare un nutrito curriculum, sebbene poco conosciuto) di calarsi negli ingombranti panni del mostro, diventando una delle figure più celebri del cinema di genere. Errore di uno, fortuna dell’altro, almeno così si dice.

Il film di James Whale nasce dunque così, cavalcando l’onda di un passato successo. Nonostante questo non ha nulla da invidiare al suo padrino cinematografico. Stilisticamente parlando è una spanna sopra l’opera di Browning (che peraltro si dice abbia partecipato pochissimo alle riprese di Dracula) e presenta un personaggio – il Mostro – che per forza di cose riesce a fare più presa sul pubblico. Questo perché non ha nessuna colpa, se non quella di essere stato creato contro la sua volontà.
Ecco allora che le tematiche di una pellicola commerciale diventano d’un tratto alte e per niente scontate. Frankenstein come apologia della scienza sbagliata? Una battuta per lungo tempo censurata (e non presente nel doppiaggio italiano) potrebbe spiegare molte cose al riguardo. La dice il Dr. Frankenstein subito dopo il suo esperimento, una volta (ri)animato quel collage di parti umane: “Ora so cosa si prova ad essere Dio!”.

Frankenstein James Whale Poster Usa 01

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Justice League – Joss Whedon non era stato scelto da Snyder per le riprese aggiuntive 29 Ottobre 2020 - 22:51

Per la prima volta Ray Fisher spiega in dettaglio come è nata la sua battaglia contro Joss Whedon e alcuni dirigenti della Warner, colpevoli di aver creare un ambiente tossico e razzista durante le riprese aggiuntive di Justice League

Mads Mikkelsen e Armie Hammer nella spy-story The Billion Dollar Spy 29 Ottobre 2020 - 21:30

Amma Asante dirigerà il film, basato sulla storia vera di un'amicizia che contribuì a porre fine alla Guerra Fredda

Jessica Chastain contro Anne Hathaway nel remake di Doppio sospetto 29 Ottobre 2020 - 20:45

Olivier Masset-Depasse, regista dell'originale, dirigerà le due attrici nel remake americano Mother's Instinct

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).