L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Hellboy:The Golden Army, ecco i segreti della produzione!

Di

Hellboy - The Golden Army Selma Blair Liz Sherman Ron Perlman	Hellboy

Iniziamo oggi un viaggo all’interno del pressbook di Hellboy:The Golden Army, ricco di curiosità, interviste e segreti fino ad oggi incofessati.

Un appuntamento quotidiano, da seguire con cura e interesse, fino all’uscita nelle nostre sale, attesa per la prossima settimana.

Prima puntata dedicata ai segreti della produzione di questo atteso sequel, strabiliante 1000 volte più del primo capitolo….

Le prime avventure di Hellboy sono state pubblicate dalla Dark Horse Comics nel 1994. L’esordio come regista cinematografico di Guillermo del Toro è avvenuto un anno prima con il film horror, acclamato dalla critica, Cronos, con Ron Perlman nei panni del malvivente alla ricerca di un dispositivo per l’immortalità. Mentre il lavoro di del Toro attirava l’attenzione internazionale, il regista ha tenuto d’occhio la creazione di Mignola come possibile futuro film. “Sono sempre stato un ammiratore di Mike Mignola” dice il regista. “Mi sono innamorato del suo lavoro d’atmosfera, meditativo, gotico. Quando stavo girando Mimic nel 1997, la parte più bella della giornata era andare al negozio di fumetti a cercare i numeri di Hellboy. Al tempo ho pensato che stava prendendo la giusta direzione per diventare un film.

Del Toro ammette di aver immaginato la versione filmica di Hellboy proprio come Mignola l’aveva scritta nei suoi fumetti: “un operaio – idraulico o elettricista – che arriva con la scatola degli attrezzi e dice ‚Dov’è la perdita?‘ e va a ripararla. Ma lui è un investigatore sfinito, riluttante; il suo metodo di investigazione è ridurre i mostri in poltiglia.
L’interesse del cineasta nel trasformare il demone in una star cinematografica ha sorpreso il pragmatico Mignola, che credeva che le storie dei suoi antieroi sarebbero rimaste per sempre sulla pagina.“Non ho mai creduto che, nemmeno fra un miliardo di anni, Hellboy sarebbe diventato un film, e quando se ne è discusso ho detto ‚Certo, buona fortuna‘. Ma quando ho conosciuto Guillermo, ho subito capito che se qualcuno avrebbe mai dovuto farlo, speravo veramente fosse lui. Siamo stati subito d’accordo sul fatto che Hellboy doveva essere Ron Perlman.
In un mondo di eroi che ostentano corpi cesellati e bellezza e professano valori tutti americani, il pubblico ha trovato una piacevole novità vedere un bravo ragazzo così, beh, brutto. Il produttore Mike Richardson dice: “Hellboy non è il solito supereroe. Questo è un personaggio che ha le corna e la coda e sembra il diavolo; si rade e si spunta le corna per cercare di sembrare più umano possibile. Lui è un eroe colletto-blu che vuole solo essere uno di noi.
Nel corso dei cinque anni di sviluppo preceduti al via libera per Hellboy, la squadra creativa dietro al progetto ha mantenuto la concentrazione. “In quel periodo sono arrivate alcune offerte per fare Hellboy” ricorda il produttore di blockbuster Lawrence Gordon, “ma erano circa cinque anni prima che Guillermo si creasse un curriculum e dei precedenti commerciali per fare il film nel modo in cui lui lo immaginava. La sua credibilità come artista e il successo dei film che ha realizzato durante quegli anni – La spina del diavolo e Blade II— sono stati determinanti.
Il primo film, con Ron Perlman, Selma Blair, Doug Jones e Jeffrey Tambor come membri dell’elitario B.P.R.D. è stato prodotto da Revolution Studios con Dark Horse Entertainment, Lawrence Gordon Productions e Starlite Films. Ha ottenuto un solido successo commerciale e ha incassato un totale di 100 milioni di dollari al botteghino internazionale, oltre a trovare un pubblico foltissimo attraverso la vendita di DVD.
Con figure importanti nel mondo dell‘action-thriller e il crescente successo internazionale di del Toro riscosso con la favola per adulti Il labirinto del fauno, del Toro aveva finalmente il potere per avere via libera per il secondo capitolo delle avventure di Hellboy. Dei cambiamenti nell’industria cinematografica, tuttavia, hanno portato il sequel di Hellboy a una nuova società di produzione. “Dato che la Revolution ha chiuso i battenti, siamo stati in grado di ri-portare il sequel alla Universal dove, molti anni prima, avevamo iniziato a sviluppare Hellboy” dice il produttore Lloyd Levin. “L’opportunità di fare il sequel con la Universal è stata per noi una grande gioia perché avevamo sempre desiderato che Hellboy facesse parte della grande famiglia della Universal Monsters.” (Non a caso, ogni domenica da bambino del Toro andava a vedere al cinema della sua città due film degli Universal Monster, da Frankenstein a Il mostro della laguna nera).

