L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Le Cronache di Narnia: il Principe Caspian curiosità e secondo trailer italiano

Le Cronache di Narnia: il Principe Caspian curiosità e secondo trailer italiano

Di Francesco

Ormai ci siamo ragazzi: Le cronache di Narnia – Il Principe Caspian, la seconda parte della serie Le Cronache di Narnia, è prossimo all’uscita. Per tutti coloro che sono già in villeggiatura, o per chi è ancora in città, l’appuntamento al cinema con questo fine settimana di ferragosto è ovviamente fissato, perché il film di Andrew Adamson esce il 14.

Ma oltre al trailer italiano – e mi raccomando non perdetevi questi giorni perché domani e il giorno seguente dedicheremo altri due video al film – vogliamo regalarvi alcune “chicche”, giocando con curiosità e aneddoti che hanno accompagnato la realizzazione dello stesso.

Lo sapevate?

I libri de Le cronache di Narnia hanno venduto oltre 100 milioni di copie ad oggi e sono stati tradotti in 35 lingue diverse.

Costumi

La costumista Iris Mussenden dice di aver tratto ispirazione dall’opera del pittore El Greco per i costumi dei Telmarini.

Numero totale dei capi d’abbigliamento realizzati per il cast principale del film: 1042

Numero totale dei singoli elementi, compresi elmi, maschere, stivali e guanti, realizzati per Re Miraz e i suoi cavalieri e per l’esercito dei Telmarini: 3722

Numero dei rivetti di metallo utilizzati per ogni elemento di maglia metallica (anche detto “brigandina”) indossato dai soldati Telamarini: 2184

Numero approssimativo totale dei rivetti utilizzati: 850.000

Numero totale degli addetti al reparto costumi: 70

Lo sapevate?

L’attore Skandar Keynes, che interpreta Edmund Pevensie, è cresciuto 16,25 cm tra la realizzazione de Le cronache di Narnia – Il leone, la strega e l’armadio e Le cronache di Narnia – Principe Caspian.

Lo sapevate?

Il cast e i tecnici di Le cronache di Narnia – Principe Caspian provenivano da 15 paesi diversi, tra cui la Repubblica Ceca, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia, Canada, Germania, Polonia, Slovenia, Spagna, Messico, Italia e Francia. Sul set si parlavano oltre 9 diverse lingue.

Location

Numero dei continenti visitati dal regista Andrew Adamson per trovare le location per il film: 5

Gli unici continenti non considerati sono l’Artico e l’Antartide.

Le location principali del film sono: Nuova Zelanda, Repubblica Ceca, Slovenia e Polonia

Gli storici Barrandov Studios di Praga istituiti nel 1931, hanno ospitato molti dei set principali di Le cronache di Narnia – Principe Caspian, e negli ultimi anni sono diventati una destinazione abituale per Hollywood. Altri film girati di recente ai Barrandov studios sono Casino Royale e The Bourne Identity.

Lo sapevate?

Durante la produzione di Le cronache di Narnia – Principe Caspian il servizio catering del film ha fornito quotidianamente i pasti a 1.100 attori e tecnici. Il numero totale dei pasti serviti durante le riprese ammonta a oltre 200.000.

Lo sapevate?

Il regista Andrew Adamson ha concesso all’attrice Anna Popplewell (Susan Pevensie) di allontanarsi dal set durante le riprese per volare a Londra e prendere parte al ballo della scuola. Anna ha indossato l’abito da sera in una toilette ed ha avuto il tempo di fare solo due balli prima di tornare a Praga.

Armature

Il visualist Richard Taylor della neozelandese Weta Workshop ha progettato oltre 600 armature ed armi per i nuovi abitanti di Narnia, i telmarini, comprese 200 lance, 200 spade, 100 daghe, 250 scudi e 55 balestre.

Taylor ha ideato anche protezioni deformabili e le varie attrezzature per le riprese acrobatiche da utilizzare con i cavalli nelle scene chiave di battaglia del film.

Lo sapevate?

Le cronache di Narnia – Il leone, la strega e l’armadio ha totalizzato al box office mondiale 745 milioni di dollari, attestandosi fra i film di maggior successo di tutti i tempi.

Lo sapevate?

Skandar Keynes ed Anna Popplewell hanno ottenuto le rispettive parti in Le cronache di Narnia in una selezione con oltre duemila altri candidati da tutto il mondo, per poi scoprire di abitare a pochi passi di distanza a Nord di Londra.

I set

Lo scenografo di Le cronache di Narnia – Principe Caspian Roger Ford lavora nel campo cinematografico da oltre quaranta anni ma il set per il castello del re Miraz, costruito ai Barrandov Studios, è stato il più grande mai disegnato nella sua carriera.

Il castello di Re Miraz occupa una superficie di 1.858 m2 ed è in parte ispirato al Castello di Pierrefonds, che si trova fuori Parigi.

Alla realizzazione del castello hanno lavorato 200 tra carpentieri, intonacatori e pittori e la costruzione è durata 15 settimane.

Il lavoro di animazione digitale, realizzato in fase di post-produzione del film aumenterà le proporzioni del castello di re Miraz di tre volte.

Sul fiume Soca, nella regione di Bovec in Slovenia è stato costruito un ponte di tronchi per la scena finale decisiva di Le cronache di Narnia – Principe Caspian, la realizzazione ha impegnato 20 tra ingegneri ed operai ed è durata 1 mese.

