L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Filming the Unfilmable: ecco gli highlights

Di

Watchmenfinal14

Ecco alcuni highlights tratti dall’articolo Filming the Unfilmable, pubblicato da Wired. Nel pezzo, il senior editor Adam Rogers ripercorre alcuni punti salienti della storia della lavorazione di Watchmen e cerca di comporre un ritratto dell’uomo dietro la macchina da presa: Zack Snyder.

I letterati sono stati meno intransigenti sui cambiamenti apportati dai Coen a Non è un paese per vecchi, di quanto lo saranno i fumettari per i miei cambiamenti su Watchmen”, afferma Snyder. E come dargli torto? Gli appassionati possono essere una brutta bestia, ed anche un piccolo cambiamento come dei mitra aggiunti alla Owlship del Gufo Notturno potrebbero far gridare allo scandalo i fan. Figurarsi quando si è scoperto che il finale sarebbe stato cambiato!

Ma Snyder non si è tirato indietro, nonostante avesse inizialmente detto “no” alla proposta di girare Watchmen. Il “no” è diventato un “sì” quando un terribile pensiero l’ha colto: se qualcun altro lo avesse girato e rovinato, sarebbe stata colpa sua!

Così, insieme allo sceneggiatore Alex Tse, ha ripreso in mano lo script di David Hayter, che ambientava le vicende ai giorni nostri, e ha riportato l’orologio (scusate il gioco di parole!) indietro fino agli anni ottanta. Ma mentre le lancette facevano il giro anti-orario, il budget aumentava di almeno altri 20 milioni fino ai 130 totali del budget: ora, infatti, era pure necessario ricostruire in studio non solo gli anni ottanta, ma degli anni ottanta alternativi rispetto ai nostri. Una missione non da poco.

Dopo mesi e mesi di lavorazione, Snyder è riuscito nell’impresa di montare un film di due ore e mezza, seguendo le richieste dello studio che riteneva tre ore di durata eccessive. La cosa è stata ovviamente dolorosa, ma il regista ha realizzato che non avrebbe dovuto semplicemente portare il Watchmen di Alan Moore sullo schermo, ma che avrebbe dovuto creare il “suo” Watchmen. “Ho una relazione feticistica con il fumetto, ma bisogna allontanarsene. Bisogna fare un film che abbia alcuni degli elementi del graphic novel ma che non tenti di rimpiazzarlo. E’ un’esperienza artistica separata dal libro“. Amen.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Knives Out 2: Dave Bautista affiancherà Daniel Craig nel sequel 11 Maggio 2021 - 9:28

La star di Guardiani della Galassia e Dune entra nel cast dell'atteso sequel prodotto da Netflix

NBC cancella i Golden Globes 2022, torneranno nel 2023 11 Maggio 2021 - 8:52

NBC ha deciso di cancellare la prossima edizione dei Golden Globes per dare il tempo alla Hollywood Foreign Press Association di riformarsi in senso inclusivo.

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).