L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Star System – Se non ci sei non esisti, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

star system - Se non ci sei non esisti Poster ItaliaRegia: Robert B. Weide
Cast: Gillian Leigh Anderson, Jeffrey “Jeff” Leon Bridges, Kirsten Dunst, Megan Fox, Simon John Pegg
Durata: 110 minuti
Anno: 2008

Avrebbe davvero poche frecce al suo arco Star System se non ci fosse Simon Pegg nel ruolo del protagonista. La storia infatti non spicca certo per originalità e la sceneggiatura più frizzante della media farebbe poco senza un interprete capace di renderne la comicità britannica.

Il film prende dalle mosse dal libro omonimo (almeno per quanto riguarda il titolo originale) di Toby Young, How To Lose Friends & Alienate People, un’autobiografia che parla di come un giornalistucolo scandalistico inglese sia arrivato in una prestigiosa rivista americana e come il contrasto tra il suo fare da disadattato e il patinatissimo mondo delle celebrità sia costato infelicità e sofferenze.

Certo oltre Simon Pegg non c’è molto altro. Robert B. Weide non riesce a creare un vero interesse intorno ad una storia che invece poteva offrirne e si limita a puntare la macchina da presa verso il suo protagonista che, da par suo si ingegna e si industria come può per dare il meglio di sè e salvare il film.
Il risultato è che indubbiamente si ride e di gusto in molte scene, con trovate a metà tra il demenziale americano moderno e il più ricercato umorismo inglese.

Ridicole invece le molte strizzatine d’occhio a Il Grande Lebowski, presenti unicamente per il fatto che uno dei personaggi è interpretato da un Jeff Brdiges di nuovo con i capelli lunghi. Come ridicola l’autoironia per nulla sincera di Megan Fox, per nulla espressiva nel suo cercare di interpretare una persona inespressiva.

Forse il cinema è troppo per Star System ma una visione casalinga potrebbe regalare più soddisfazioni di quanto non si creda….

Si possono fare film del genere prescindendo dall’origine? Può Hollywood davvero riuscire a prendere in giro se stessa come se si guardasse da fuori? Qui le altre recensioni


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Al nuovo gusto di ciliegia: nuovo trailer per la serie Netflix con Rosa Salazar 30 Luglio 2021 - 21:15

Creata da Nick Antosca (Antlers), la serie sarà incentrata su una vendetta soprannaturale dagli effetti allucinogeni nella Hollywood anni '90

The Menu: Nicholas Hoult reciterà nella commedia con Anya Taylor-Joy 30 Luglio 2021 - 20:30

Nicholas Hoult reciterà nella commedia thriller The Menu con Anya Taylor-Joy, Ralph Fiennes e Hong Chau.

Jungle Cruise – Tutto ciò che c’è da sapere sul film Disney con The Rock e Emily Blunt 30 Luglio 2021 - 20:00

Jungle Cruise è arrivato dopo le sale anche su Disney+: ecco tutto ciò che c'è da sapere sul film!

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.