Ford si è ispirato per il progetto al ponte fatto costruire da Giulio Cesare attraverso il Reno nella sua battaglia contro i germani.

Per realizzare il progetto di Ford, gli ingegneri hanno temporaneamente deviato il corso del fiume Soca.

La stazione della metropolitana di Londra dove i ragazzi Pevensie iniziano la loro avventura in Le cronache di Narnia – Principe Caspian non si trova affatto a Londra. Ford ha realizzato il realistico set presso gli Henderson Studios nell’Isola del Nord della Nuova Zelanda.

Lo sapevate?

Per il Le cronache di Narnia – Principe Caspian, la truccatrice Tami Lane e l’ideatore del trucco premiato con l’Oscar® (per Il leone, la strega e l’armadio) Howard Berger hanno deciso che gli abitanti di Narnia dovessero essere di tutte le età e di ogni razza, a differenza di Il leone, la strega e l’armadio. Nel nuovo film vedremo per la prima volta centauri femmina come anche centauri bambini ed un fauno di 80 anni.

Lo sapevate?

Forse troverete qualcosa di familiare nelle location di Le cronache di Narnia – Prince Caspian, questo perché girate in regioni remote della Nuova Zelanda che figuravano come la Terra di Mezzo nella trilogia del Signore degli Anelli.

Make-up

Le 130 comparse che interpretano le creature di Narnia in Le cronache di Narnia – Principe Caspian indossano costumi speciali ed sono state sottoposte a una sessione di trucco quotidiana di diverse ore.

L’ideatore degli effetti speciali di trucco Howard Berger ha lavorato con un team di 50 truccatori ed ha supervisionato 4.600 sessioni di trucco nel corso della produzione.

L’attore Warwick Davis era impegnato al trucco per 3 ore e ½ ogni giorno, dovendo indossare una protesi facciale che lo trasformasse nel Nano Nero Nikabrik.

Per essere certo che il cast fosse pronto per girare al momento dovuto Howard Berger, Tami Lane ed il loro team arrivavano sul set 5 ore prima del resto degli altri tecnici.

La sveglia più anticipata di Howard e Tami: l’1 e 30 del mattino.

Lo sapevate?

L’attore Warwick Davies è l’unico membro del cast di Le cronache di Narnia – Principe Caspian ad essere stato protagonista di due adattamenti delle storie di Narnia. In Principe Caspian è Nikabrik, il Nano nero, mentre nella produzione della BBC del 1989 BBC del Principe Caspian ed del Viaggio del veliero interpretava lo spericolato topo di nome Reepicheep. Nell’ultima versione della storia Reepicheep sarà una creatura realizzata interamente con l’animazione digitale.

Lo sapevate?

Il regista Andrew Adamson ha trascorso oltre un anno alla ricerca dell’interprete adatto per il personaggio del Principe Caspian, ha finito per scegliere l’attore britannico ventiseienne Ben Barnes per il ruolo -fondamentale per la carriera di un attore – appena tre settimane e ½ prima dell’inizio delle riprese.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Articolo Succesivo

LEGGI ANCHE

Gli studios ignorano le richieste sui protocolli sull’aborto dei creatori 11 Agosto 2022 - 18:03

Disney, Netflix, AppleTV+, NBCUniversal, Amazon, Warner Bros, Discovery e AMC Networks hanno risposto alla richiesta di rettificare il piano di sicurezza sull'aborto di più di mille creatori di Hollywood.

Cenerentola: il trailer del musical Amazon con Camila Cabello 3 Agosto 2021 - 20:20

La rilettura della classica fiaba arriverà su Amazon Prime Video il 3 settembre

NipPop 2015 – Riyoko Ikeda parla di Lady Oscar, della sua carriera e del successo in Italia 6 Giugno 2015 - 16:00

Abbiamo incontrato la mangaka Riyoko Ikeda, l'autrice di Lady Oscar, Caro Fratello, La finestra di Orfeo, Eroica, ospite del NipPop a Bologna. Ecco la nostra video intervista al roundtable e la conferenza...

Yoshitaka Amano riscopre le tradizioni giapponesi grazie a Neil Gaiman 28 Marzo 2015 - 16:39

Abbiamo intervistato in esclusiva l'illustratore e character designer di Final Fantasy, Yoshitaka Amano, alla prima edizione del Monaco Anime Game International Conferences...

Black Panther: Wakanda Forever, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 4 Ottobre 2022 - 8:56

Ieri sono usciti a sorpresa il nuovo trailer e il nuovo poster di Black Panther: Wakanda Forever. Il primo, in particolare, ha mostrato un bel po’ di cosucce nuove. Perciò mettiti comoda, nonna, ché c’è da spulciare un altro po’ di storia Marvel e unire un paio di puntini… CI VUOLE K’UK’ULKAN, NELLA VITA Il […]

Wolverine-Deadpool: 5 incontri/scontri memorabili 30 Settembre 2022 - 11:18

Precedenti a fumetti delle baruffe tra il mutante canadese e il mercenario chiacchierone. Compresa quella volta che Deadpool ha hackerato un profilo di Wolverine.

She-Hulk, episodio 7: ma chi sono quei tizi? 30 Settembre 2022 - 8:59

Se avete visto il settimo episodio della serie She-Hulk: Attorney at Law, e non siete degli impallinati di fumetti Marvel, vi starete chiedendo chi diavolo siano quei tizi buffi che appaiono a un certo punto e interagiscono con la protagonista. Nessun problema, siamo qui per quello: che la forza dello spiegone veloce sia con voi. […]