L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Pro e contro: le prime due recensioni di Amabili resti!

Di

Amabili resti Peter Jackson Saoirse Ronan Rose McIver Mark Wahlberg

Ainticool ha pubblicato in esclusiva le prime due recensioni dell’attesissimo Amabili resti (The Lovely Bones), pellicola diretta da Peter Jackson, in uscita in Italia il 29  gennaio 2010.  Si tratta dei pareri di due fortunati che hanno assistito ad una delle proiezioni di prova (test screening del film).

La prima recensione (che non contiene grossisimi spoilers) è molto positiva:

amabili-resti-saoirse-ronan

“Il film è meglio di quanto mi aspettassi e questo dice tanto, dal momento che si tratta proprio di Peter Jackson… Prima di tutto, il film mi ha fatto sentire benissimo, e questa è una cosa che non mi aspettavo data la premessa alquanto dark. Ma Peter e la sua troupe hanno fatto un lavoro fantastico. Ti dicono sin dall’inizio quello che succederà… e anche se è così, ci sono momenti in cui ti fanno saltare dalla poltrona proprio perché sai cosa sta per succedere, oppure ti fanno rabbrividire. E poi c’è quello a cui non sei preparato che ti lascia letteralmente sbalordito.

Tutte le performance sono fantastiche, e tutte le emozioni dei personaggi sembrano vere e penso che questo sia difficilissimo con questo materiale… nessuno può immaginare quello a cui questi personaggi vanno incontro. Ma Susie Salmon, la giovane protagonista, è davvero splendida. Questo personaggio aveva bisogno di un’attrice forte e Saoirse Ronan splende in tutto il film, è grazie a lei che venite coinvolti emotivamente. Sentite immediatamente qualcosa per i personaggi, perfino per quello cattivo… una cosa alquanto strana…

E gli effetti, che arrivano nel film a circa 25/30 minuti, ero davvero affascinato. Una volta che ti abitui agli effetti speciali, tutto va bene. Non sapevo cosa aspettarmi dal “paradiso”, ma una volta che l’hai visto, è come se lo conoscessi da sempre. In pratica è come se rimaneste interamente appagati dal film, sin dall’inizio… e questa sensazione dura per tutto il film. Mentre guardavo, c’erano momenti in cui avevo la sensazione che sembrasse un film diverso, che non è necessariamente una buona cosa, ma ogni volta che lo pensavo, mi rendevo immediatamente conto che questo film è 10 volte meglio di quanto pensassi.

So che volete qualche altro dettaglio sul “paradiso”, ma davvero deve essere una sorpresa, ma vi dico – e non sono un esperto – che sembra che gli effetti speciali siano tutti realizzati al computer e non siano “materiali”.  Quando vi trovate nei cieli con Susie, tutto sembra reale e poi può succedere qualcosa di bellissimo o di spaventoso… e vi viene ricordato che quella non è la realtà.

[…] Questo film è proprio sulla stessa scia di Creature del cielo – e questo ce l’aspettavamo – ma ha una marcia in più. Sembra un nuovo film e un nuovo stile per Peter Jackson e io l’ho adorato. Penso che meno ne sapete, meglio è – ma quando lo vedrete a dicembre (negli Usa uscirà l’11 dicembre 2009) vi renderete conto che si tratta di una cosa davvero speciale!

-LongLiveRock-“

Amabili resti Saoirse Ronan Susie Salmon

La seconda recensione, invece, sottolinea quali (secondo questo spettatore – che si firma Dock Ock) sarebbero i difetti del film:

“Caro Aint-It-Cool,

Ieri sera ho visto una test screening di Amabili resti. Mi hanno detto che era ancora un work in progress e che mancavano alcuni effetti speciali e che il film è ancora in fase di montaggio. Non saprei, chiaramente non ho visto scene in cui c’era un mostro creato interamente al computer e nemmeno inquadrature incomplete. C’erano alcuni effetti che non sembravano completi, sì, e alcune piccole cose che avevano ancora bisogno di colore. […]

La storia è incentrata su una ragazzina molto intelligente e sensibile (Saoirse Ronan) che ama la fotografia; viene uccisa brutalmente da un maniaco. E viene portata nell’aldilà meraviglioso, mentre la sua famiglia è devastata dal dramma. E anche loro cercano di trovare il suo assassino. Lo stesso assassino di cui conosciamo l’identità sin dall’inizio.

Questo maniaco, molestatore di bambini è interpretato da Stanley Tucci che non ho riconosciuto e che sembrava davvero conciato come se fosse un molestatore di bambini nella notte di Halloween. Aveva i baffi di un molestatore, i capelli di un molestatore e gli occhiali di un molestatore e parlava proprio con lo stesso difetto di pronuncia di un molestatore. Se fosse stato un pirata, avrebbe avuto una benda sugli occhi e  tre gambe di legno!

C’è un momento in cui la ragazzina sta esplorando quell’aldilà fantastico e decide che non si tratta proprio del paradiso e nemmeno del mondo dei vivi… secondo lei, è un “pò dei due mondi”. Così possiamo riassumere l’intero film. Si tratta di due cose completamente diverse che cercano di essere mischiati insieme con un risultato deludente. Il montaggio e le inquadrature erano piuttosto impacciati. Non ho mai visto Peter Jackson lavorare in questo modo. era come se volesse avvertirmi ad ogni scena… e io odio questa cosa. Ci sono tante scene montate in parallelo tra i due mondi: la ragazzina si perde in una foresta di ali di farfalle e nel frattempo il suo papà (Mark Wahlberg) ha un esaurimento nervoso e urla contro sua moglie (una Rachel Weisz davvero fastidiosa), finché entrambi non piangono. […]

Pare che lo scopo della produzione sia quello di realizzare un film PG-13 e questo è sconcertante. Amabili resti è come un film per tutti forzato ad essere un film vietato ai minori. Posso già immaginare le teenagers che adoreranno una parte di questo film… peccato che tutto il resto riguarda una ragazzina che viene violentata e uccisa… potrebbe essere dura vendere questo film.

[…] Come mai c’è Susan Sarandon nel film? Perché all’ultimo minuto sembra la copia di La finestra sul cortile? Perché la ragazzina uccisa incontra una ragazza asiatica nell’aldilà?

[…] C’erano alcune parti davvero emozionanti e alcune cose sbalorditive dal punto di vista visivo e Saoirse Ronan è davvero perfetta nel ruolo della protagonista (solo che smette di essere la protagonista a metà film). Secondo me dovevano scegliere un’altra direzione, dovrebbero utilizzare meglio i suoni che mettevano in assenza di suspense e fermare un pò il tono frenetico del montaggio e della macchina da presa. Se riusciranno a fare tutto questo, allora sarò interessato a rivederlo.

Doc Ock”

(Fonte: Ainticool)

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Mandalorian 2: la recensione del sesto episodio, The Tragedy 4 Dicembre 2020 - 16:05

Un episodio, diretto da Robert Rodriguez, che dà una bella scossa allo status quo della serie

Star Wars The Mandalorian: La Storia di Boba Fett 4 Dicembre 2020 - 16:03

Boba Fett è tornato: ecco tutta la storia del più celebre cacciatore di taglie dell'universo di Star Wars

Death to 2020: il teaser del mockumentary Netflix di Charlie Brooker 4 Dicembre 2020 - 15:22

Charlie Brooker realizzerà per Netflix un mockumentary incentrato sul 2020. Ora sappiamo anche il titolo del mockumentary in questione: Death to 2020.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.