L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Asterix Alle Olimpiadi, sempre gli stessi effetti speciali…

Di Gabriele Niola

AsterixBruce Sterling parlando del futuro del cinema al Future Film Festival aveva affermato che ormai le differenze tra le tecnologie inserite nei film di Hollywood e quelle inserite nei film del resto del mondo si stanno accorciando, perchè la mobilità del lavoro e il continuo outsourcing di Hollywood sta di fatto formando anche professionisti di altre nazionalità (senza contare che poi industrie del cinema parallele come quelle di Bollywood o della Cina e Corea del Sud hanno un’evoluzione tutta loro).

Tra gli europei Inghilterra, Spagna e Francia (dell’Italia non parliamo…) in particolare ben si adattano a questo discorso e Asterix Alle Olimpiadi lo dimostra in pieno facendo un ampio, superfluo e barocco utilizzo della computer grafica per avvicinare film e fumetto d’origine. Ad occuparsene è la BUF, studio noto per aver fatto anche Arthur e il popolo dei Minimei, opera cinematograficamente trascurabile ma tecnologicamente molto interessante, e per aver curato gli effetti speciali di produzioni americane come Panic Room.

Se dunque ormai le tecnologie e gli effetti digitali sono sempre di più alla portata di tutti e non costituiscono più un vantaggio competitivo come in passato ma sono più un dato scontato, sarebbe ora di cominciare a passare dagli effetti speciali come meraviglia tecnologica usata per stupire gli spettatori agli effetti speciali come strumento espressivo. Un esempio? Per rimanere in Francia si può citare il lavoro che fa sull’elaborazione digitale delle immagini Jean Pierre Jeunet in film come Delicatessen o ancora meglio Il Favoloso Mondo Di Amelie, dove gli effetti speciali non devono stupire o mostrare l’immostrabile ma costituire un elemento della messa in scena al pari di altre tecniche.

In sostanza direi che si può passare dall’essere stupiti dalla capacità del cinema di mostrare ciò che non esiste ad essere stupiti da come lo mostra. L’immagine in alto, tratta dall’ultimo Asterix, aderisce alla prima tipologia mentre quella qua sotto (più rara ma sempre dallo stesso film) alla seconda. E anche i risultati sono molto diversi.

Le sconfinate truppe dell’impero romano vogliono essere il più verosimile possibile, cercano di convincere lo spettatore di essere reali tanto quanto l’attore in primo piano e nel loro sforzo risultano più fasulle che mai, poichè si arriva a notare più le differenze che le somiglianze con il reale.
Quella in basso al contrario (tratta dalla prima apparizione della coppia protagonista nel film) è programmaticamente fasulla, ricostruisce un’immagine con riferimenti pittorici e non reali, colori esagerati e illuminazioni da fumetto, in questo modo è più evocativa e comunicativa, riesce in sostanza ad immergere ancora di più lo spettatore nell’atmosfera del film invece che tirarlo fuori.
Quanto ci vorrà per arrivare ad usare sempre in questo modo il digitale?
Asterix 2


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Élite – 20 curiosità sulla serie Netflix 20 Giugno 2021 - 20:05

Élite è disponibile su Netflix con la sua quarta stagione: ecco una serie di interessanti curiosità sui retroscena dello show spagnolo!

La terra dei figli: il trailer del film ispirato al graphic novel di Gipi 20 Giugno 2021 - 17:39

Dopo la prima clip, ecco che arriva anche il trailer de La Terra dei Figli, il film diretto da Claudio Cupellini e tratto dal graphic novel di Gipi.

Loki – Scene inedite nello spot con gli elogi della critica 20 Giugno 2021 - 17:00

Il nuovo spot esteso di Loki include gli elogi della critica e alcune scene inedite: come si comporterà il Dio dell'Inganno davanti alla minaccia che grava sulla timeline?

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.