L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Primo posto deludente al box office Usa per Ultimatum alla Terra

Di Federico

Ultimatum alla Terra Poster Italia

Un esordio sicuramente sottotono.

Il mega blockbuster apocalittico Ultimatum alla Terra fallisce il suo primo weekend americano, incassando ‘solo’ 31 milioni di dollari. Considerando il budget di partenza, superiore ai 100 milioni di dollari, e l’enorme pubblicità fatta al film, un risultato indubbiamente deludente. A pagare molto probabilmente la qualità della pellicola, davvero davvero bassa. Di 8000 dollari la media per sala, per un film che difficilmente riuscirà a fare più di 70/80 milioni di dollari negli Usa.

Secondo posto per il lanciatissimo Four Christmases, abbattuto dopo 2 weekend di dominio assoluto. La commedia natalizia incassa altri 13 milioni di dollari, arrivando così agli 88 milioni. Il tetto dei 100 è ad un passo e molto probabilmente verrà abbattuto in una decina di giorni al massimo.

Chi continua ad incassare, e a stupire, è Twilight,. Il film della Hardwicke perde meno del 40% sugli incassi della settimana scorsa, arrivando ai 150 milioni di dollari. Una cifra strabiliante, considerando i 30 milioni di dollari di budget. E’ come se il primo Harry Potter avesse incassato 500 milioni di dollari sul suolo americano, se si volesse fare un termine di paragone!

Arriva agli 89 Bolt-Un eroe a 4 zampe, ai 158 Quantum of Solace e ai 170 Madagascar 2, mentre affonda quasi definitivamente Australia. Il film di Baz Luhrmann perde un altro 40% sugli incassi, arrivando appena ai 38 milioni di dollari. Ne è costati quasi 100 di più e difficilmente riuscirà a superare la soglia dei 50. Negli States, un autentico buco nell’acqua…

Esordio deludente per Nothing Like the Holidays, con appena 3 milioni e mezzo di dollari, ed il cartoon Delgo, che arriva ad una ridicola media per sala di 424 dollari, mentre volano tutti i film d’autore baciati dalle nominations ai Golden Globes!

 Milk di Gus Van Sant arriva ai 7 milioni e mezzo di dollari, The Millionairedi Danny Boyle agli 8 e Frost/Nixon sfiora il milione. Ma è dalle new entry d’autore che arrivano i veri acuti: Doubt esordisce con una media per sala di 35,000 dollari, Gran Torino di 47,000 dollari, il Che di 30,050 dollari e The Reader di 21,250 dollari!

In tutti gli Usa quattro titoli per appena 31 sale, per questo prese d’assalto, con il cinema d’autore che, in proporzione, batte tutti i blockbuster del fine settimana!


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Articolo Precedente

Articolo Succesivo

LEGGI ANCHE

Star Wars: Galactic Starcruiser, un’esperienza unica al mondo dal 2022 a Walt Disney World 4 Agosto 2021 - 21:30

Due giorni e due notti a bordo di un'astronave da crociera, un'esperienza immersiva come mai prima d'ora per i fan di Star Wars

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.