L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Temete il vostro Paese: recensione in anteprima di Rendition

Di Francesco

Rendition Detenzione Illegale Poster Italia1
Regia: Gavin Hood
Cast: Reese Witherspoon, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin, Peter Sarsgaard, Omar Metwally, Yigal Naor
Anno: 2007
Durata: 122 minuti

Parafrasando J.F.K non chiedetevi per cosa vi dovrebbe temere il vostro Paese, ma chiedetevi cosa dovete temere dal vostro Paese! Piccola licenza poetica che non vuole assolutamente minare il ricordo o la persona stessa di uno dei presidenti degli Usa più cari al proprio popolo, ma che serve solo da spunto per la pellicola di Gavin Hood.

Storie parallele che si intrecciano più di una volta, personaggi appena intravisti, che poi vengono abbandonati, illudendosi che non siano quelli principali (se così non ci avessero già avvertito i titoli e i vari trailer), ma che poi fanno ritorno e si inizia a scavare ed indagare su di loro.

Doppio è il filone su cui regge tutta la struttura della pellicola, come un binario parallelo, che ha la presunzione di apparire unito all’orizzonte. Da una parte Douglas Freeman (Jake Gyllenhall), agente della Cia, che si trova a seguito di un attentato terroristico, a dirigere operazioni di cui avrebbe preferito non essere a conoscenza. Un semplice analista, lui, chiamato a misurarsi con i sistemi di tortura locali, messi in atto dalla polizia per volere degli stessi Usa, per carpire informazioni delicate e preziose. Con ogni mezzo!

Anwar El-Ibrahimi (Omar Metwally), ingegnere chimico americano/egiziano dall’altra, preso di forza al suo rientro in patria proprio dopo l’attentato. Materialmente impossibilitato nell’aver compiuto il fatto, ma sospettato di avervi preso parte, in qualche misura. Anche solo con l’apporto delle sue conoscenze tecniche.

Sul piatto della bilancia, a denotare spessore e carattere, per approfondire quei piccoli dettagli che rendono completa una vicenda, Isabella El-Ibrahimi (Reese Witherspoon), moglie del chimico, in cinta del secondo figlio e in affannosa ricerca del marito, quasi in un porta a porta inevitabilmente politico; Corinne Whitman (Meryl Streep), a capo della Cia e mandante di tutte le operazioni Usa all’estero, mente pensante dell’arresto di El-Ibrahimi. Ma non finiscono qui gli intrecci, che sono resi ancor più difficili da districarsi per via del triangolo ad inseguimento sempre più serrato di Abasi Fawall (Igal Naor), capo delle prigioni e padre di Fatima (Zineb Oukach), figlia ribelle alle tradizioni e fidanzata di Khalid (Moa Khouas).

Impossibile non pensare sul finale a I soliti sospetti, ma qui il passaggio dal costruito a ritroso e l’immediato riscontro non è così veloce e intuibile: a primo impatto sembra che ci sia un enorme buco nella sceneggiatura e solo successivamente si riesce ad apprezzarne la piena consapevolezza e il gusto sopraffino.

Rendition è un termine non a caso utilizzato da Amnesty International per fare riferimento a una varietà di operazioni, eseguite dalle autorità statunitensi o per conto di queste ultime, messe in atto per trasferire persone da un Paese a un altro al di fuori di qualsiasi procedura legale, quale ad esempio l’estradizione. Le rendition comportano molteplici violazioni dei diritti umani: arresto arbitrario, sparizione, trasferimento illegale verso un altro Paese, detenzione senza processo, tortura.

Non è un caso se Amnesty International ha scelto di consigliare questo film, ma il percorso di denuncia da loro fatto, va ben al di là della semplice visione di una pellicola comunque ben fatta e moralmente, quanto umanamente valida.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Migrations – Claire Foy e Benedict Cumberbatch insieme per il film basato sul romanzo di Charlotte McConaghy 24 Ottobre 2020 - 7:21

Claire Foy e Benedict Cumberbatch reciteranno di nuovo insieme in Migrations, il film basato sul romanzo di Charlotte McConaghy

Journal for Jordan: Chanté Adams protagonista del nuovo film di Denzel Washington 23 Ottobre 2020 - 21:15

L'attrice affiancherà Michael B. Jordan nel film biografico

Scream 5: nuove foto dal set, Courteney Cox è di nuovo Gale Weathers! 23 Ottobre 2020 - 20:30

Le riprese di Scream 5 proseguono a Wilmington, nel North Carolina, ed ecco che arrivano nuove foto dal set con Courteney Cox, tornata ad interpretare il ruolo di Gale Weathers.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).