L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Quelli che la calzamaglia la celano… per fortuna!

Di Francesco

supernacho.jpg

Continuando il filone degli uomini che si travestono, è il caso di parlare di Super Nacho, in uscita oggi nelle sale. A differenza del luogo comune però, l’elasticizzata tutina carta da zucchero e rosso di Nacho (Jack Black) non copre l’identità segreta di un eroe, quanto quella di un “normalissimo” uomo.

“La mamma di Nacho era una missionaria scandinava e suo padre un diacono messicano. I due hanno tentato di convertirsi a vicenda, ma alla fine si sono invece sposati.”

Cresciuto quindi in un convento messicano, Nacho, bambino grassottello, sogna la Lucha Libre, la lotta libera e il mondo del wrestling, riesce a reperire materiali nelle ben misere condizioni in cui vessa e si crea il suo primo costume. Ma viene spogliato, lavato, punito e vestito da frate… nonché sbattuto tra i fornelli.


Frustrato dal non poter sfamare gli orfani che vivono nel convento e dalle angherie dei frati superiori, all’arrivo della bella Suor Encarnaciòn (Ana de la Reguera), Nacho sogna di riscattarsi e punta al vecchio mito del wrestling per fare soldi, affiancato nella sua disastrosa ascesa ad un podio di tutto rispetto da Esqueleto, lo scheletro (Héctor Jiménez).

Jack Black ha dimostrato un coraggio davvero fuori dal comune nell’accettare la proposta di Jared Hess, regista di Napoleon Dynamite, che è stato affiancato nello scrivere il film da Jarusha Hess e Mike White, quest’ultimo socio dello stesso Black nella loro nuova casa di produzione: Black & White Films, nonché sceneggiatore di School of Rock.

Il risultato è che il poliedrico e gommoso Black riesce ad entusiasmare e divertire in modo sano, generando quelle risate che fanno male allo stomaco per la tensione cui vengono sottoposti i muscoli. Difficile menzionare una scena su tutte, ma particolare senza dubbio tutta la sequenza degli allenamenti.

Lo spaccato del Messico, dove è stato girato il film e da cui sono state prese le comparse, è notevole e serve a sottolineare ancor di più il contrasto che si crea tra la durezza della povertà, e il tocco gentile con cui è narrata tutta la vicenda. Perfette le musiche, una colonna sonora da acquistare.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Addio al fumettista Tuono Pettinato 14 Giugno 2021 - 12:10

Uno dei più importanti autori del fumetto indie italiano si è spento a soli 44 anni

Altrimenti ci arrabbiamo: riprese iniziate, ecco il teaser poster del “reboot” 14 Giugno 2021 - 11:32

Il film, interpretato da Edoardo Pesce, Alessandro Roja, Christian De Sica e Alessandra Mastronardi, arriverà nel 2022

Loki – Ecco due immagini tratte dal secondo episodio 14 Giugno 2021 - 11:06

Loki studia i file della Time Variance Authority e va in missione con Hunter-15 nelle nuove immagini della serie, il cui secondo episodio uscirà mercoledì su Disney+.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.