L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Two Lovers, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Two Lovers Poster ItaliaRegia: James Gray
Cast: Joaquin Phoenix, Gwyneth Paltrow, Vinessa Shaw, Isabella Rossellini, Moni Moshonov
Durata: 100 minuti
Anno: 2008

Che Two Lovers non sia il tipico film che vi aspettereste da un titolo del genere e dalla presenza di Gwyneth Paltrow lo si capisce subito vedendo che il vero protagonista è Joaquin Phoenix e il regista (e sceneggiatore) è James Gray, che dopo 3 thriller polizieschi si dà ad una storia d’amore.

Ma forse anche “storia d’amore” è un modo sbagliato di definire un film che è più un dramma umano che utilizza l’amore come elemento paradigmatico delle diverse infelicità e insoddisfazioni che affliggono l’uomo.
L’ispirazione è dichiaratamente Le Notti Bianche di Dostoevskij, il film ne mantiene la struttura di fondo (un uomo si innamora platonicamente e perdutamente di una donna che conosce pochissimo e che gli confida il suo dramma con un altro uomo) cambiando tutto quello che gli sta attorno in maniera intelligente e funzionale ai propri obiettivi.
Il suo personaggio è un ex suicida (lo si vede nella prima scena) che ha una possibilità di felicità con un’altra donna. Un uomo infinitamente più disperato, vulnerabile e al contempo pieno di risorse di quello dostoevskiano.

Two Lovers è un film piccolo e americano nel quale James Gray si nasconde più che può. Il regista sembra non esistere, il tramite tra racconto e spettatore sembra non esserci e così l’esperienza è totalmente trasparente. Un espediente di naturalezza difficilissimo da raggiungere e che si ottiene con il massimo dell’artificio, utilizzando cioè con abilità e ragione tutti gli strumenti del linguaggio cinematografico.

Basta guardare la recitazione per nulla realista, la colonna sonora presente nei momenti fondamentali e moderatissima (eppure fondamentale!), la macchina a mano ben poco realista ma assolutamente invisibile e tutti gli altri espedienti di racconto (agnizioni, svelamenti, colpi di scena e costruzione della suspense) che James Gray usa in abbondanza.

Il risultato è un film coinvolgente come pochi se ne sono visti negli ultimi anni, che raccontando la storia particolare di un uomo tocca le corde più alte e costringe tutti gli spettatori a schierarsi da una parte e fare il tifo per la propria idea di felicità. E non tutti si schiereranno sul medesimo lato.

Meglio parlare del rapporto che gli uomini stringono con le storie d’amore attraverso le commedie romantiche o attraverso i drammatici come questo? Le risposte degli altri, e magari anche le tue, qui.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Sulla scena del delitto: Il caso del Cecil Hotel, il trailer della docuserie Netflix 26 Gennaio 2021 - 21:30

La nuova docuserie true crime di Joe Berlinger, regista de Il caso Bundy, dal 10 febbraio su Netflix

Vikings: Valhalla – Ecco il cast dello spin-off di Netflix 26 Gennaio 2021 - 20:50

Le riprese della prima stagione di Vikings: Valhalla sono state concluse, ecco il cast dello spin-off di Netflix

E domani un altro mondo: Netflix acquista il potenziale candidato tedesco agli Oscar 26 Gennaio 2021 - 20:45

Il film di Julia von Heinz, attaccato dai neonazisti tedeschi, approderà sulla piattaforma entro fine aprile

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.