L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Spock Time: Leonard Nimoy vi racconta la sua esperienza nel nuovo Star Trek!

Di

Come ben sapete Leonard Nimoy ritorna nei panni del vecchio Spock nel nuovo film di J.J. Abrams . Il regista ha continuato a corteggiarlo per affidargli ancora una volta le mitiche orecchie a punta! Sul 15simo numero di Official Star Trek magazine, l’attore ha parlato del nuovo film.

Ecco a seguire l’intervista in versione integrale:

Star Trek Leonard Nimoy Spock

Star Trek Magazine: Qual è stata la sua reazione quando le hanno detto che J.J. Abrams avrebbe diretto il nuovo Star Trek?
Leonard Nimoy: Ne sono rimasto molto contento. Conosco bene il suo lavoro e sono un suo fan. Penso che sia un uomo di raro talento. Ci siamo incontrati ed è andato tutto bene: eravamo io, J.J. e un paio di sceneggiatori e produttori. La chiacchierata è andata abbastanza bene, perché ho subito capito che eravamo sulla stessa lunghezza d’onda Ho pensato che erano davvero riusciti ad inquadrare i personaggi e la chimica tra di loro. Ero davvero contento.

Roberto Orci e Alex Kurtzman hanno detto che lei non era interessato ad esplorare le origini della storia che loro avevano in mente e che sarebbero dovuti tornare a riscrivere di nuovo. E’ rimasto sorpreso di essere stato così al centro del loro interesse?
Non direi sorpreso. In un certo senso avevano ragione proprio perché nella loro mente la storia era incentrata su Spock. Ero lusingato che avevano scelto proprio Spock. Prima di questo film, c’erano stati alcuni progetti in cui Spock aveva un ruolo marginale e io non ero affatto contento. Ho scoperto che in questo film Spock viene messo a fuoco in maniera perfetta.

E questo lo descriverebbe come un ritorno alle origini?
Certamente Vi dico una cosa: io vedo questo film come una produzione gigantesca, molto più grande di qualsiasi altro film di Star Trek. Gli scopi dei produttori sono enormi. Ma proprio al centro del progetto c’è tanto cuore. E quel cuore viene proprio dai personaggi e dal loro uso e dai loro rapporti. Questo significa Star Trek al suo meglio: una grande idea con il cuore al centro.

Sarà più grande del primo Star Trek cinematografico di Robert Wise?
Penso proprio di sì. Quel film era proprio grande, ma non penso che le speranze dei produttori di quel film erano grandi quanto quelle di questo film. E’ stato un film molto diverso che aveva un altro look e un’altra sensazione. In questo nuovo film, scena dopo scena, avrete un senso più chiaro degli scopi della produzione, un qualcosa che non si è mai visto prima. Con tutto il rispetto per il film di Wise… ma quello non aveva l’umanità dei personaggi al centro. Credo che questa sia proprio la differenza tra il vecchio e il nuovo film.

Star Trek XI Spok 1

E’ stato coinvolto nel processo di casting… in particolare con Zachary Quinto che interpreta Spock?
Soltanto nel momento in cui J.J. lo stava considerando ufficialmente come nuovo Spock. Mi ha inviato un video dei precedenti lavori di Zachary. Ho subito visto il suo talento. Mi è sembrato del tutto credibile, ma soprattutto, dimostrava una grande intelligenza come attore e una grande interiorità, una cosa che è fondamentale per il personaggio di Spock. Ho subito chiamato J.J. e gli ho detto: “Credo che hai fatto una bellissima scelta”.

E’ stato rivelato che lei ha alcune scene insieme a Simon Pegg nel ruolo di Scotty. E’ stato strano dialogare con quel personaggio che per la prima volta non era interpretato da Jimmy Doohan?
Certamente, la nostalgia ha un grande ruolo in tutta la faccenda. Così come la memoria e la storia. Ho amato tutti gli attori che interpretavano l’equipaggio originale. E’ stato molto toccante per me vedere nuovi talenti raccogliere il testimone e mettersi in marcia. Penso che Simon Pegg sia un attore fantastico con grandi tempi comici. Chris Pine nel ruolo di Kirk… sono tutti così fantastici. Sono contento.

Quando ho visto alcune sequenze del film, ero con mia moglie che non è mai stata una trekkie. Però, quello che lei mi ha detto è stato: “non voglio che questo film finisca proprio ora!”…
E questo è proprio il complimento migliore che si può fare ad un raccontastorie.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

NBC cancella i Golden Globes 2022, torneranno nel 2023 11 Maggio 2021 - 8:52

NBC ha deciso di cancellare la prossima edizione dei Golden Globes per dare il tempo alla Hollywood Foreign Press Association di riformarsi in senso inclusivo.

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).