L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Arriva a Roma David Cronenberg, ed è subito “carne”

Di Gabriele Niola

David Cronenberg

In pochi sanno che David Cronenberg doveva girare Top Gun e ancora meno che fu contattato per girare il Ritorno Dello Jedi o ancora che Oliver Stone lo ha spesso ripreso per come non faccia mai film commerciali.
Tutto questo è emerso e ha trovato conferma nelle parole del grande regista canadese in occasione dell’incontro d’autore al Festival Del Film di Roma, dove ha parlato a ruota libera con giornalisti e pubblico di sè e della sua visione del mondo.

Top Gun lo ha rimandato al mittente dicendo in maniera semplice e diretta “Non sono sufficientemente americano” (e dichiara di rispondere molto spesso in questa maniera a sceneggiature che riceve) mentre per Il Ritorno Dello Jedi il contatto è stato ancora più fugace: “Ti andrebbe di dirigere il terzo episodio della saga di George Lucas?” gli chiesero contattandolo al telefono senza preavviso “Non credo mi troverei bene a fare film scritti da altri” fu la risposta e dall’altra parte la chiosa fu solamente “Ok ciao“.

E si è pentito? Forse no. E quel forse è dato dal fatto che lo stesso regista ha spiegato come all’inizio credesse che non si deve fare un film scritto da un altro, come insomma credesse nel regista/autore. Poi invece con il tempo e l’esperienza di La Zona Morta (da un libro di King) ha cambiato idea e questo gli ha aperto le porte verso un altro mondo in cui “Autore del libro e del film si penetrano come in un rapporto sessuale. Ed è una cosa altrettanto piacevole. Beh ok magari non altrettanto. Ma è bello davvero“.

Nonostante le battute Cronenberg è un uomo incredibilmente normale non solo nell’apparire e nel porsi ma anche nel parlare e nello spiegarsi. Non è ermetico come Lynch o stralunato come Burton, pur facendo un cinema che per ossessività è assimilabile a quello di questi altri due cineasti nordamericani. E’ invece un uomo di idee chiare e precisi intenti, colmo di domande e punti di interesse.

Il suo cinema violento e mutante, dice lui stesso, è tale non per quello che mostra (“ci sono film molto più violenti dei miei“) ma per come lo fa perchè “io non nascondo la violenza e le sue conseguenze, quella è la parte più importante. Non dobbiamo distogliere lo sguardo di fronte a quello che possiamo essere e a quello che in alcuni casi la razza umana è, perchè a differenza degli animali noi la nostra violenza la possiamo guardare, la possiamo discutere e possiamo provare ad immaginare un mondo senza“.

In un momento di grande trasporto poi il regista ha anche spiegato il suo rapporto con la tecnologia, vera estensione del corpo umano “elemento rivelatore di ciò che vorremmo essere, ciò che vorremmo fare e ciò che cerchiamo di raggiungere” e soprattutto il suo rapporto con la realtà spiegando il senso ultimo di un film duro ed ermetico come Videodrome: “Noi vediamo la realtà come questa stanza, ma un cane la vedrebbe diversamente, vedrebbe altri colori e altre forme. E così ogni altro animale. Dunque la realtà esiste ma è incredibilmente soggettiva nella percezione. In Videodrome mi chiedevo cosa potesse succedere ad un uomo la cui percezione di tale realtà fosse fortemente influenzata da come la si percepisce attraverso un medium come la televisione“.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Stranger Things 4 – Un misterioso teaser promette qualche novità alle 15 di oggi! 6 Maggio 2021 - 8:45

Un inquietante video dalla sala controllo dell'Hawkins National Laboratory promette l'arrivo di novità su Stranger Things 4 alle 15 ora italiana.

The Marsh King’s Daughter: Ben Mendelsohn affianca Daisy Ridley 5 Maggio 2021 - 21:00

Il film, diretto da Neil Burger e tratto da un romanzo di Karen Dionne, arriverà in Italia con Lucky Red

Red Sonja: Hannah John-Kamen protagonista del film! 5 Maggio 2021 - 20:06

Hannah John-Kamen – vista in Ant-Man and the Wasp – sarà la protagonista di Red Sonja.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.