L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Uomini Che Odiano Le Donne, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Uomini che odiano le donne Poster ItaliaRegia: Niels Arden Oplev
Cast: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Peter Haber, Lena Endre, Per Oscarsson
Durata: 152 minuti
Anno: 2009

Asciugando asciugando Uomini Che Odiano Le Donne è un giallo canonico. Ma molto canonico. C’è un assassino, delle vittime, un investigatore molto abile nella deduzione ed esterno ai fatti che deve calarsi in un mondo che lo respinge (poichè non ama che si indaghi su di esso), una partner difficile da gestire ma brava nel suo settore e un mistero che coinvolge elementi terribili e fascinosi come il nazismo.

Dato l’impianto e l’intreccio basilari non è certo la trama a contare ma il suo svolgimento, cioè come essa ci viene narrata. E se Stieg Larsson nell’omonimo libro pare aver fatto un ottimo lavoro quanto ad intrattenimento e coinvolgimento (io, ovviamente, non l’ho letto), la stessa cosa non si può proprio dire di Niels Oplev.
Uomini Che Odiano Le Donne (il film) è molto lungo, molto lento e molto poco interessante. Nonostante gli argomenti siano i medesimi del libro, nel film non si percepisce il senso di suspense e attaccamento agli eventi, alla storia e ai protagonisti che fanno il segreto di un giallo. Anche il misterioso e fascinoso contesto non lo è poi tanto nella riduzione cinematografica.

La regia non solo racconta svogliatamente la storia ma manca anche di guizzi. Non si percepiscono scelte forti, momenti personali o soluzioni estreme, tutto è tenuto su un terreno minimale, probabilmente per lasciare che la corposa storia (il libro è molto grosso) riesca ad entrare nelle ben 2 ore e mezza del film rimanendo comprensibile. Eppure la regia non dovrebbe essere proprio l’arte del racconto attraverso le immagini?
Ciò che si perde è l’umanità dei caratteri. Al di là dei contesti che rendono poco, sono poi i personaggi la vera delusione. I loro rapporti e i sentimenti forti che vorrebbero esprimere non passano. Vediamo accadere tante cose, nessuna delle quali però coinvolge davvero, nessuna riesce a superare la semplice illustrazione di un fatto e andare anche solo leggermente oltre per diventare esperienza cinematografica.

Alla fine, quando la noia prende il sopravvento, non si desidera più nemmeno sapere chi sia l’assassino.

E’ finita l’era del giallo al cinema? Il thriller ha preso il suo posto oppure è ancora possibile raccontare una storia lineare e “gialla” nel senso più canonico del termine? Qui le altre opinioni


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Francia: Crollo del 60% degli incassi dopo l’entrata delle nuove misure sanitarie 23 Luglio 2021 - 23:50

L'entrata in vigore delle nuove misure sanitarie in Francia ha portato a un crollo del 60% degli incassi cinematografici e alzamento delle prenotazioni per i vaccini

Superman: Michael B. Jordan e HBO Max insieme per un progetto incentrato su Val-Zod 23 Luglio 2021 - 22:41

Michael B. Jordan e la sua società di produzione Outlier Society hanno unito le forze con HBO Max per sviluppare un progetto incentrato su Val-Zod, l’Uomo d’Acciaio di Terra-2.

Star Trek: Prodigy – Il trailer della nuova serie animata 23 Luglio 2021 - 20:39

In occasione del Comic-Con@Home, Paramount+ e Nickelodeon hanno diffuso traier di Star Trek: Prodigy.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.