L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Mongol, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

mongol-locandina.jpgRegia: Sergej Bodrov
Cast: Tadanobu Asano, Honglei Sun, Khulan Chuluun, Odnyam Odsuren, Aliya, Ba Sen
Durata: 120 minuti
Anno: 2007

Se c’era un film di cui si sentiva poco il bisogno è Mongol. Già il cinema russo contemporaneo sembra regalarci sempre meno chicche, poi la sua parte più prettamente commerciale fa segnare una decisa punta verso il basso.

Mongol racconta delle traversie di Temugin, guerriero della Mongolia, nato da un condottiere di media grandezza, cresciuto tra stenti, privazioni e soprusi, innamorato da sempre della stessa donna (“perchè ha le gambe forti!”) e dotato di una determinazione fuori dal comune. Temugin corre, scappa, viene imprigionato, cerca la sua donna e alla fine rivolgerà il suo modesto esercito contro quello decisamente più grande dell’amico di una vita, in una battaglia che ne sancirà la superiorità e che spianerà la strada al suo dominio sotto il nome di Gengis Khan.

Ad essere raccontata è solo la prima parte della vita del grande condottiero, il film ci lascia quando esso diventa il padrone e il signore di tutte le diverse tribù della mongolia e lo fa perchè ciò che interessa a Bodrov è come si diventi grandi condottieri, quale sia la formazione fisica, mentale e sentimentale del più grande dominatore della storia.

Eppure la storia non solo latita di azione (le sequenze sono poche, malgirate e dotate di un’efferatezza che cozza con le caratteristiche del film), ma latita anche di una qualsiasi forma di autorialità.
Bodrov sceglie il digitale e la luce naturale per le sue riprese ma a questo non corrisponde (come in Michael Mann) una scelta estetica e morale precisa, sceglie di fare un film “di spada”, ma non si cura dell’azione, sceglie di raccontare la storia di Gengis Khan ma ne fa un ritratto bigotto e edulcorato (il romanticismo di Temugin contrasta non solo con tutto l’ambiente e la morale dell’epoca ma anche con tutti i suoi altri tratti caratteriali).

Mongol non avvince, non commuove, non fomenta, non esalta, non diverte e non intrattiene, cerca solo una forma accettabile per una storia che dovrebbe a questo punto raccontarsi da sola. Ma ovviamente non è così.

E’ online ScreenWEEK.it Magazine 175 con le clip dedicate ai film in uscita nei nostri cinema dal 1° maggio. In copertina Iron Man, la star della settimana è Personaggio: Robert Downey Jr.. Gli altri titoli sono:

Il treno per il Darjeeling
Saw 4
The Hunting Party
Racconti da Stoccolma
Sopravvivere con i lupi

ScreenWEEK.it Magazine è disponibile anche in versione podcast video (accessibile anche via iTunes) e sul nostro canale YouTube.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Kaley Cuoco e Pete Davidson nella romantic comedy Meet Cute 22 Giugno 2021 - 19:00

Le star di The Big Bang Theory e The Suicide Squad insieme per una commedia romantica con viaggi nel tempo

His Dark Materials: iniziate le riprese della stagione 3, prima foto dal set 22 Giugno 2021 - 18:54

Dafne Keen e Amir Wilson ci danno il benvenuto sul set della terza e ultima stagione della serie tratta dai romanzi di Philip Pullman

Rachel Zegler: da West Side Story a protagonista del live action di Biancaneve della Disney 22 Giugno 2021 - 18:33

Trovata l'interprete di Biancaneve nel live action della Disney diretto da Marc Webb. Stiamo parlando di Rachel Zegler (Maria in West Side Story)

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)