L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Caos Calmo, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

caos-calmo-locandina.jpg

Regia: Antonello Grimaldi.
Cast: Nanni Moretti, Valeria Golino, Alessandro Gassman, Isabella Ferrari, Blu Yoshimi, Hippolyte Girardot, Kasia Smutniak, Denis Podalydès, Charles Berling, Silvio Orlando, Alba Caterina Rohrwacher, Manuela Morabito, Roberto Nobile, Babak Karim.
Durata:118 minuti
Anno:2008

Attesissimo specialmente per la scena di sesso con Isabella Ferrari, un inedito per il solitamente casto Moretti, Caos Calmo è un film migliore di quello che si potesse pensare.
Molto del merito è dato dal fatto che alla scrittura ha contribuito Nanni Moretti stesso e la cosa si vede da subito. Moretti non solo ha scritto la sua parte, quasi integralmente, ma sembra anche molte altre porzioni che mantengono il suo gusto, il suo simbolismo e in sostanza il suo stile (a questo proposito ogni volta che lo vedo a torso nudo non riesco a non pensare al fatto che ha lo sterno carenato come racconta in Bianca).
Di contro poi il film è pieno di tanti elementi lontani anni luce dal cinema di Moretti, elementi decisamente più facili e immediati come le sequenze con facili musiche ruffiane di sottofondo e i movimenti di macchina molto banalmente coinvolgenti. Questo strano accostamento fa si che alla fine Caos Calmo sembri un “Moretti divulgativo”.Grimaldi infarcisce il film anche di molto più umorismo di quanto faccia solitamente il suo protagonista nelle vesti di regista, cosa che giova molto alla pellicola e non ne snatura il senso del dramma, anzi.

Il dramma di Caos Calmo è proprio l’assenza del dramma fondamentale, la morte che avviene all’inizio del film e con la quale nessuno vuole fare i conti, ma che si rispecchia nei mille piccoli drammi delle altre persone che accorrono dal protagonista cercando di confortarlo e finendone confortati.
Molte davvero le piccole delicatezze del film e le accortezze (che, sarò presuntuoso, a me sembrano tutte merito della presenza di Moretti) usate per rendere il senso di tragedia che sembra sempre sul punto di esplodere ma di fatto non arriva mai (fantastica Valeria Golino). In questo senso acquista senso la scena di sesso particolarmente violenta.
Il film infine si iscrive nel filone dell’ultimo Moretti, quello che sempre più spesso vede i personaggi identificarsi con gli attori, che sia parte del libro da cui è tratto il film o meno non importa, ma i personaggi sembrano molto i propri attori, almeno i protagonisti.

Nanni è uno stimato professionista del mondo della televisione/cinema, mentre Gassman è un più frivolo fratello d’arte che posa per le foto di moda…Ci sono infine due cose su cui stranamente i cronisti e i critici di cinema non si sono mai soffermati e che mi fa molto strano poichè solitamente vengono messi in risalto. La prima è che nel film c’è una sonora bestemmia, pronunciata proprio da Nanni, ma non si tratta di una bestemmia urlata e volutamente provocatoria come in L’Ora di Religione, bensì una bestemmia sulla quale si ride, messa lì in leggerezza, una cosa stranissima. La seconda è una partecipazione speciale della quale non voglio parlare nemmeno io, poichè è bene che sia una sorpresa e visto che nessuno sembra volerne parlare non mi va di rovinarla.
E’ un grosso personaggio che fa un piccolo ruolo ma che è importante che sia fatto da qualcuno di così importante e così a sorpresa, poichè la sua comparsa sullo schermo ha in questo modo un impatto forte sullo spettatore, almeno quanto lo dovrebbe avere sul personaggio di Moretti nell’economia della trama. E poi è bello che a livello metacinematografico Nanni Moretti incontri proprio quella persona.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Severance: John Turturro nel cast della serie Apple TV+ di Ben Stiller 31 Ottobre 2020 - 9:00

John Turturro si unisce al cast di Severance, la serie Apple TV+ che sarà diretta da Ben Stiller.

Si vive una volta sola: il film di Carlo Verdone al cinema il 20 gennaio 2021 30 Ottobre 2020 - 23:56

Il film di Carlo Verdone, Si vive una volta sola, arriverà nelle sale italiane il 20 gennaio 2021. Lo ha rivelato l'attore/regista a Tale e Quale Show

Odette Annable da Supergirl al reboot di Walker Texas Ranger 30 Ottobre 2020 - 21:30

L'attrice sarà Geri, barista e vecchia amica di Walker e della sua defunta moglie, nel reboot targato The CW

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).