L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cosa aspettarsi?

Di

Fast and Furious Solo parti originali Vin Diesel Paul Walker Michelle Rodriguez Jordana Brewster 30
E’ una curiosa trilogia quella che è partita con The Fast And The Furious. Non solo i tre film sono diretti da tre registi diversi e hanno in linea di massima tre protagonisti diversi (solo Paul Walker torna due volte, nel primo e nel secondo episodio), ma raccontano anche tre storie diverse con stili diversi tra loro.  Si potrebbe quasi dire che ad unire i film sia solo il concetto bene espresso dal titolo.

Il quarto film della saga però segnerà un’inversione di tendenza. Torna Justin Lin (regista del terzo episodio), torna Vin Diesel e assieme a lui tornano anche Paul Walker e Michelle Rodriguez. Che tipo di film bisogna aspettarsi allora?

Il primo episodio era una classica storia di riscatto e seconda occasione all’americana, una di quelle storie che mostrano attraverso gli occhi di un protagonista giovane che si introduce in un mondo, un personaggio sconfitto dalla vita, uno che una volta era grande e che deve riconquistare tale grandezza. In questo senso lo scheletro non era molto diverso da un altro classico del genere: Point Break.
A differenziare il film diretto da Rob Cohen erano però il peso, il ruolo e l’importanza che le macchine e quel tipo di universo che gli ruota attorno avevano nel film.

Nel secondo film invece si cambia completamente registro e nonostante il personaggio principale sia il medesimo, non costituisce più lo strumento attraverso il quale lo spettatore è introdotto in un mondo ma diventa una metà della coppia protagonista. 2 Fast 2 Furious fin dal titolo rimarca come stavolta il contesto automobilistico sia arrangiato attorno ad un “buddy movie”, quella categoria di film che mostrano una coppia apparentemente diversa costretta a convivere in un contesto d’azione perchè accomunata da un obiettivo. Allo stesso modo di Die Hard III o del sempreverde Tango e Cash.

Il terzo film infine era una curiosissima deviazione orientale, un’opera dal genere difficilmente classificabile che tuttavia mantiene certe caratteristiche fisse del cinema americano (il mito del migliore, la paternità difficile, l’esigenza di un riscatto).
Con un accenno minore alla trama però The Fast And The Furious: Tokyo Drift si concentrava molto di più sul senso dell’automobilismo, sulle macchine in quanto feticci e sulle corse nella loro componente visuale. In questo senso forse è stato il film più puramente “automobilistico” della serie.

Adesso Fast & Furious fin dal trailer promette di nuovo una storia molto simile al primo film, diretta però (e si vede immediatamente) con un altro piglio. Molto più “estetizzato”, molto più audace nelle scelte visive e (si suppone) molto meno solido nell’intreccio.
Storie di tradimenti e quindi di riscatti (dopo ogni salita c’è una discesa del resto) che vedranno di nuovo Brian O’Conner e Dominic Toretto da due parti diverse della barricata ma costretti a collaborare. Mancherà quella componente di inganno del primo film, i due saranno insieme ma senza doppi giochi e in questo forse sarà più vicino alla coppia del secondo film, ma difficilmente vedremo Vin Diesel preso in quelle dinamiche molto ironiche e divertite tipiche dei buddy movie.
Sarà una bella sorpresa Fast & Furious. Personalmente mi aspetto un film molto tirato, con poca trama e tantissima azione ben fatta. Justin Li ha fatto vedere belle cose.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki prigioniero della Time Variance Authority nella nuova foto 15 Maggio 2021 - 11:00

EW svela una foto di Loki in cui il Dio degli Inganni è prigioniero della Time Variance Authority. Inoltre, Michael Waldron parla della sua idea per la serie.

Per la Giornata Internazionale delle Famiglie, un bellissimo video targato Disney 15 Maggio 2021 - 10:05

Oggi è la Giornata Internazionale delle Famiglie e con questo video Disney vogliamo ricordarvi che la famiglia è dove regna l’amore.

La telefonata su… L’isola perduta 15 Maggio 2021 - 10:00

Filippo e Marco della nostra redazione proseguono il loro viaggio alla (ri)scoperta dei film brutti (o presunti tali). Oggi è il turno de L’isola perduta (The Island of Dr. Moreau), pellicola del 1996 diretta da John Frankenheimer, e interpretato da Marlon Brando, David Thewlis e Val Kilmer.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.