L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Casa Sulle Nuvole, la recensione

Di Gabriele Niola

La casa sulle nuvole Poster ItaliaRegia: Claudio Giovannesi
Cast: Adriano Giannini, Emanuele Bosi, Emilio Bonucci, Paolo Sassanelli, Manuela Spartà
Anno: 2009

Dagli anni ’80 in poi, cioè da Gabriele Salvatores in poi, il road movie alla ricerca di se stessi e dei legami che una volta si aveva con amici o famiglia è diventato un classico del nostro cinema.
A modo nostro abbiamo rielaborato le caratteristiche vincenti dei film “in movimento” (paesaggi sempre diversi, situazioni sempre diverse, facile metafora del cambiamento) con le caratteristiche tipiche del nostro modo di fare film (attenzione ai legami più che ai sentimenti, strutture drammatiche che si nutrono delle parti di commedia ancor più che di quelle realmente drammatiche, riprese in esterni) ottenendo una via tutta nostra.

La Casa Sulle Nuvole riassume tutto questo e si pone come l’ennesimo film sul genere fatto in Italia. Questo di per sè non è proprio un bene, tuttavia non si può non riconoscere come Giovannesi, appoggiandosi a meccanismi, stili e dinamiche già molto rodate e provate riesce a girare un racconto che indubbiamente nella sua semplicità funziona.

Il viaggio stavolta è quello di due fratelli (il piccolo emotivo ed espansivo, il grande introverso e scontroso ma solo per nascondere un’emotività anche maggiore del piccolo) che vanno in Marocco a parlare con un padre che credevano morto e che invece ha venduto la casa in cui ora i due vivono.
Inutile dire che lì scopriranno più di quanto credevano possibile su stessi, sul proprio rapporto e su cosa vogliano dalla vita, anche grazie ad alcuni incontri romantico-sessuali con donne autoctone.

Il film ha anche dei momenti che colpiscono nel segno con un po’ più di abilità come quello molto decantato della mongolfiera che emerge dalle dune o quello finale del saluto da lontano teso a strappare qualche lacrime anche grazie ad Adriano Giannini (che per le ovvie rassomiglianze è un altro di quei volti commoventi in sè per la storia del cinema italiano).
Il resto tuttavia è abbastanza ordinario e sebbene girato con invisibile umiltà non guizza mai e rimane sulla sufficienza.

Il cinema italiano deve continuare a fare quello che sa fare e farlo sempre meglio per raggiungere un’eccellenza di genere o dovrebbe avventurarsi anche in terreni meno esplorati? Qui le altre critiche.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Francia: Crollo del 60% degli incassi dopo l’entrata delle nuove misure sanitarie 23 Luglio 2021 - 23:50

L'entrata in vigore delle nuove misure sanitarie in Francia ha portato a un crollo del 60% degli incassi cinematografici e alzamento delle prenotazioni per i vaccini

Superman: Michael B. Jordan e HBO Max insieme per un progetto incentrato su Val-Zod 23 Luglio 2021 - 22:41

Michael B. Jordan e la sua società di produzione Outlier Society hanno unito le forze con HBO Max per sviluppare un progetto incentrato su Val-Zod, l’Uomo d’Acciaio di Terra-2.

Star Trek: Prodigy – Il trailer della nuova serie animata 23 Luglio 2021 - 20:39

In occasione del Comic-Con@Home, Paramount+ e Nickelodeon hanno diffuso traier di Star Trek: Prodigy.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.