L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Dante 01, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Dante 01 Poster ItaliaRegia: Marc Caro
Cast: Lambert Wilson, Linh Dan Pham, Simona Maicanescu, Dominique Pinon, Bruno Lochet, François Levantal
Durata: 88 minuti
Anno: 2008

Con forti, fortissimi, debiti nei confronti dei capisaldi del genere (da 2001 ad Alien, da Solaris a THX) Dante 01 tenta un’incursione nel genere “fantascienza filosofica”, tenta cioè di riflettere sui principi universali dell’umanità e sulle leggi che regolano la vita e l’universo, attraverso una storia ambientata nel remoto futuro e più precisamente in una prigione spaziale.

All’interno infatti dell’omonima stazione orbitante vengono ospitati criminali da ogni punto dell’universo con l’obiettivo di sottoporli ad esperimenti scientifici da parte di un team di scienziati, ma l’arrivo di un detenuto misterioso porterà scompiglio. E non solo nella stazione.

Si tratta del classico esempio di “fantascienza improbabile” o se preferite “fantascienza d’antiquariato”, cioè quei film ambientati nel futuro che lo presentano in una maniera ormai superata dalla realtà dei fatti. Nonostante la previsione non sia la missione principale del cinema (o della letteratura) di fantascienza, lo stesso è qualcosa che condisce il genere, cioè la visione che l’autore dà del possibile futuro dell’umanità è parte integrante dello spirito di un’opera di fantascienza. E la visione di Marc Caro è abbastanza superata.

Non solo la musica è simile a quella di Ligeti usata da Kubrick, non solo gli ambienti sono bui e densi di elementi di design oscuro come quelli di Alien, non solo i protagonisti sono tutti pelati come in THX, ma viene inserito anche un elemento “storicizzante” dando il nome di grandi uomini del passato a tutti i prigionieri. Nome che apparentemente è poco motivato ma che poi si rivela parte del destino di ognuno. Ciliegina sulla torta: la stazione orbitante ha forma di croce.

Come se questo non bastasse Dante 01 è anche noiosissimo e ben poco comprensibile, ma non in maniera ermetica come Solaris, bensì confusamente come The Fountain.
Eppure se anche con uno sforzo immane si passasse sopra tutto questo rimane un’idea di fantascienza vecchia di almeno 20 anni, condita con l’uso di tecnologie analogiche (!!!). Nel suo rifarsi pedissequo ai grandi capisaldi Marc Caro trascura il fatto che la fantascienza non può non evolversi con l’evolversi della tecnologia reale.
Se i computer di Alien pieni di lucine avevano senso negli anni ’70, oggi sono ridicoli. Se gli schermi malfunzionanti con disturbi analogici di Blade Runner erano molto caratteristici e davano una bella idea di precarietà generale oggi sono oggetti legati ad un mondo antico.

Sorvolerò poi sugli effetti speciali da episodio del Dr. House…

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Lord of the Rings: la prima stagione costerà $465M 16 Aprile 2021 - 21:31

La prima stagione di The Lord of the Rings riceverà nuove agevolazioni dalla Nuova Zelanda, il costo delle riprese si aggirerà sui $465M.

Cinema e teatri potrebbero riaprire il 26 aprile nelle zone gialle 16 Aprile 2021 - 20:39

Il Ministro alla Cultura Dario Franceschini ha confermato che a partire dal 26 aprile potranno riaprire nelle zone gialle teatri e cinema. Ma si tratta comunque di uno scenario improbabile.

Kristen Wiig e Annie Mumolo insieme a Disney per un film sulle sorellastre di Cenerentola 16 Aprile 2021 - 20:30

Le sceneggiatrici de Le amiche della sposa racconteranno il classico dal punto di vista di Anastasia e Genoveffa. Produce Will Ferrell

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.