L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Strangers, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

The Strangers Poster USA5Regia: Bryan Bertino
Cast: Scott Speedman, Gemma Ward, Liv Tyler, Glenn Howerton, Laura Margolis
Durata: 85 minuti
Anno: 2008

Quant’è che al cinema non vedete un bel film di tensione? Non di paura e non di intrigo. Di tensione. Quei film che stai sulla punta della poltrona tutto il tempo e finiti i quali almeno per una giornata non guardi più alcune cose con i medesimi occhi.
Ecco The Strangers è un film così. Un film che soddisfa il maniaco del cinema, con una regia attentissima, misurata, colta e mai banale e con tante trovate di racconto intelligenti che ruotano attorno ad una situazione nota (uomo e donna assediati in casa), e anche lo spettatore appassionato, dandogli le emozioni forti che cerca, l’onesta di un film che non pretende ma fa e il rispetto che ritiene di meritarsi.

Secondo il più classico dei canovacci una coppia viene rinchiusa e assediata in casa propria da sconosciuti senza motivo proprio quando attraversa un pesante momento di crisi. Copione visto e rivisto che l’esordiente alla regia Bryan Bertino tratta come ogni esordiente dovrebbe fare: applicando soluzioni da scuola di cinema affiancate alla ferma volontà di battere percorsi registici non usuali e dall’eco classicheggiante.
Già un anno e mezzo fa avevo speso buone parole per Vacancy (praticamente stessa trama e curiosamente stessa fotografia) ma The Strangers lo straccia perchè oltre all’ottima regia asciutta, inventiva e funzionalissima c’è anche un coinvolgimento emotivo che Vacancy non riusciva ad instaurare con lo spettatore.

The Strangers fa quello che ogni film di questo tipo si propone di fare senza riuscirci: mettere in scena la tensione pura fondata tutta sul torturare lo spettatore mettendo in crisi prima che la sua sicurezza personale le sue sicurezze borghesi (a prescindere dall’esserlo o meno un borghese), cioè quelle legate all’inviolabilità della proprietà, alla difesa del nucleo abitativo e dei propri cari, l’impotenza davanti all’ingiustizia e al silenzio delle autorità.
Per certi versi, nonostante sia un film 100% hollywoodiano, sembra quasi parente delle torture tutte europee di Michael Haneke.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Alfredino: il trailer della miniserie sui fatti di Vermicino 12 Maggio 2021 - 16:00

La tragica storia del piccolo Alfredo Rampi, il bambino che nel giugno del 1981 cadde in un pozzo nei pressi di Vermicino, in provincia di Roma, è divetata una una serie tv. Ecco il trailer.

Il drago dei desideri: Trailer del nuovo film della Sony Pictures Animation 12 Maggio 2021 - 15:56

Una teiera magica, tre desideri e un cinico drago: ecco il trailer ufficiale de Il drago dei desideri co-prodotto dalla Sony Pictures Animation. In arrivo su Netflix l'11 giugno

Army of the Dead – La recensione del film di Zack Snyder 12 Maggio 2021 - 15:15

Dopo un avvio promettente, Army of the Dead non riesce a gestire la sua grande varietà di generi e registri, alternando buone intuizioni e aspetti poco approfonditi.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.