L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Panoramica 07: “Le ragioni dell’aragosta” di Sabina Guzzanti

Di Redazione

leragionidellaragosta.jpg

Dopo “Viva Zapatero!” era facile aspettarsi un nuovo documentario satirico, ma la Guzzanti è riuscita a sorprendere il pubblico in sala sfoderando un buon film la cui componente politica risulta essere solo uno dei tanti ingredienti utilizzati.

Sostanzialmente si tratta di un documentario girato durante l’organizzazione di uno show quasi improvvisato a favore della salvaguardia del mare: un pescatore contatta Sabina Guzzanti per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica sul grave problema dello spopolamento del mare sardo nel campo della pesca di aragoste. L’argomento è ostico e di nicchia, ma se ci mettete che il pescatore in questione è stato un operaio della Fiat, ecco che la Guzzanti drizza le orecchie e aguzza l’ingegno; riuniti gli amici di Avanzi a casa di Pierfrancesco Loche – nel piccolo villaggio sardo Su Pallosu – l’attrice/regista cerca di organizzare uno show-rimpatriata.

Le ragioni dell’aragosta” è un interessante esperimento cinematografico che utilizza l’espediente del documentario per narrare e mostrare una storia in cui il tema centrale è la difficoltà personale ed interpersonale – nonchè artistica – che si incontra nel voler portare avanti un’idea e mostrarla tramite un progetto comune.

Non si tratta dunque di un collage di “Avanzi“, o di un’opera incentrata sulla satira e sulla controinformazione, anche se in qualche modo l’aragosta diventa un pretesto per parlare d’altro, per trovare un comune denominatore che possa allargare la spinta iniziale del progetto. C’è satira, ma non è un film di satira. Ben più presenti sono i rapporti professionali e umani tra gli attori, i ricordi di un periodo televisivo e di un certo modo di fare spettacolo, le difficoltà e i dubbi umani nei quali incorrono gli artisti che mettono in campo buona parte di se stessi attraverso il proprio lavoro.

Per questi motivi il film della Guzzanti risulta molto più intimo del precedente: i protagonisti sono gli attori e il loro modo di affrontare il mestiere su e dietro il palco, portandosi dietro un bagaglio emotivo e personale – quello che in finale rende unico e inequivocabile non solo lo show in sè, ma lo scopo stesso con il quale viene realizzato. Con una bella sorpresa nel finale che fa guardare l’intero film con altri occhi, sicuramente più cinematografici che televisivi.

Il sito ufficiale: www.leragionidellaragosta.it

Su YouTube è stato caricato un canale tematico dove è possibile guradare il trailer e alcune presentazioni realizzate dai personaggi di Sabina Guzzanti, nonchè le varie presentazioni del film e altre cosine simpatiche.

Le ragioni dell’aragosta
di Sabina Guzzanti
Cast: Sabina Guzzanti, Pierfrancesco Loche, Francesca Reggiani, Cinzia Leone, Antonello Fassari, Stefano Masciarelli

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Paranormal – Trailer ufficiale per la serie horror, dal 6 novembre su Netflix 22 Ottobre 2020 - 14:45

È disponibile il trailer ufficiale di Paranormal, serie horror egiziana tratta dai libri di Ahmed Khaled Tawfik, in uscita il 6 novembre su Netflix.

Man in the Dark: fissata la data di uscita del sequel, agosto 2021 22 Ottobre 2020 - 13:45

Il sequel di Man in the Dark ha una data di uscita e arriverà nelle sale americane il 13 agosto 2021. Stephen Lang torna nel ruolo di Norman Nordstrom, il letale cieco visto nel primo film.

Quibi, il tramonto di una piattaforma nata nel momento sbagliato 22 Ottobre 2020 - 13:00

Quibi chiude dopo sei mesi: la piattaforma di Jeffrey Katzenberg e Meg Whitman, lanciata in pompa magna, non è riuscita a stravolgere il panorama dello streaming. Cosa è andato storto?

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).