L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cannes e dintorni 2007: Tehilim

Di Redazione

tehilim01.jpg

Durante il Festival di Cannes il film dell’israeliano Raphaël Nadjari ha suscitato la curiosità e il favore della stampa: peccato non si possa dire lo stesso del pubblico. La domanda è: ma a Cannes dormono o assistono davvero alle proiezioni?

In effetti a me l’occhio pesante è venuto, anche perchè Tehilim (Salmi) l’ho visto subito dopo un altro campione di felicità, il tedesco Gegen?�ber di cui ho già scritto in mattinata.

La storia è semplice: c’è una famiglia ebrea composta da un padre credente praticante e una madre un po’ meno, un ragazzino e un adolescente. Il clima sembra tranquillo, con qualche discussione ma nulla che faccia presagire tragedie.

Un giorno il padre accompagna i figli a scuola ma succede un incidente automobilistico; il figlio più grande va a cercare aiuto su richiesta del padre, ma una volta tornato con polizia e ambulanza, il padre è sparito.

Da qui parte uno scenario confuso, nel quale il figlio maggiore si ritira nella preghiera trascinando poi il fratello minore, mentre la madre cerca di accettare la situazione pur non amando particolarmente il fervore religioso che sembra aver avvolto come una cappa l’intero clima familiare.

Nulla di che. Per quanto è sembrato a me e a molte altre persone presenti in sala, il film non sembra andare a parare da nessuna parte. In più non si capisce se voglia essere la rappresentazione di una realtà sociale o se si tratti di un caso eccezionale.

Certo, c’è il tema dell’adolescente che si trova senza un punto di riferimento importante, che avanza a stento cercando il conforto degli altri uomini della famiglia tramite la preghiera, ma che prova anche a fare di testa propria. Però questo disorientamento risulta un po’ troppo forzato, non ci viene fornito nessun elemento che possa rendere plausibile la sparizione del capo famiglia e in linea generale il film risulta solamente pesante. Anche la contrapposizione con la madre, che ha un modo di fare molto più pratico e laico, non mi sembra uno spunto sufficiente per salvare un film privo di ritmo e senso empatico.

Tehilim
Israele/Francia, 2007, 96 min
Regia: Raphaël Nadjari

Cast: Michael Moshonov, Limor Goldstein, Shmuel Vilozni, Ilan Dar, Yoav Hait, Reut Lev

Il sito ufficiale
La scheda di Cineuropa

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Usa: The Marksman con Liam Neeson debutta al primo posto 17 Gennaio 2021 - 21:23

The Marksman, il film con Liam Neeson, debutta al primo posto al box office americano, seguito da I Croods 2: Una nuova era e da Wonder Woman 1984

White Noise: Noah Baumbach, Adam Driver e Greta Gerwig di nuovo insieme per Netflix 17 Gennaio 2021 - 20:00

Il duo di Storia di un matrimonio si unisce a Greta Gerwig per adattare un romanzo di Don DeLillo

Come d’incanto: le riprese del sequel in primavera? Parla Patrick Dempsey 17 Gennaio 2021 - 19:00

La storia di Come d’incanto il film fantasy del 2007 diretto da Kevin Lima, proseguirà su a Disney+ con un sequel, intitolato Disenchanted. MA quanto inizieranno le riprese? Risponde Patrick Dempsey.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.