L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The End is Nigh

Di

the-end-is-nigh

«La fine è vicina»: lo dice un cartello portato da un uomo che sembra un povero reietto (ma si rivelerà ben altro) sulle pagine di Watchmen, il graphic novel da cui l’imminente pellicola di Zack Snyder è tratta. E per alcune brutte, bruttissime settimane è parso ai fan proprio questo: che la fine delle speranze di vedere Watchmen il 6 marzo fosse a tanto così dal giungere davvero. Ma poi tutto si è risolto: invece di attendere la fine, stiamo aspettando l’inizio dell’era Watchmen al cinema!

Ho detto “i fan”, poco fa: ma questo non vuole essere un blog dedicato ai fan. O meglio, non SOLO ai fan. Coloro tra i nostri lettori che sono già fan del fumetto di Alan Moore e Dave Gibbons sono i benvenuti, naturalmente, e chi scrive è un fan dell’opera di questi geniali autori dopo tutto. Ma il nostro blog vuole rivolgersi a tutti coloro che, vedendo i trailer e gli spot tv dedicati al film sono stati attratti, incuriositi, da un’opera che vuole ridefinire i supereroi al cinema così come il romanzo grafico originale fece nei fumetti.

Che cos’è Watchmen, dunque? E’ un fumetto talmente complesso, adulto e stratificato, da essersi guadagnato il rispetto dell’ambiente intellettuale al di fuori della cerchia di critici ed appassionati del medium a strisce. E’ l’unico nel suo genere ad essere stato incluso da Time nella lista (redatta nel 2005) dei 100 migliori romanzi in lingua inglese pubblicati dal 1923 a oggi. E’ un’opera d’arte che fonde la geniale scrittura di Alan Moore con la maestosità ritmica delle tavole di Dave Gibbons.

E perché Doomsday Clock? Nel cercare un nome adatto per questo diario che ci accompagnerà da oggi sino all’uscita del film, abbiamo pensato che fosse opportuno richiamare in qualche modo l’importanza che il tempo e, metaforicamente, gli orologi hanno nel graphic novel. Non solo “watchmen” vuol dire, oltre a “guardiani”, “orologiai”, ma il tempo gioca un ruolo chiave nel fumetto: perché Watchmen è prima di tutto una corsa contro di esso per evitare un destino catastrofico.

La concezione del tempo in Watchmen potrebbe essere riassunta, appunto, tirando in ballo il “Doomsday Clock”,ovvero l’orologio presente nella “stanza dei bottoni” in cui Nixon ed il suo staff militare si riuniscono in alcune scene chiave del fumetto, ambientato in una realtà parallela in cui la guerra atomica è ad un passo.

Ma non si tratta di un’invenzione di Moore: l’orologio dell’apocalisse è un orologio simbolico creato nel 1947 dagli scienziati del Bulletin of Atomic Scientists dell’Università di Chicago. La mezzanotte simboleggia l’olocausto nucleare, e al momento della sua creazione le lancette furono impostate su sette minuti a mezzanotte. Durante lo svolgersi degli eventi in Watchmen, spesso vediamo le lancette di tale orologio impostate su cinque minuti a mezzanotte, un segnale chiaro e conciso della crisi che sta investendo il mondo.

Abbiamo pensato che questo fosse un ottimo simbolo di ciò che ci attende: un mese in cui correremo contro il tempo nel tentativo di regalarvi news sempre aggiornate e di ripercorrere quest’ultimo anno febbrile, in attesa del 6 marzo.

Nel frattempo, vi rimandiamo alla nostra disamina a puntate Watching the Watchmen, le cui parti potete trovare qui, qui, qui e qui. Vi farete un’idea, ma per ora non abbiamo che grattato la superficie di quello che ci aspetta. Il tempo stringe, «La fine è vicina».

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Angel – Lo spin-off di Buffy è su Star e dovete recuperarlo subito! 8 Maggio 2021 - 20:00

Angel è da oggi parte del catalogo di Star su Disney+: una perfetta occasione per recuperare un cult!

Infinite: lo sci-fi thriller di Fuqua con Wahlberg salta i cinema e passa a Paramount+ 8 Maggio 2021 - 18:07

Un altro titolo fantascientifico salterà le sale: Infinite lo scifi thriller di Fuqua con Mark Wahlberg passa a Paramount+

The Space Cinema cerca nuove risorse per tutti i multisala del circuito 8 Maggio 2021 - 17:00

In vista della ripartenza del settore, dopo la chiusura di questi mesi, l’azienda ha aperto da poco nuove posizioni per coloro che vogliono lavorare all’interno dei multisala The Space Cinema.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.