Questa volta, del Toro voleva raccontare la storia di Red (il soprannome che Liz ha dato a Hellboy) in una scala più grande, includendo molte più creature che abitavano l’universo che Mignola aveva creato. Il produttore Gordon dice “lui mangia, dorme e respira cinema” e ammette che aspirava a portare Hellboy sia negli angoli oscuri del mondo fantastico che all’aperto per un pubblico beatamente ignorante. Come già precedentemente, ha progettato almeno metà dei goblin immaginati, dei troll e delle creature della notte per essere interpretati da attori con un trucco prostetico eleboratissimo. I burattinai avrebbero aumentato il range dei loro movimenti con animatronic radio-controllati.
L’universo di Mignola richiede alle creature una componente fisica molto forte” dice del Toro. Specialmente quando quel mondo comprende anche esseri nati dall’immaginazione di del Toro, come il fedele servitore e scagnozzo del Principe Nuada, il troll Wink; l’enigmatico e alato Angelo della Morte; e una serie di altri goblin, ciambellani e cattivi.
Scrivendo la sceneggiatura del sequel, del Toro ha capito di aver di nuovo bisogno di effetti generati al computer (CGI) da usare quando gli effetti fisici o meccanici non erano possibili. La Double Negative Visual Effects è salita a bordo per eseguire la sua idea dello spietato robotico Esercito d‘Oro che il Re con un braccio solo Balor, sovrano di Bethmoora, ha creato un millennio prima, oltre all’inarrestabile creatura Elementale e ad altri effetti fantastici.
Per Hellboy II, del Toro e Mignola volevano nella storia più strati e livelli di quanti non fossero riusciti a realizzare in Hellboy, perché questa volta non dovevano più preoccuparsi della storia delle origini ben narrata dal primo film.“Mitologia e folklore sono sempre stati presenti nei fumetti di ‘Hellboy’, ma nel primo film non li abbiamo mostrati“ nota Mignola. „Così invece di Rasputin, dei Nazi, di scienziati matti e di roba del genere di H.P. Lovecraft, abbiamo optato per il soprannaturale.

Dopo aver lavorato al soggetto e alle linee guida della storia con Mignola, del Toro ha trascorso due anni e mezzo a scrivere la sceneggiatura di Hellboy: The Golden Army. Ha ignorato le solite convenzioni dei sequel, dato che la storia delle origini dell’eroe e dello sfondo era stata già narrata nel primo film, e si è concentrato sul racconto di una favola dark in cui il mondo di creature magiche che hanno vissuto per secoli al di sotto degli uomini, alla fine ne hanno abbastanza e iniziano una rivolta. Era tempo per Hellboy di fare una scelta: da quale parte della barricata sta?
Non c’era bisogno di ricapitolare o rispiegare chi fossero tutti” dice del Toro. “Siamo andati avanti. E‘ una storia completamente nuova, una favola dark, toccante. Si può prendere l’aspetto più terribile, melodrammatico e sottolinearlo, ma dato che lo stai facendo interpretare a dei mostri, assume da solo un significato diverso. Il bello di queste storie è che, in un universo irriconoscibile, ci sono delle riconoscibilissime emozioni umane.
Salvare il mondo è un lavoro del diavolo, ma Hellboy è pronto; è quello che è nato per fare. L’aiuto arriva a Red con un assortimento di altri mostri, nascosti in un bunker high-tech al quartier generale del B.P.R.D. del New Jersey. Ufficialmente l’organizzazione non esiste, ma un paio di civili attoniti hanno visto il corpulento pistolero rosso e la sua schiera di creature ultraterrene in azione. E, che gli piaccia o meno, è ora che Hellboy esca allo scoperto.
L’ultima volta che l‘abbiamo incontrato, Hellboy aveva salvato l’umanità da un monaco matto e vecchio secoli determinato a far piovere distruzione sulla Terra. Ora, sta per affrontare un principe che non aspettava altro che la sua occasione di guidare le sue creature del buio per riprendersi quello che un tempo era stato loro. Sul fronte personale, Hellboy ha un periodo ancora più duro a casa. Lui e Liz stanno insieme da un anno e la luna di miele è decisamente finita.

Con la sceneggiatura pronta, i realizzatori del film hanno cominciato la ricerca dei mostri e delle anomale creature che si adattassero naturalmente all’universo di Hellboy. Fortunatamente c’è voluto poco più che una telefonata per far ritornare il compatto gruppo di interpreti del primo film alle loro uniformi del B.P.R.D..

To be Continued…

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mission Impossible 7: Tom Cruise in azione a Venezia nelle nuove foto dal set 21 Ottobre 2020 - 17:45

Da Roma a Venezia. Proseguono in Italia le riprese di Mission: Impossible 7, ed ecco che arrivano nuove foto con il protagonista Tom Cruise.

Fareastream – Da questa sera alle 21, la prima piattaforma digitale italiana dedicata al cinema asiatico 21 Ottobre 2020 - 17:31

Gli appassionati di cinema asiatico da questa sera potranno contare sull'offerta di una nuova piattaforma: Fareastream realizzata in collaborazione con il Far East Film Festival

Wendell Pierce sarà B.B. King nel biopic The Thrill Is On 21 Ottobre 2020 - 17:00

La star di Jack Ryan e The Wire sarà la leggenda del blues

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).