L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Operazione Valchiria: Screenweek intervista Bryan Singer

Di peter

Operazione Valchiria Immagini del set Tom Cruise Colonnello Claus von Stauffenberg  Carice van Houten Nina von Stauffenberg Bryan Singer

Operazione Valchiria è già sugli schermi italiani, dove – uscito venerdì – si è subito piazzato secondo al box office (con 1,6 milioni d’incasso). La pellicola, interpretata da Tom Cruise, racconta il complotto del 20 luglio del 1944, il giorno in cui un gruppo di “nazisti sani di mente” (scusate la contraddizione, ma è proprio così) tentò di cambiare i nostri destini, piazzando una valigetta esplosiva ai piedi del tavolo di Hitler…

La scorsa settimana vi abbiamo fatto leggere il nostro incontro con Tom Cruise, oggi vi raccontiamo quello col regista Bryan Singer (che con questo film si fa perdonare il mezzo fiasco di Superman Returns).

Operazione Valchiria Immagini del set Bryan Singer

Il suo film ci è sembrato molto hitchcockiano, è d’accordo?
Certo! Hitch diceva che se metti una bomba sotto il tavolo ovviamente la conversazione, cambia in modo significativo e in questo caso noi ce l’avevamo veramente la bomba sotto il tavolo!!

Dopo tre pellicole sui supereroi come mai un film girato con uno stile abbastanza classico?
La pellicola è stata realizzata con un impianto piuttosto classico proprio perché la vicenda è talmente importante e, soprattutto, è vera. I personaggi non dovevano mai sovrastare la storia. Operazione Valchiria è un thriller e questo è lo stile al quale mi sono attenuto. C’è una grande suspense, tensione, nonostante sappiamo già l’esito negativo del complotto.

Valkyrie Tom Cruise e Bryan Singer sul set

Questa è una cosa molto intrigante: noi conosciamo il risultato ma non il dove, il come e il quando, mentre ne I soliti sospetti era esattamente il contrario…
Sì, sono d’accordo. Il fatto che si conosca già quello che è accaduto il 20 luglio del 1944 lo abbiamo sfruttato come punto di forza per la suspense, tenendo presente proprio quel pubblico come gli storici, o i grandi esperti del periodo che sanno tutto, per questo motivo ho voluto che lo spettatore vivesse il film come un thriller. Quando stavo realizzando I soliti sospetti ero molto consapevole del fatto che molte persone sarebbero andate a vederlo e che però qualcuno gli avrebbe rovinato il finale del film. Cosa che hanno fatto esattamente con Quentin Tarantino… qualcuno prima che lui entrasse in sala, gli indicò un personaggio nella locandina e disse: “E’ quello lì il cattivo”… Quentin me lo ha raccontato e mi ha detto che era furioso per questo fatto! Io avevo proibito a chiunque di dire il finale e invece lo hanno fatto con lui… quando viene per Inglourious Basterds vi prego di chiederglielo… quindi memore di questa esperienza quando ho girato Valchiria ho tenuto ben presente il fatto e la convinzione che ci si può appassionare a questa storia anche se si già come va a finire. Del resto come in Titanic noi lo sappiamo prima di entrare in sala che la nave affonda, anzi, nel film di Cameron la prima cosa che ti fanno vedere è come affonda la nave. Però questo non ha impedito a nessuno di noi spettatori di vivere il dramma, insieme ai personaggi.

Operazione Valchiria Immagini del set Tom Cruise Colonnello Claus von Stauffenberg Bryan Singer

E per quanto riguarda le critiche tedesche che hanno martellato il film sin dalla sua lavorazione?
Abbiamo visto alcuni articoli di giornali tedeschi che hanno criticato il film, ma vi assicuro che sono la minima parte di quello che è uscito. Le polemiche non esistono su questo film, c’è stata una grande collaborazione tra il governo tedesco, che ha anche in parte finanziato l’opera, e gli americani che hanno voluto realizzarlo. Abbiamo avuto pieno supporto dei tedeschi durante tutto il periodo delle riprese che sono durate circa due anni.

Ci parli un pò delle ricerche svolte sul film e dei suoi rapporti con la famiglia Von Stauffenberg…
Il nostro scopo non era quello di girare un documentario, bensì era importante mostrare la realtà dei fatti nel modo più intrigante possibile. Per prepararci abbiamo incontrato privatamente alcuni membri della famiglia von Stauffenberg, ma anche l’ex guardia del corpo di Hitler… l’ultima persona a lasciare il bunker dopo il suicidio del dittatore. Lo scopo di questi incontri era quello di acquisire nuove importanti prospettive. E devo dire che sono stati incontri davvero interessanti, dai quali ho imparato molto.

Operazione Valchiria Immagini del set Tom Cruise Colonnello Claus von Stauffenberg Bryan Singer

E dunque in un film classico come Operazione Valchiria non si è sentito un po’ con le mani legati dal punto di vista stilistico… dal momento che lei è stato anche un grande innovatore tecnologico e sui movimenti di macchina… pensiamo a Superman Returns…
Devo dire che non mi sono sentito affatto con le mani legati per Operazione Valchiria, al contrario, ho dovuto fare delle scelte molto forti come quella di girare con un rapporto 1:85 e non in cinemascope, ed è una cosa che non avevo fatto dal mio primo film. La cosa più importante che ho sentito per il film è la responsabilità perché qui stiamo parlando di storia. Si tratta di eventi storici reali, effettivi, che sono accaduti veramente e quindi può sembrare di primo acchitto un thriller ma occorre sempre ricordarsi che quella che raccontiamo è Storia, fatti che sono realmente accaduti. Questo ha rappresentato per me sia una sfida che una cosa molto nuova.

Operazione Valchiria Tom Cruise Bryan Singer Photocall 04

Qual è il film che ci dobbiamo aspettare da lei in futuro? Il sequel di Superman?
Non posso dirvelo, perché non ho ancora piani. Quindi non so quale sarà il mio prossimo progetto…

Vi ricordiamo ancora che Operazione Valchiria è attualmente nelle sale, distribuito in 400 copie dalla 01 Distribution. Se volete condividere con noi il vostro parere sul film, allora cliccate qui.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Multiverso Marvel: Tutti gli universi cinematografici attualmente esistenti 12 Maggio 2021 - 20:00

Esiste già un multiverso Marvel cinematografico: ecco tutti i diversi universi narrativi che negli anni abbiamo visto al cinema e in tv, in attesa di una possibile unione futura!

Star Wars Celebration: anticipata l’edizione 2022 12 Maggio 2021 - 19:44

Arrivano aggiornamenti sulla prossima edizione della Star Wars Celebration, che come sappiamo è stata posticipata al 2022 a causa della pandemia di Covid-19.

Monsters at Work: Uno sguardo ai nuovi personaggi 12 Maggio 2021 - 19:21

Cutter, Val, Fritz, Duncan e Tylor, i nuovi mostri dipendenti della Monsters Inc. in una nuova immagine della serie animata Monsters at Work

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.