L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Marc Guggenheim parla di Green Lantern

Di Marco Triolo

Tra progetti defunti (Justice League) ed altri misteriosi o il cui futuro non è ben definito (Wonder Woman, Flash, Superman), ce n’è uno in casa Warner/DC che sta silenziosamente, ma rapidamente, prendendo forma. E per quanto non possiamo fidarci al 100% e credere senza ombra di dubbio che alla fine sarà davvero realizzato, non possiamo che essere contenti nell’apprendere che Green Lantern è in fase di scrittura avanzata e di pre-produzione visuale.

A raccontarlo (ad Mtv Splashpage) è lo stesso sceneggiatore Marc Guggenheim, giovane e talentuoso scrittore al lavoro attualmente anche sui fumetti dell’Uomo Ragno. Pare che il team composto da Guggenheim, Michael Green e Greg Berlanti (anche regista) sia giunto alla terza stesura dello script, e stia cercando di rifinirlo eliminando il surplus, per rietrare nel budget. Guggenheim afferma:

Niente che abbia effetto sulla storia, in realtà, quella è ormai ben definita. Ma a volte spostiamo una scena da una location nuova ad una già utilizzata, per motivi di budget. Ci chiediamo, “di quali location possiamo fare a meno?”. E’ un costante processo di semplificazione quello che si attraversa [nella lavorazione di un film], anche dopo la fine delle riprese, quando si è in fase di montaggio. Questo è il processo di riscrittura: come filtrare le parti grezze di un film, fino alla raffinazione.

Ultimamente, si è anche parlato di un possibile cameo di Superman nel film di Lanterna Verde. Guggenheim non si sbottona troppo, comunque ammette di adorare i crossover:

Bisogna stare attenti quando si fanno queste cose, perché concettualmente suona benissimo, ma quando ti siedi e guardi la scena, c’è il rischio che ti porti fuori dal film. […] Il nerd in me adorerebbe farlo. Robert Downey, Jr. in Hulk è stato fantastico. In generale come idea mi piace, e credo che i fan lo apprezzerebbero. Sarebbe bello avere Brandon Routh o anche Tom Welling [Clark Kent nella serie tv Smallville], tutto è possibile.

Nel frattempo, il regista Greg Berlanti si sta occupando del design del film, insieme ad Aaron Sims, art director, tra gli altri, di X-Men Origins: Magneto. Berlanti ha detto, riguardo la parte visuale:

Ogni volta che vedo i disegni, sbavo. Direi che il lavoro di design è pazzesco, è difficile scegliere un disegno in particolare. Ma quelli di Oa [il pianeta sede del corpo delle Lanterne Verdi] sono spettacolari. L’aspetto di Oa non si è mai visto su pellicola.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Old apre con $16,8M, Black Widow in home video dal 10 agosto 26 Luglio 2021 - 22:14

Old apre con $16,8M al Box Office USA, Black Widow in digitale dal 10 agosto nelle principali piattaforme digitali. Disney non parteciperà in presenza al CinemaCon

Pokemon: In lavorazione una serie live action per Netflix 26 Luglio 2021 - 21:29

In lavorazione una nuova serie live action basata su una serie animata giapponese. Dopo Cowboy Bebop e One Piece, è la volta dei Pokémon

Videogame News: Aloy su Genshin Impact, Apple TV+ Gratis con PS5, Kingdom Hearts alle Olimpiadi 26 Luglio 2021 - 20:05

Puntuale ogni Lunedì ecco l'appuntamento settimanale di ScreenWeek con le ultime notizie dal mondo dei videogiochi!

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.