Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2009/01/locandina-yes.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Yes Man, la recensione

Yes Man, la recensione

Di Gabriele Niola

Regia: Peyton Reed
Cast: Zooey Deschanel, Jim Carrey, Terence Stamp, Bradley Cooper, Rhys Darby, Daniel (Danny) Peter Masterson, John Michael Higgins
Durata: 104 minuti
Anno: 2008

Jim Carrey sembra voler alternare exploit prettamente commerciali interamente basati sui suoi punti di forza a film più impegnati che lo mettano alla prova come attore. Il problema è che raramente centra qualcuno di questi due obiettivi. Non solo i film seri spesso sono ridicoli nel loro tentare approcci delicati e particolari ma soprattutto quelli prettamente comici da tempo non riescono a far ridere davvero.

Con Yes Man si replica in pieno lo schema di Bugiardo Bugiardo ma con meno dinamismo. C’è un personaggio grigio ed anonimo caratterizzato da un’attitudine deplorevole (mentire da una parte, dire sempre no a qualsiasi cosa dall’altra), c’è un trucco che ne causa il cambiamento forzato (magia in uno e autoconvincimento nel secondo) e ci sono una serie di situazioni divertenti date dal fare la cosa giusta in maniera eccessiva e spesso contro la propria volontà.
Con l’andare avanti degli anni però Jim Carrey punta sempre meno sulla mimica facciale e sul suo corpo (gran peccato) e più sull’umorismo di situazione (solitamente imbarazzante) e sui buoni sentimenti.

Già i buoni sentimenti avevano rovinato Una Settimana Da Dio, che dopo un primo tempo rapido e scoppiettante si afflosciava su dinamiche familiari smielatissime, e adesso tornano a tempestare Yes Man.
Nonostante qualche idea azzeccata, qualche momento molto divertente e due caratteristi fantastici (Rhys Darby proveniente dalla serie Flight Of The Conchords e Danny Masterson) il film non decolla in nessuna maniera. Non riesce a raccontare un rapporto, non riesce a raccontare un modo di approcciare la vita (ma non era questo che ci si aspettava in fondo) e non riesce a divertire davvero, imbrigliando Jim Carrey in n personaggio senza spessore e che non gli consente nemmeno di dare sfogo a ciò che sa fare meglio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Box Office Mondiale: Top Gun: Maverick potrebbe aprire con $180M 25 Maggio 2022 - 20:28

Top Gun: Maverick potrebbe incassare $180M e negli USA $92M/+$100M nei quattro giorni del fine settimana del Memorial Day. Il film verrà distribuito in 4,732 cinema in Nord America, il più alto numero di sale di sempre nella storia di Hollywood.

Intervista col vampiro: ancora un teaser per la serie tratta da Anne Rice 25 Maggio 2022 - 20:15

Terzo teaser per la serie tratta dalla saga The Vampire Chronicles di Anne Rice, in arrivo in autunno

Giugno su Disney+: tutte le novità in arrivo sulla piattaforma 25 Maggio 2022 - 19:50

Da Ms. Marvel a Only Murders in the Building, da Love, Victor a Daredevil, ecco cosa arriverà su Disney+ a giugno

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.