L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il cast di Australia a Roma: “Un film che è un banchetto del cinema”

Di Gabriele Niola

australia premiere sidney nicole kidman baz luhrmann hugh jackman4
Figlio del proprietario di un cinema di periferia australiano e cresciuto a pane e colossal americani Baz Luhrmann non vedeva l’ora di girarne uno. Così, dopo l’occasione mancata di Alexander (poi andato a Stone) e in seguito alla nascita dei figli, ha pensato di girare il Via Col Vento Australiano, per raccontare le radici e le contraddizioni di una nazione.

Con queste premesse il regista di Moulin Rouge si presenta accanto a Nicole Kidman e Hugh Jackman, i due protagonisti del film epico australiano in uscita da noi il 16 gennaio.
Non ha ricevuto una calorosa accoglienza critica in patria mentre in America sta andando meglio, segno che conferma l’adesione più ad un immaginario hollywoodiano che australiano.
“I colossal che amavo erano belli perchè si trattava di commedie, film d’azione, d’avventura e di drammi tutto in un solo film, un banchetto del cinema che riusciva a coinvolgere tutti, dalle signore ai ragazzi” dice l’autore ” e proprio questa struttura è la migliore per trasmettere al pubblico la realtà da diversi punti divista. L’Australia per la protagonista è una terra misteriosa, per altri è un mondo mistico. Io però l’ho voluto rendere il più bello possibile, per questo ho usato anche il digitale, per trasformare i paesaggi in dipinti, come un sogno. Il mio obiettivo era far vedere le cose di questa terra lontana che emozionano di più chi gli si avvicina per la prima volta“.

E non è stato facile nemmeno per i protagonisti affrontare la natura del proprio paese. Sia Hugh Jackman che Nicole Kidman infatti non erano molto edotti sulla storia e le contraddizioni del proprio paese, ma la cosa sembra normale in Australia.
Non sapevo nulla di quelle che vengono definite le generazioni rubate, cioè gli aborigeni strappati alle famiglie” dice l’ex X-Man “solo all’università le ho studiate ma poi perchè la conoscenza di questo fenomeno passi dalla testa al cuore bisogna farne esperienza diretta. E credo che chi vedrà questo film potrà capirlo. Baz ha fatto una cosa strabiliante non solo per i non australiani ma anche per i miei connazionali che ora non hanno solo cose da studiare sui libri“.

Anche per questo il film ha necessitato un sforzo produttivo ingente. Viaggi, scenari, location, trasferimenti e molto di più come dice sempre Hugh Jackman: “In questo film mostriamo luoghi lontanissimi anche per noi australiani, abbiamo addirittura dovuto costruire delle strade per arrivare in certi luoghi e anche grazie a questo abbiamo vissuto una terra antica. Ad ogni modo ogni giorno arrivava un camioncino con i cappuccini, la cultura italiana arriva proprio ovunque!”

Sulla stessa linea la più taciturna collega: “Ho scoperto tanto sulla cultura aborigena, anche io non conoscevo le generazioni rubate e attaraverso Brandon (il bimbo che interpreta il piccolo aborigeno) ho imparato molto. Ma non c’è solo quello, emergono anche tante cose sulla guerra e sui bombardamenti che non tutti sanno. Una bella lezione di storia ma mi sono divertita“.

Alla fine forse proprio Nicole Kidman si trova infatti con il personaggio che più rispecchia lo spettatore, quello che passa da essere un ignorante in materia di Australia fino a diventarne parte, cosa che secondo l’attrice in parte rispecchia la natura stessa del luogo: “Il mio peronsaggio è l’essenza dello spirito australiano, un misto di anima selvaggia ed elementi romanitici, perchè tutti noi conserviamo dentro la capacità di amare e di credere nelle cose. Alla fine credo sia questa l’essenza stessa del film“.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli: I character poster italiani 5 Agosto 2021 - 21:45

Shang-Chi, il Mandarino e il misterioso Death Dealer nei nuovi poster di Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli in arrivo nelle sale italiane il 1° settembre

Bruised: Il film diretto da Halle Berry su Netflix il 24 novembre 5 Agosto 2021 - 21:00

L'opera prima da regista di Halle Berry, Bruised, sarà disponibile in tutto il mondo su Netflix il 24 novembre. Nuova immagine

The Lost Daughter: il film di Maggie Gyllenhaal andrà su Netflix in USA 5 Agosto 2021 - 20:15

Il film, tratto da La figlia oscura di Elena Ferrante, sarà presentato in concorso a Venezia, e distribuito in Italia da BIM

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.