L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

JARHEAD

Di Redazione

purtroppo dopo platoon non c’è più nulla da dire sulla guerra, in senso assoluto. nulla può più sconvolgerci, dopo quel capolavoro che oliver stone incise a fuoco sulla coscienza occidentale, come solo il cinema sa fare. nulla dopo platoon dunque. ma le guerre continuano! e cambiano! l’informazione globale ci ha ormai abituati al bombardamento di notizie guerraiole (quasi sempre a dire il vero embedded, dunque propagandistiche: ma un film sulla guerra tra l’iraq finanziato dagli usa e l’iran finanziato dall’urss gli americani quando lo fanno?). SAM MENDES è artigiano sopraffino, le sue provocazioni hanno la leggerezza insidiosa di chi non vuole distruggere, ma seminare dubbi. così jarhead non è sconvolgente per la barbarie guerraiola, nè per l’alienazione animalesca che l’indottrinamento militaresco USA infligge ai rifiuti della societa’ americana che finiscono a fare i marine. jarhead è un film sulla guerra, senza la guerra, come qualcuno ha scritto, perché le nuove guerre contemporanee sono piccole e tecnologiche, veloci e inafferrabili. mendes vola altissimo e lo capisci solamente dopo 24 ore che hai visto il film. jarhead scrive una nuova pagina dell’estetica hollywoodiana sulle guerre contemporanee. vuote di qualunque motivazione, vuote di qualunque ideale e/o ideologia. le nostre guerre sono le nuove guerre che lasciano i poveri marine assetati di sangue a vomitare sabbia asciutta senza aver sparato un colpo. con gli orizzonti bruciati dalla luce del deserto. le dune che a ripetizione moltiplicano quel senso di non senso. il deserto che pian piano entra dentro le anime e le prosciuga, le lascia orfane di se stesse, fino al delirio del ‘voglio uccidere qualcuno’. e poi quel pulviscolo petrolifero che si innalza al cielo dai pozzi in fiamme, ascende ad una purificazione fasulla, per poi piombare come pioggia nera e manto oleoso sui corpi e sulla sabbia. e quella fotografia davvero superba fissa le immagini del petrolio che tutto avvolge, tutto spiega, tutto travolge, lasciandoci terribilmente vuoti, terribilmente in colpa.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Articolo Precedente

LEGGI ANCHE

Cinema e teatri potrebbero riaprire il 26 aprile nelle zone gialle 16 Aprile 2021 - 20:39

Il Ministro alla Cultura Dario Franceschini ha confermato che a partire dal 26 aprile potranno riaprire nelle zone gialle teatri e cinema. Ma si tratta comunque di uno scenario improbabile.

Kristen Wiig e Annie Mumolo insieme a Disney per un film sulle sorellastre di Cenerentola 16 Aprile 2021 - 20:30

Le sceneggiatrici de Le amiche della sposa racconteranno il classico dal punto di vista di Anastasia e Genoveffa. Produce Will Ferrell

Valentina Allegra de la Fontaine: chi è la “bond girl” della Marvel? 16 Aprile 2021 - 20:20

Valentina Allegra de la Fontaine è il personaggio Marvel del momento: ecco tutto ciò che c'è da sapere su questa super-spia di "Livello Nick Fury"!

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.