L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

HULK ON THE ROAD…IN AUTOSTOP!

Di

Nel mio precedente intervento ho accennato al celebre Telefilm di Hulk degli anni ’70; vista l’imminente uscita del secondo lungometraggio dedicato al gigante verde, mi sembra doveroso spendere qualche parola in più su questa incarnazione di celluloide del personaggio che, per l’appunto, sbarca per la prima volta sugli schermi televisivi l’11 novembre 1977, quando la rete CBS trasmette l’episodio pilota della serie “The incredibile Hulk”, che ufficialmente partirà qualche mese più tardi, il 10 marzo 1978. Per la parte di Hulk venne scelto il celebre culturista Lou Ferrigno, vincitore del titolo di Mr. Universo; mentre la parte del dottor Banner fu data a Bill Bixby.

Il serial godette di un grande successo, sia negli Stati Uniti che in diversi paesi all’estero, e proseguì per ben cinque stagioni, fino a raggiungere la ragguardevole (per allora) cifra di 81 episodi trasmessi!  Nonostante le tantissime stonature della trama rispetto al fumetto (più nella forma che nella sostanza, in verità), L’Hulk del telefilm rispecchia fedelmente quello che era lo stereotipo del personaggio in quegli anni, quello di un furioso mostro tutto muscoli e niente cervello; i telespettatori rimasero colpiti dalla drammaticità del personaggio e si affezionarono a questo tormentato anti-eroe, costretto a vagabondare continuamente in lungo e in largo per l’America….In autostop! Ecco in sostanza il contenuto dell’Episodio Pilota: Lo scienziato David Banner (Bruce, che è il suo nome nel fumetto, fu ritenuto troppo “gay”!) è consumato dal dolore e dal rimorso per non essere riuscito a salvare la moglie, rimasta intrappolata nelle lamiere della sua macchina in seguito ad un incidente stradale. Da allora per lui diventa fondamentale scoprire il segreto della forza interiore che ogni uomo possiede dentro di sé: a tale scopo conduce una serie di esperimenti con i famigerati raggi Gamma. Durante uno di questi esperimenti però, il buon dottore viene investito da una dose massiccia di radiazioni e subisce la sua prima trasformazione in Hulk, che – pur donandogli tutta (e oltre) la forza che si possa desiderare, lo priva della ragione. Creduto morto da tutti, Banner si dà alla fuga nella speranza di trovare una cura per la sua bizzarra “malattia”…Ma alle sue calcagna c’è il giornalista Jack McGee (di fatto, sostituisce la figura del Generale Ross), che, ignaro del tragico esito dell’esperimento, ritiene la spaventosa creatura colpevole dell’assassinio di Banner e se ne mette alla ricerca allo scopo di ottenere lo “scoop della vita”. Chi può essere più importuno di un giornalista ambizioso? 

Dopo questa intensa introduzione, gli episodi si svolgono tutti secondo lo stesso schema prestabilito: Banner arriva, generalmente grazie all’auotostop (!), in una nuova cittadina tipicamente americana e si mette alla ricerca di un lavoro nella speranza di condurre una vita normale; immancabilmente, sarà testimone di una qualche ingiustizia o succederà qualcosa di brutto che lo farà arrabbiare, provocando la sua trasformazione in Hulk, che in qualche modo farà giustizia.

Il giornalista-piattola McGee, intanto, venuto a sapere dell’apparizione di Hulk si reca sul posto e ogni volta la verità gli sfugge per un soffio da sotto il naso: quale segreto si cela dietro Hulk? L’episodio si conclude puntualmente con Banner sul ciglio di una strada che fa l’autostop….Una nuova avventura lo attende nel prossimo episodio…Riuscirà lo sfortunato scienziato a riprendere il controllo sul suo lato selvaggio? 

Il Telefilm giunge in Italia nell’82 e anche qui riscuote un grande successo: impossibile non ricordare la celebre sequenza della trasformazione in Hulk! Se l’abbuffata di muscoli e pupille verdi non vi è bastata, sappiate che al Serial fece seguito una gustosissima trilogia di film per la TV, diretti da Bixby e andati in onda negli Stati Uniti tra il 1988 e il 1990. 

 I film in questione sono intitolati rispettivamente: “La rivincita dell’incredibile Hulk (The incredible Hulk returns)”, “Processo all’incredibile Hulk (Trial of the incredible Hulk)”, e “La morte dell’incredibile Hulk (The death of the incredible Hulk)”.

In particolare i primi due lungometraggi si segnalano per essere il primo caso (finora, che io sappia, rimasto l’unico) di “crossover” tra più personaggi Marvel in un film: nel primo Hulk incontra nientemeno che Thor, il possente dio del tuono, che lo affianca nella lotta ad una organizzazione criminale che si vuole impadronire delle invenzioni di Banner; mentre nel secondo incrocia la strada dell’avvocato Matt Murdock, il celebre supereroe cieco Daredevil, sempre alle prese con cavilli legali e lotta alla mala! Il terzo film, infine, si pone come ideale conclusione della serie. Il titolo non lascia spazio all’immaginazione, ma per Banner – che muore per salvare l’umanità – arriva il momento del riscatto. 

Così agli inizi dei ’90 cessano le peripezie dell’Hulk televisivo, che probabilmente non ha più nulla da dire. Al contrario, il suo omonimo di carta vive una splendida rinascita: ma di questo, ovviamente, ne riparliamo la prossima settimana. 

Siateci!

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Articolo Precedente

LEGGI ANCHE

WandaVision: come Dick Van Dyke ha aiuta la serie (senza conoscere il MCU) 18 Gennaio 2021 - 21:15

Il regista dai WandaVision Matt Shakman ha parlato dell’incontro che ha avuto con Dick Van Dyke, durante un pranzo a cui ha partecipato anche il Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige.

Johnny Depp – Amber Heard: Anche Disney e LAPD chiamate in causa al processo 18 Gennaio 2021 - 21:11

Amber Heard ha citato la Walt Disney Motion Picture Group e la LAPD nei processi in corso contro Johnny Depp. Eccoun aggiornamento sui processi e le querele.

Master of None tornerà su Netflix con la stagione 3 18 Gennaio 2021 - 20:37

Sembra che dopo una pausa di ben tre anni, la serie Master of None sia pronta per tornare su Netflix con la stagione 3.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.