L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Uninvited, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

The Uninvited Poster InghilterraRegia: Charles Guard, Thomas Guard
Cast: Elizabeth Banks, Arielle Kebbel, Emily Browning, David Strathairn, Jillian Bach
Durata: 87 minuti
Anno: 2009

Storia di mamme perdute e nuovi elementi estranei alla famiglia. Storia quotidiana di rifiuto di un’intimità imposta. A seguito della morte della mamma (un incidente non da poco) la protagonista passa un po’ di tempo in una specie di manicomio. Trovata sana torna a casa e assieme al padre e alla sorella trova un nuova mamma, cioè l’infermiera che si prendeva cura di quella vera. Difficile accettarla, specialmente quando tutte quelle visioni di gente morta continuano a dirti che non c’è da fidarsi di lei.

La cosa strana di The Uninvited è che si tratta di un horror non banale come vi aspettate, banale come non credereste. Il soggetto viene da Two Sisters, il film coreano di Ji-woon Kim, ma la sceneggiatura e la realizzazione sono americane e si sente, nel senso migliore.

The Uninvited infatti è uguale ad un altro film dell’orrore molto famoso, ma non posso dire quale senza svelare parte della trama. Lo capirete vedendolo. Ad ogni modo il punto non è a cosa somigli ma come si comporti nel raccontare quella storia di mancata integrazione e di paura del diverso.
I fratelli Guard, al loro primo lungometraggio, sono infatti molto migliori del soggetto che gli viene affidato.

Da una storia canonica con risvolti in fondo prevedibili riescono a trarre un film raffinato, che senza pretendere d’essere ciò che non è riesce a raccontare con partecipazione una storia già sentita molte volte, giocando con grande raffinatezza proprio con quelle aspettative del pubblico riguardo i soliti topoi del film dell’orrore.

Non mancano creaturine in stile J-horror nè tantomeno i canonici momenti di soprassalto anche un po’ telefonato, ma tante soluzioni intelligenti rendono The Uninvited un horror estivo leggermente più piacevole e brillante della media.

Horror asiatico o americano? Si basa su Two Sisters ma ricorda tanto un altro film americano antecedente. E’ vero che certe cose ti tornano indietro? Qui gli altri pareri.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

HBO Max ordina la serie dramedy Generation prodotta da Lena Dunham 6 Dicembre 2019 - 2:07

La serie è co-creata dalla diciottenne Zelda Barnz!

Kevin Costner produrrà una serie crime-drama nei parchi nazionali americani 6 Dicembre 2019 - 1:44

Il cineasta proverà a bissare il successo di Yellowstone.

Stephen Graham entra nel cast di Venom 2 6 Dicembre 2019 - 1:32

Possiamo vedere il bravo caratterista in The Irishman.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Walker Texas Ranger 4 Dicembre 2019 - 18:41

Come un recalcitrante Chuck Norris ha fatto la storia della TV con Walker Texas Ranger. Un calcio rotante dopo l'altro.

7 cose che forse non sapevate su Il grande sogno di Maya 4 Dicembre 2019 - 10:45

Sette curiosità su Il grande sogno di Maya: l'anime, il manga infinito (letteralmente) e la grande bontà d'animo della signora Tsukikage. Uh, guarda.

Fuga da Los Angeles (FantaDoc) 28 Novembre 2019 - 18:23

La storia di come e perché John Carpenter e Kurt Russell hanno rimesso in pista nel 1996 Snake/Jena Plissken. E di cosa è andato storto.