L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Dreamworks dal 2009 produrrà solo in 3D

Di Gabriele Niola

Dreamworks animation logo

L’industria del cinema, e in special modo il settore delle sale, sta puntando molto sulla tecnologia di proiezione in 3D, e i primi a beneficiarne sono quelli dell’animazione in computer grafica (per ovvi motivi di facilità di transizione alla nuova tecnologia). Questo però non ha impedito alla dichiarazione di Jeffrey Katzenberg di pensare solo al 3D per il futuro della Dreamworks di arrivare come una sorpresa.

La Dreamworks ha sicuramente investito molto nella proiezione tridimensionale (con Shrek, Madagascar e Bee Movie) ma addirittura scegliere di passare definitivamente a quel tipo di tecnologia (che non implica solo una diversa proiezione ma anche un diverso modo di girare i film) è qualcosa di forte che, non a caso, nessun altro studio ha ancora fatto.
E’ da settanta anni ovvero dall’introduzione del colore che non si presentava davanti ai nostri occhi un’opportunità del genere […] Lavoro da trentacinque anni nell’industria cinematografica e il 3D rappresenta, senza dubbio, la novità più eccitante per chi fa film, per chi li proietta e per gli spettatori che li vanno a vedere”.

L’anno del grande passaggio sarà il 2009, quando uscirà l’atteso Monsters vs. Aliens il primo vero esperimento 3D dello studio. Fino ad ora infatti i film che la Dreamworks ha distribuito anche nelle sale dove si proietta in tre dimensioni erano adattati a quella tecnologia e non pensati e girati in quel modo (procedura che richiede proprio un’altra attrezzatura rispetto al solito), una differenza non da poco che nelle sale non abbiamo avuto ancora modo di vedere (al momento l’unico film girato in questo modo è U2 3D, inedito in Italia).

Il dubbio su quanto abbia influito nella decisione di Katzenberg la componente artistica non può non rimanere specialmente sentendo le sue parole: “Per noi il 3D rappresenta un modo per restituire alla sala cinematografica la centralità nella filiera e il primato tecnologico nell’industria dell’audiovisivo”. Sappiamo bene infatti che tutto il clamore intorno al 3D è figlio della convinzione che questa tecnologia riporterà la gente nelle sale, poichè non è replicabile a casa e quindi non piratabile.

Non è la prima volta infatti che la proiezione 3D arriva al cinema e viene annunciata la rivoluzione (per la precisione è la terza e sempre in concomitanza con una crisi), tuttavia in passato la tecnologia non era perfetta, aveva molti problemi oggi risolti (il più grande è il fatto che desse il mal di testa). La qualità è migliore e il coinvolgimento pure, tanto che le sale si stanno rapidamente adeguando e anche da noi i principali multisala saranno tutti attrezzati per la fine 2008. Ma appunto sembra più un’esigenza data dalla crisi indotta dalla pirateria che altro. C’è più l’aria che ci vogliano convincere che sia meglio.

Personalmente sono un tecnoentusiata e un cineentusiasta, la proiezione 3D l’ho vista in un paio di occasioni e non mi ha proprio sconvolto, ma erano ovviamente film non pensati per il 3D. Il punto di riferimento dovrà necessariamente essere Avatar, il megaprogetto di James Cameron tutto girato e pensato per il 3D. Lui è l’unico al momento in grado e disposto a tracciare la prima via per un linguaggio del cinema in 3 dimensioni, l’unico capace di porsi all’intersezione tra nuove tecnologie e uso artistico del mezzo cinematografico, l’unico infine dotato di stile e personalità tali da potersi imporre sul mezzo e non farsene travolgere.
Se Avatar fallirà sarà dura per il 3D…


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Blacula: in arrivo il reboot della saga horror Blaxploitation 18 Giugno 2021 - 21:30

Il cult di William Crain tornerà in vita in una versione moderna, ambientata in una metropoli dopo la pandemia di Covid

The Witcher: Henry Cavill in un nuovo teaser della stagione 2 18 Giugno 2021 - 21:07

Henry Cavill ha condiviso su Instagram un nuovo assaggio della seconda stagione di The Witcher.

Julia Stiles debutterà alla regia con Wish You Were Here 18 Giugno 2021 - 20:45

La star della saga di Bourne e di Save the Last Dance e 10 cose che odio di te dirigerà a partire da un romanzo di Renée Carlino

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.