L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Duetti al Festival Del Film: italiani croce e delizia con Il Passato E’ Una Terra Straniera e Il Sangue Dei Vinti

Di Gabriele Niola

Attesissimi arrivano quasi contemporaneamente due film italiani e si rivelano di valori diametralmente opposti. Sembrano davvero il vecchio e il nuovo i due film, realizzato con stile arrogante e fresco uno e ripetitivo e banale il secondo.
Non a caso gli attori che li rappresentatno (Michele Placido e Elio Germano) sono simbolo di generazioni differenti.
Se infatti Il Passato E’ Una Terra Straniera potrebbe anche vincere il concorso tanto stupisce per qualità, originalità ed impegno nella realizzazione, Il Sangue Dei Vinti è una vera truffa televisiva.

Il passato è una terra straniera Immagini del Film 01

IL PASSATO E’ UNA TERRA STRANIERA
Quello che non aveva fatto Velocità Massima Daniele Vicari lo fa Il Passato E’ Una Terra Straniera, e qui si potrebbe chiudere tutto.
Il film che aveva fatto con Valerio Mastandrea aveva un ottimo spunto che non riusciva a quagliare, mentre ora il suo ultimo con Elio Germano arriva anche più in là.
Si tratta sempre di una storia di amicizia virile cementata da un’attività svolta in comune contaminata dai rapporti che ognuno dei due intrattiene con altre persone, solo che adesso tutto si fa adeguatamente complicato e realizzato con maestria.

A partire dal titolo il film offre un modo di rappresentare il contrasto tra il proprio passato e il proprio presente non banale, utilizzando la violenza come mezzo espressivo in una quasi pornografica ossessione cronenberghiana per il dolore della carne che in alcuni punti sembra possedere Vicari e che culmina in un bellissimo finale.

Ma a stupire è il modo molto più maturo in cui è descritto il rapporto tra i due protagonisti, entrambi in cerca di un’identità nuova e entrambi morbosamente legati, specialmente uno dei due, da un rapporto quasi omosessuale che però non si concretizza mai nella pratica.

Per fare tutto questo Vicari usa molto poco il testo (i dialoghi sono improntati su uno stile naturalistico che esalta le doti di Germano) e tantissimo le immagini, anzi il cinema, cioè la modifica delle immagini attraverso la macchina da presa. Regnano gli sfuocati e le lenti deformanti con un modo di riprendere le città che guarda all’Asia ma anche a casa nostra.

Faccio un esempio: non avevo mai visto un personaggio passare da un lato all’altro della lente bifocale e la cosa avviene con una precisa economia nel senso del film.

IL SANGUE DEI VINTI
Ad un certo punto ho avuto come un miraggio, mi è sembrato di vedere in basso a destra il simbolo di Rai Uno…

Tre anni fa Arrivederci Amore Ciao aveva meravigliato, sembrava davvero riscattare una vita di fiction per Michele Soavi, spazzando via ogni pregiudizio grazie alla forza di una scenggiatura audace e di una realizzazione implacabile.

Il Sangue Dei Vinti è l’esatto contrario, conferma una vita di fiction con una fiction sul grande schermo e anche una delle peggiori. Mi dispiace solamente che le ovvie e facilissime polemiche che seguiranno il film come seguirono il libro oscureranno il giudizio ben più importante e più grave sull’orrore della realizzazione.

Si può davvero scegliere e dirigere attori così poco capaci, si può davvero approvare uno script con buchi così evidenti, si possono mettere in bocca battute così stupide, si può seriamente pensare che un film così banale e senza il minimo valore cinematografico possa essere gradito dal pubblico della sala?

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love, Victor: la seconda stagione dal 18 giugno su Disney+ | Star 13 Maggio 2021 - 17:45

A partire dal 18 giugno sarà disponibile su Star, il sesto brand di Disney+, la seconda stagione di Love, Victor, la serie ispirata al film di grande successo del 2018 Tuo, Simon.

Il Sacro Male – Prima clip in italiano, dal 20 maggio al cinema 13 Maggio 2021 - 17:00

È disponibile la prima clip in italiano de Il Sacro Male, horror prodotto da Sam Raimi che uscirà il prossimo 20 maggio nelle sale.

I cinema The Space riaprono in tutta Italia dal 20 maggio 13 Maggio 2021 - 16:15

La catena riparte con misure di sicurezza ed "enorme entusiasmo ed emozione"

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.