L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Boheme, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Regia: Robert Dornhelm
Cast: Rolando Villazon, Anna Netrebko, Nicole Cabell, Stéphan Degout, Boaz Daniel
Durata: 100 minuti
Anno: 2008

Senza stare a fare il critico borioso che millanta di conoscere cose che non conosce e senza stare a fare il critico barboso che inneggia a tutto quello che è noioso e “classico”, io qui affermo che questa Boheme è bellissima.
La Boheme portata al cinema pensavo non potesse avere senso, la immaginavo una cosa povera e succube della versione teatrale come è accaduto in passato per esperimenti omologhi. E invece mi sono dovuto ricredere e di parecchio.

Non solo si tratta di un film vero e proprio, una produzione ricchissima dotata di tutti i crismi del cinema e del linguaggio filmico (anche inadatta ad una proiezione televisiva) ma è soprattutto un’opera che legge a suo modo la materia pucciniana cercando chiave di visione personali.
Robert Dornhelm fa un’operazione davvero raffinata perchè non cerca necessariamente la modernità, rispetta e segue il libretto inserendo il cinema solo nei termini del suo linguaggio. C’è una fotografia curatissima e ben poco realistica o teatrale, c’è un grandissimo lavoro di montaggio che evita come la peste il pianosequenza, ci sono inquadrature composte in maniera molto particolare oltre a splitscreen, sovrimpressioni, dissolvenze e punti vista non usuali.

C’è un vero pensiero dietro al modo in cui la storia verrà ripresa nonostante i quadri siano sempre i 4 canonici (soffitta, quartiere latino, giardino innevato, soffitta di nuovo). C’è un preciso pensiero anche dietro ogni inquadratura, Dornhelm si pone proprio il problema di come inquadrare in ogni momento i suoi attori e attraverso quelle scelte far emergere le proprie idee ed interpretazioni. Gli va vicino nei momenti più intensi e li inquadra con dei totali in quelli più leggeri.

Sicuramente il film infastidirà i “veri appassionati” ma darà soddisfazione invece ai melomani della domenica come me o chiunque voglia porsi davanti ad una storia realizzata benissimo ma fuori dal tempo (la tempistica e il ritmo sono proprio di un’altra epoca e lo si vede ad esempio da quanto tempo ci si sofferma sull’agonia finale).

Facile chiedersi come i produttori contino di rientrare da un’operazione così dispendiosa (tra le altre cose è tutto ricostruito in studio con grande minuzia e sfarzo, ci sono tantissime comparse e i protagonisti sono due famosissimi interpreti).
La risposta è che tra i produttori c’è la Beta Cinema (già dietro a successi come Le Vite Degli Altri, Il Falsario, Mongol ecc.ecc.) il cui proprietario è un melomane folle e ha deciso di fare quest’operazione alla grande col rischio di andare in perdita.
Ad ogni modo dato il valore del risultato e il paragone con le altre cose simili penso che sul mercato home video e delle tv tematiche se lo litigheranno.
Al cinema andrà in tournèe, cioè starà un giorno solo in ogni città. Qui trovate tutte le date.

Può avere senso portare l’opera al cinema? E fare una tournèe con una giornata per ogni città è un’operazione che concentrerà gli appassionati o taglierà fuori tutti gli altri? Qui tutti i pareri.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Justice League – Joss Whedon non era stato scelto da Snyder per le riprese aggiuntive 29 Ottobre 2020 - 22:51

Per la prima volta Ray Fisher spiega in dettaglio come è nata la sua battaglia contro Joss Whedon e alcuni dirigenti della Warner, colpevoli di aver creare un ambiente tossico e razzista durante le riprese aggiuntive di Justice League

Mads Mikkelsen e Armie Hammer nella spy-story The Billion Dollar Spy 29 Ottobre 2020 - 21:30

Amma Asante dirigerà il film, basato sulla storia vera di un'amicizia che contribuì a porre fine alla Guerra Fredda

Jessica Chastain contro Anne Hathaway nel remake di Doppio sospetto 29 Ottobre 2020 - 20:45

Olivier Masset-Depasse, regista dell'originale, dirigerà le due attrici nel remake americano Mother's Instinct

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).