L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Terra Madre, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Terra Madre Poster ItaliaRegia: Ermanno Olmi
Durata: 78 minuti
Anno: 2009

Olmi aveva detto che avrebbe smesso di fare film di finzione e si sarebbe dato unicamente al documentario e così è arrivato Terra Madre. Come era facile aspettarsi il primo di questi documentari tocca uno dei temi fondamentali dell’autore, cioè il recupero di un umanesimo contadino antistorico che salvi l’umanità dall’imbarbarimento e dall’impoverimento spirituale della vita metropolitana (per l’occasione Celentano ha anche fatto una canzone che si sente sui titoli di coda).

Il documentario è bellissimo. Davvero. All’inizio è molto attaccato all’evento Terra Madre che, patrocinato da Slow Food, riunisce ogni anno contadini e attivisti della categoria per recuperare appunto quella dimensione alimentare e così risolvere i problemi della Terra. Mentre alla fine è un’ode al rapporto uomo/natura, al lavoro dei campi e alla gioia della vita contadina.
Ecco questa seconda parte specialmente è straordinaria, ma straordinaria davvero. Per tutto il film Olmi riesce a fare del vero cinema a trovare immagini e dimensioni narrative non necessariamente didascaliche che comunichino tramite l’estetica, ma nel finale tutto questo arriva all’apoteosi.

Ci sono circa 20 minuti muti, di un uomo che lavora la terra che sono sensazionali! Quelle immagini molto ravvicinate, molto curate (ogni frutto ha una sua inquadratura, sue luci, sue prospettive), abbinate ad un sonoro forte e non sempre in armonia ma spesso in contrasto comunicano in ogni secondo un amore per l’oggetto rappresentato pari a quanto sia riuscito a fare Truffaut con il cinema in Effetto Notte. E lo dice uno che non è particolarmente in fissa con il ritorno alla natura, anzi! Ma sono rimasto conquistato da come Olmi padroneggi il mezzo e non solo non annoi in quei 20 minuti documentaristici ma anzi appassioni con ogni taglio di luce.

Altro discorso andrebbe poi fatto per la teoria di fondo del film, cioè per la teoria espressa da molti partecipanti a Terra Madre che Olmi con le immagini sembra sposare in pieno (lo sappiamo anche dalle sue molte dichiarazioni sul tema), cioè appunto la necessità di tornare alla natura per recuperare la nostra umanità e addirittura la vita contadina come “nuovo illuminismo”, affermazione che non saprei nemmeno da dove iniziare a criticare.
Non che non sia d’accordo con la necessità di rivedere le strategie di distribuzione alimentare (anzi!), ma non è il rifiuto della modernità la risposta. Invece in Terra Madre proprio il rifiuto della modernità è uno dei temi fondamentali, modernità come inquinamento, modernità come metropoli, modernità come tecnologia disumanizzante.
Accuse non argomentate e non giustificate, anche perchè non sono in necessario contrasto con una revisione del sistema alimentare. Accuse in sostanza buttate lì sapendo di avere gioco facile con larghe fasce di pubblico ma che sviliscono un film dalla cinematografia stupefacente.

I documentari insegnano? Convincono? O semplicemente mostrano? E Terra Madre che si propone di fare? E’ giusto un documentario a tesi? Qui le altre critiche

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Curb Your Enthusiasm: il trailer della stagione 10 è qui 12 Dicembre 2019 - 20:30

La nuova stagione della serie di Larry David debutterà su HBO il 19 gennaio

Pierce Brosnan affiancherà Camila Cabello in Cenerentola 12 Dicembre 2019 - 19:15

L'attore sarà il re nel musical prodotto dalla Sony

All the Bright Places: poster e data del film Netflix con Elle Fanning 12 Dicembre 2019 - 19:15

Arriverà su Netflix a febbraio il film tratto dal romanzo Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Highlander, la Serie TV 11 Dicembre 2019 - 14:45

La storia dell'altro Highlander, quello televisivo con Duncan MacLeod e il suo look da Fiorello ai tempi del Karaoke.

7 cose che forse non sapevate su Vultus V 10 Dicembre 2019 - 19:49

Sette curiosità su Vultus V, il robot giapponese che, tra le altre cose, ha fatto incavolare un dittatore.

Ragazzi Perduti (FantaDoc) 6 Dicembre 2019 - 10:45

La storia di Ragazzi Perduti (Lost Boys): come quello che doveva essere "il Goonies coi vampiri" è diventato un film di successo pieno di tizi che sembrano usciti da una boy band.