L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Venezia: arriva il Maestro Miyazaki

Di peter

Sosuke è un bambino che vive in una casa sulla scogliera. Un giorno trova sulla spiaggia una pesciolina rossa che chiama Ponyo. Tra i due si crea un grandissimo rapporto d’amore: “Ti proteggerò” – le promette Sosuke. “Voglio diventare umana“, ribatte Ponyo e per farlo chiede l’aiuto alle piccole sorelle per rubare il potere magico del padre in modo da poter vivere nel mondo umano. Ma in questo modo viene liberato il pericoloso potere dell’acqua della vita: il mare si agita, infuria una tempesta e le sorelle si trasformano in pesci giganti. Per finire un immenso tsunami si dirige verso la casa di Sosuke

Questa è la trama del nuovo capolavoro del maestro Hayao Miyazaki, intitolato Ponyo On the Cliff by the Sea. Abbiamo incontrato il regista a Venezia (dove il film è presentato nel concorso ufficiale del Festival).

Maestro Miyazaki, lei ha scelto di non affidarsi alle tecniche della computer grafica, realizzando più di 170 mila disegni a matita. Come mai? Cosa pensa dei suoi “rivali” americani della Pixar?
Sono convinto che il digitale sia una cosa estremamente utile, tuttavia in questo film si veniva ad indebolire quella che era la vera forza della storia. Per questo sono ricorso alla matita. Attualmente la computer graphic viene utilizzata molto e talvolta eccessivamente. Per questo voglio continuare ad utilizzare la matita il più possibile nel mio futuro. Non ho rivali alla Pixar… solo amici e persone a me care!

A quali storie si è ispirato per ricreare gli abissi dell’oceano?

Mi sono ispirato a La Sirenetta di Hans Christian Andersen. Ho letto quella favola per la prima volta quando avevo 9 anni. Non ero d’accordo sull’idea che la sirenetta non dovesse avere un’anima. Una cosa che era “esclusiva” agli esseri umani. Dunque ho voluto scrivere questa storia con un certo senso di rivalsa.

Come mai questa volta ha voluto realizzare una pellicola adatta soprattutto ai bambini che comunque riesce a meravigliare anche i grandi?
Sono stato ispirato dal fatto che molti membri del mio staff hanno recentemente avuto dei bambini. Ho visto quei neonati e questa è diventata la mia motivazione nel fare il film. Trovo che sia una cosa molto positiva realizzare film di questo tipo. Quando davanti a me ho tanti bambini, riesco a trovare la vera speranza.

Cosa c’è nel futuro di Miyazaki?
Ho 67 anni e, di sicuro, quando la mia prossima opera sarà completata ne avrò almeno 70. Sono certo che sia arrivato il momento di cercare anche l’aiuto delle generazioni più giovani.


Ponyo on the Cliff by the Sea arriverà nelle sale italiane nel 2009 distributo dalla Lucky Red.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

EMMY 2019 – I Griffin intervengono durante la cerimonia 23 Settembre 2019 - 13:00

C'è stato spazio anche per I Griffin durante la cerimonia dei Primetime Emmy Awards: ecco il video del loro caustico intervento.

Box Office: arriva Downton Abbey al primo posto in America, in Italia vince Tarantino 23 Settembre 2019 - 12:10

La classifica del Box Office americano dell'ultimo weekend (20 settembre - 22 settembre).

Curon: il teaser trailer della serie Netflix incentrata sul (vero) paese inghiottito dal lago 23 Settembre 2019 - 12:00

Quali segreti nasconde il lago di Resia? Curon è la nuova serie originale Netflix che racconta alcune misteriose vicende dell’omonimo paese in provincia di Bolzano. Ecco il teaser trailer.

La storia di Waterworld (FantaDoc) 19 Settembre 2019 - 16:08

L'annacquata storia di Waterworld, il buco nell'acqua di Costner. Ma sarà poi vero?

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Batman, il telefilm 18 Settembre 2019 - 15:47

Nanananananananana...

7 cose che forse non sapevate sulla Famiglia Mezil 17 Settembre 2019 - 16:32

Lo storico cartoon della Famiglia Mezil, che veniva da oltre cortina e... ha ispirato i Simpson?!?