L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Torino Film Festival: The Sun Street Boys e The Escapist

Di Marco Triolo

The Escapist Immagine del film

Il Regno Unito negli ultimi anni ha dimostrato una grande capacità di rinnovare i generi, infiltrando schegge di sensibilità british in strutture di derivazione americana (si pensi a 28 giorni dopo). Ieri, al Festival di Torino, i sudditi della regina hanno dimostrato ancora una volta la loro abilità con The Escapist. Diretto da Rupert Wyatt, e costato “solo” 3 milioni di euro, il film è stato presentato fuori concorso e sarà distribuito anche in Italia con il titolo Prison Escape, probabilmente per accalappiare i fan di Prison Break.

La pellicola si ascrive ovviamente al filone carcerario, ma, per stessa ammissione del regista, più che ai modelli americani si rifà al polar francese, ed in particolare a Jean-Pierre Melville (oggetto tra l’altro di una retrospettiva). Il protagonista è l’ergastolano Frank Perry, che “parla poco e agisce molto, proprio come l’Alain Delon di Frank Costello faccia d’angelo“, conferma Wyatt. Il budget limitato ha, come nei migliori casi, spinto regista e troupe a cercare soluzioni economiche ed intelligenti ai problemi. Certo, girare in un carcere aiuta, ma i cunicoli sotterranei da cui i nostri evadono erano, sempre secondo il regista, “impossibili da ricostruire in studio per limiti di budget, così li ho cercati a lungo dal vero, ottenendo i permessi per filmare un’inedita Londra sotterranea”.

Il cast è composto da grossi nomi, tra cui Brian Cox e Joseph Fiennes.

E’ ambientato, invece, a Budapest, durante la rivoluzione ungherese del ’56, The Sun Street Boys di György Szomjas, che racconta “All’epoca avevo sedici anni e ho vissuto due grandi esperienze: la Rivoluzione a Budapest, ed il rock’n’roll”. Il film accosta proprio questi due temi: da un lato, i carri armati sovietici che invadono il paese, dall’altro gli espedienti per ascoltare i dischi di Elvis (proibiti dal regime).

Protagonisti sono un gruppo di ragazzi che combattono per la libertà e si riuniscono in un cinema (dove guardano film con la Mangano, la Magnani e la Lollobrigida). Personaggi inventati, ma plausibili, in una pellicola in cui il colore si alterna al bianco e nero – spesso presenti anche nella stessa inquadratura. Szomjas spiega di aver voluto “mimetizzare il nuovo girato con i cinegiornali d’epoca, e per farlo abbiamo dovuto abbassare la qualità delle nostre immagini”.

(Fonte: Cineuropa)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Pluto TV dal 28 ottobre in Italia, arriva il nuovo servizio in streaming gratuito 25 Settembre 2021 - 14:00

Pluto TV arriva in Italia il 28 ottobre. Con più di 52 milioni di utenti attivi in 25 paesi attraverso 3 continenti, il servizio leader di televisione in streaming esprime un nuovo concetto di fruizione lineare adattato all’universo digitale.

I Wanna Dance with Somebody: Stanley Tucci nel cast del biopic di Whitney Houston 25 Settembre 2021 - 13:00

Tucci sarà Clive Davis, produttore che lanciò Whitney Houston e che è anche tra i produttori del film

Aquaman and the Lost Kingdom – Anche Indya Moore, Jani Zhao e Vincent Regan nel cast 25 Settembre 2021 - 12:00

Indya Moore, Jani Zhao e Vincent Regan sono entrati nel cast di Aquaman and the Lost Kingdom: ecco quali ruoli interpreteranno. Inoltre, tornerà Randall Park.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

Il Regno Unito negli ultimi anni ha dimostrato una grande capacità di rinnovare i generi, infiltrando schegge di sensibilità british in strutture di derivazione americana (si pensi a 28 giorni dopo). Ieri, al Festival di Torino, i sudditi della regina hanno dimostrato ancora una volta la loro abilità con The Escapist. Diretto da Rupert Wyatt, […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.