L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Will Smith, il divino semi umano: recensione in anteprima di Hancock

Di Francesco

Hancock Poster Italiano

Regia: Peter Berg
Cast: Will Smith, Charlize Theron, Jason Bateman
Durata: 92
Anno: 2008

Pur senza una calzamaglia color rosso cremisi, impossibile non accostare sin da subito Hancock (Will Smith) ad un atipico super eroe del passato: Ralph Super Maxi Eroe. Sì, la serie tv degli anni ottanta, quando degli alieni consegnavano in mani terrestri un abito che poteva dotare di incredibili poteri e il relativo libretto di istruzioni. Andato perduto, quest’ultimo, con conseguenze ilari e buffe nel comportamento di chi si improvvisava paladino della giustizia.

Voli ubriacanti, mai lineari, potenza distruttiva difficilmente controllabile. Ingredienti che ritroviamo in abbondanza, nella pellicola di Peter Berg.

Chi è Hancock? Un barbone, un alcolizzato, uno str..zo come lo definiscono i cittadini di Los Angeles, stanchi dei suoi continui interventi in loro aiuto, che finiscono con il causare maggiori danni economici che non l’atto criminale in sé. Perché ogni qualvolta lui entra in azione, le conseguenze sono disastrose.

Possono, quindi, ritenersi da lui salvati? Assolutamente no: l’eroe si trasforma in carnefice e la vittima resta tale. Come ne Gli Incredibili. Fino a quando non si solleva – il furor di popolo – e vuole una testa. Che non può avere. Salvo Ray Embrey (Jason Bateman), che rischia la vittima e salva a sua volta Hancock dal linciaggio mediatico di chi è pronto ad inveire contro l’irriverente e menefreghista “salvagente”.

Bravissimo Will Smith nel risultare antipatico e scostante al punto giusto, senza mai far travalicare, ispirando le medesime sensazioni note ai suoi fan di L.A. Barba incolta, occhi abbottati, capacità di comunicazione pressoché nulla. Un ubriaco volante, che a differenza dell’otto, i numeri non li ha nemmeno nel nome.

Sempre bellissima e attraente Charlize Theron, incredibilmente sexy nel finale, che fa scadere lievemente il plot, seppur fosse lineare e ben costruito sin dall’inizio. Nonostante la rivelazione fatta, non mi dispiace la chiusura dei giochi.

Aspettiamo il lancio sul mercato della moda degli occhialoni da eroe e tutto quello che ne consegue.

Hancock Poster Italia

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Suicide Squad avrà più di una scena dopo i titoli di coda 7 Maggio 2021 - 18:15

The Suicide Squad avrà una scena dopo i titoli di coda? La risposta è SÌ, anzi a dirla tutta ci sarà più di una scena…

Dopo Jupiter’s Legacy, le prossime uscite firmate Millarworld 7 Maggio 2021 - 17:30

Jupiter’s Legacy, la serie tratta dalle graphic novel di Mark Millar e Frank Quitely, è da oggi disponibile su Netflix, ma quali sono le prossime uscite firmate Millarworld?

Indiana Jones: riprese in Sicilia per il prossimo capitolo della saga con Harrison Ford 7 Maggio 2021 - 17:01

A quanto pare le riprese di Indiana Jones 5 si svolgeranno in Italia, più precisamente in Sicilia...

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.