L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Questo Piccolo Grande Amore, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Questo piccolo grande amore Poster ItaliaRegia: Riccardo Donna
Cast: Emanuele Bosi, Mary Petruolo
Durata: 110 minuti
Anno: 2009

Il pretendente al trono di “film di San Valentino” di quest’anno è Questo Piccolo Grande Amore che, sebbene non abbia gli attori e il richiamo di Ex di Fausto Brizzi (un professionista del cinema valentinico) può contare sulla storia d’amore più smielata e banale dell’anno.

Ma non si accontenta di essere un film da rapido consumo Questo Piccolo Grande Amore, e qui cominciano i problemi. Non siamo infatti di fronte ad un film romantico, magari destinato alla parte femminile della coppia, che gira intorno ad amori mancati e ritrovati e che magari (MAGARI!) offre semlicemente una bella storia appassionante. Quello che Riccardo Donna ha voluto girare è un vero e proprio Across The Universe italiano. Anzi romano.

A guidare la storia sono infatti le parole dell’album omonimo di Claudio Baglioni, parole che più volte tornano come colonna sonora del film (ma mai cantate dai protagonisti) e che spiegano, incorniciano, incastrano i fatti nobilitandoli “poeticamente”.
L’amore tormentato, la contrapposizione tra figli dei fiori alla buona e polizia parafascista, tra servizio militare e libertà e infine tra aspirazioni alte e realtà concreta (addirittura il protagonista si ribella ad un esame di Analisi Matematica di Architettura perchè vuole “progettare città dove la gente sia felice”) sono le dialettiche di un film che non ha nessuna componente immaginifica (nonostante tenti disperatamente di raggiungerne una) e che non riesce ad intavolare alcun rapporto con la musica.

Nonostante un certo disprezzo per la plausibilità di una trama che a tratti è anche anacronistica (“Scappo in Spagna!” dice ad un certo punto un rivoluzionarietto da manifestazione quando all’epoca in Spagna c’era la dittatura di Franco), a colpire più di tutto è la povertà dell’idea del film. Questo Piccolo Grande Amore è forse l’unico caso di immagini che seguono la musica (e non viceversa) dove le prime cercano solo di mostrare la seconda nella maniera più diretta. Un’operazione assolutamente inutile.
I videoclip (che sono una forma d’arte potenzialmente altissima) reinterpretano e portano in immagini variazioni clamorose ed inventive dei temi musicali che le accompagnano, cercando di dare vita a nuove forme di senso e non di adagiarsi e ripetere ciò che si sente. E il cinema, non essendo videoclip, dovrebbe andare ancora oltre. Dovrebbe.

Ti sembra critica dal cuore di ghiaccio che non riesce ad andare al cuore dei sentimenti di una storia intensa e piena di emozioni? Io non commento, ma magari puoi trovare soddisfazione da tutte le altre recesioni che trovi qui.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Underground Railroad: su Prime Video la nuova serie di Barry Jenkins 14 Maggio 2021 - 19:00

Su Amazon Prime Video arriva The Underground Railroad, la nuova serie di Barry Jenkins. Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama, il cast, il trailer.

Disney – Chiuso l’accordo con Cineworld e la catena cinematografica Regal 14 Maggio 2021 - 18:41

Dopo l'accordo stretto con Cinemark, Disney ha chiuso anche l'accordo con Cineworld per la distribuzione dei suoi prossimi film tramite la catena cinematografica Regal

Space Jam: New Legends – I poster dedicati alla Goon Squad 14 Maggio 2021 - 18:15

I nuovi poster di Space Jam: New Legends sono dedicati alla Goon Squad!

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.