L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

X-Files – Voglio Crederci, la recensione

Di Gabriele Niola

X Files 2 Poster USA_xlgRegia: Chris Carter
Cast: David Duchovny, Gillian Leigh Anderson, Amanda Peet, Billy Connolly, Mitch Pileggi
Durata: 104 minuti
Anno: 2008

La cosa più sorprendente (conoscendo la serie) è che questo secondo film di X-Files non sia legato in nessun modo a nessuna continuity. Certo tiene presente quello che è successo (e per me che ho abbandonato la serie più o meno all’altezza del primo film vedere Mulder e Scully tranquillamente a letto insieme è stato un trauma non da poco) ma non richiede nessuna conoscenza particolare, si potrebbe anche dire che il film sia godibile anche da chi la serie non l’ha mai vista.

Allora qual è l’obiettivo di un simile ritorno? Apparentemente nessuno. Nel senso che non c’è in progetto di far ripartire la serie nè di dare vita ad una striscia di film, sembra semplicemente che autori, regista e lo stesso David Duchovny siano voluti tornare alle ambientazioni familiari. Una rimpatriata. E per lo spettatore? Per lo spettatore c’è il mondo X-Files.

Se la continuità (che era stato un tratto distintivo del primo lungometraggio, arrivato nei cinema nel 1998 in pieno svolgimento della serie TV) non è di interesse ciò che rimane è il mondo di Chris Carter, quell’insieme di sensazioni, modo di mettere in scena, di vivere e di mostrare la realtà che è assolutamente peculiare.

X-Files – Voglio Crederci è davvero una puntatona di X-Files, non è nemmeno diretto con piglio autenticamente cinematografico (ma non è necessariamente un difetto) e ci regala con sapienza e professionalità di nuovo quel modo di concepire una realtà densa di punti oscuri che nonostante vengano indagati non sono mai conoscibili fino in fondo, lasciando continuamente delle zone d’ombra. E ogni zona d’ombra in X-Files è affascinante.

Sappiamo bene come la fantascienza non si identifichi con le astronavi ma più con un modo di concepire la realtà e di intendere il rapporto tra l’uomo, il suo destino e il suo ambiente. Allo stesso modo il mix di fantascienza e orrore tipico della serie (che nel film è più fantascienza e thriller) non è solo cappotti, umido, inverno e alieni, ma qualcosa di più.
E’ l’esasperazione continua della diatriba tra fede e ragione, tra la medicina di Scully (imperterrita nel suo non voler credere) e il “I Want To Believe” di Mulder (imperterrito nel cercare sempre nuove motivazioni per credere). Una simile diatriba tra chi crede e chi no, che estremizza sullo schermo la diatriba interna ad ognuno tra ingenuità e desiderio di paranormale, è X-Files e tramuta qualsiasi situazione in una puntata o un film “X-Files”.

In X-Files – Voglio Crederci il paranormale non è nemmeno al centro dell’intreccio, il caso affrontato dai due detective è incentrato su alcuni rapimenti molto terreni. Ma lo stesso il mondo in cui si muovono i due agenti (ma più che altro quello in cui si muove Mulder, colui che vuole credere) è contamintao dal paranormale e quindi lascia buchi irrisolti anche quando il caso è risolto, creando (di nuovo) l’ansia per l’episodio successivo.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

David di Donatello: Laura Pausini parteciperà alla cerimonia l’11 maggio 8 Maggio 2021 - 16:00

È stato annunciato che Laura Pausini, reduce dalla vittoria ai Golden Globes e dalla cerimonia degli Oscar, parteciperà il prossimo 11 maggio alla 66ᵃ edizione dei Premi David di Donatello.

Sognando a New York – In the Heights: un’anteprima della canzone “96,000” 8 Maggio 2021 - 15:00

È disponibile un nuovo assaggio di In the Heights, il film tratto dal musical omonimo diretto dal regista di Crazy & Rich Jon M. Chu.

Crudelia – La gente ha bisogno di un cattivo in cui credere nel nuovo spot 8 Maggio 2021 - 14:00

Il nuovo spot esteso di Crudelia include molte scene inedite, e afferma che "La gente ha bisogno di un cattivo in cui credere".

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.