L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Bruce Lee, la pietra angolare

Di Gabriele Niola


Sulla figura di Bruce Lee, sulla sua storia e sulla sua importanza cinematografica sono stati scritte innumerevoli pagine e girati diversi film. E’ senza dubbio l’artista marziale più importante nella storia del cinema mondiale ma anche uno degli uomini più importanti nello sviluppo della settima arte in assoluto.

Pur non essendo un autore, pur non ideando e non girando i film in cui prendeva parte Bruce Lee è comunque un rivoluzionario del cinema. Un rivoluzionario forse inconsapevole ma non per questo meno devastante.
Il kung fu era stato portato al cinema da molto prima di Bruce Lee, già si erano canonizzati molti generi e addirittura le arti marziali erano entrate già nella cultura più di massa, cosa dimostrata dai primi ruoli che gli furono affidati da comprimario. Com’è noto era Kato prima nella serie di Batman e poi in Green Lantern. Il kung fu era già parte dell’immaginario del cinema e Bruce Lee vi si incastrava (inizialmente) come uno fra tanti.

La diversità del “piccolo drago” infatti non risiede tanto nei suoi film (tutti per lo più trascurabili a livello cinematografico se si eccettua la sua presenza) e nemmeno nelle sue interpretazioni (non è mai stato un eccelso attore) quanto nella rivoluzione che è stato in grado di portare nel rapporto corpo/schermo.
Il vero cinema di arti marziali le rappresenta dal vero, senza controfigure e effetti speciali, rappresenta esseri umani in grado di fare ciò che fanno vedere e ciò che faceva Bruce Lee non era solo nuovo, bello e impressionante ma anche straordinariamente cinematografico.

In ogni scena di combattimento il piccolo drago mostra come un corpo possa fare la differenza, come l’armonia dei movimenti possa comunicare a livello estetico e immaginifico più di lunghi monologhi. Al pari di altri corpi incredibili del cinema come quelli (radicalmente diversi) di John Belushi o Charlie Chaplin anche quello di Bruce Lee aveva un’istintiva fisicità, una capacità di unire piacere della vista e spirito del proprio tempo.
Il cinema non è solo dialoghi e inquadrature ma anche (e molto) corpi che si muovono sullo schermo. Proprio il cinema italiano ha insegnato che un corpo può fare la differenza con la sua sola presenza e che anche un attore professionista può sfigurare di fronte ad un pover’uomo della strada se il film necessita di nutrirsi di quelle facce povere ed emaciate e quei corpi smunti.

Non a caso lui e non altri sono tutt’ora simbolo pop di un modo di intendere il cinema e la vita. Ancora di più nonostante Bruce Lee abbia fatto solo film strettamente di kung fu senza contaminarli mai con nulla, è stato proprio lui a liberare il genere e permettere le future contaminazioni perchè ha dimostrato più di chiunque altro come sia il corpo con i suoi movimenti, i suoi eccessi e la sua capacità di parlare da solo il vero cuore del cinema d’arti marziali e non le trame posticce o i personaggi ridicoli messi in scena solitamente.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

American Horror Stories: Ryan Murphy svela il teaser trailer dello spin-off 23 Giugno 2021 - 20:05

Lo spin-off antologico di American Horror Story debutterà in USA il 15 luglio su Hulu. Da noi invece arriverà su Disney+ Star

Too Hot To Handle – Su Netflix la seconda stagione del sexy-reality all’insegna del trash 23 Giugno 2021 - 20:00

Torna sul Netflix, all'insegna del trash più sfrenato, il reality campione di visualizzazioni: Too Hot to Handle parte con la seconda stagione!

La Misteriosa Accademia dei Giovani Geni debutterà su Disney+ con un doppio episodio 23 Giugno 2021 - 19:45

Disney+ ha annunciato che La Misteriosa Accademia dei Giovani Geni (The Mysterious Benedict Society) debutterà venerdì 25 giugno con un doppio episodio.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)