L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Vuoti a Rendere, la recensione

Di Gabriele Niola

Vuoti a Rendere Poster ItaliaRegia: Jan Sveràk
Cast: Zdenek Sverák, Tatiana Vilhelmovà, Daniela Kolàrovà, Alena Vrànovà, Martin Pechlàt
Durata: 100 minuti
Anno: 2007

Uno dei film più sorprendenti tra quelli al momento al cinema.
Terzo capitolo di una trilogia sulle diverse fasi della vita che non conoscevo Vuoti a Rendere è una commedia intensissima e mai banale, che mette al centro di un racconto divertente e molto ritmato un personaggio come non se ne vedono di frequente.

E’ un film a gestione familiare dove l’attore protagonista, Zdenek Sveràk, è anche lo sceneggiatore e a dirigere c’è, Jan Sveràk, suo figlio. I due hanno l’uno più esperienza dell’altro (ovviamente l’uno è il padre) e il risultato è una commedia raccontata veramente bene, un piacere per lo spettatore.
Piacere sia formale che di contenuto perchè la struttura del racconto, l’armonia dei dialoghi e il susseguirsi perfetto delle sequenze è utilizzato per parlare dei veri limiti e delle possibilità della vecchiaia senza timore.

Tra sogni felliniani (soprattutto per la movimentata ambientazione ferroviaria), realtà molto più materiali, atti d’amore egoistici e incredibili piani riusciti Vuoti a Rendere riesce nel meccanismo più basilare in assoluto del racconto: l’accumulo e il rilascio. Dopo aver accumulato tensioni, dubbi, asperità e aspirazioni dei singoli personaggi per tutto il film il rilascio avviene nella meravigliosa sequenza finale della mongolfiera (l’unica non apertamente comica) dove, non senza una certa tensione (e già a partire dalla sequenza precedente in macchina), l’intreccio principale si risolve con grande raffinatezza trasponendo la tensione emotiva e passionale che esiste tra i personaggi nella tensione per il pericolo contingente.

Il solito film ceco amato dalla critica? Un piccolo esempio di commedia che mette daccordo il pubblico e i giornali? Scoprilo qui.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Articolo Precedente

LEGGI ANCHE

Crudelia: un assaggio della canzone “Call me Cruella” di Florence + The Machine 10 Maggio 2021 - 19:54

Tra i brani presenti nella colonna sonora di Crudelia, il nuovo film Disney con Emma Stone, troviamo “Call me Cruella” di Florence + The Machine.

Cuccioli Mostruosi: in attesa di Hotel Transylvania ecco un simpaticissimo corto 10 Maggio 2021 - 19:37

Si intitola Cuccioli Mostruosi ed è un simpaticissimo cortometraggio ambientato nell’universo di Hotel Transylvania.

Venom: La furia di Carnage, nel trailer c’è il Daily Bugle. Cosa significa? 10 Maggio 2021 - 19:30

La presenza del giornale di J. Jonah Jameson, con il logo dei film di Sam Raimi, alimenta nuove domande. Ecco alcuni curiosi easter egg del trailer di Venom 2

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).